Articoli marcati con tag ‘xxl racing’

TTXGP USA Miller : La Motoczysz domina il week end ma la Brammo vince il campionato!

venerdì, 16 settembre 2011

da: http://motoelettriche.wordpress.com/

L’ultima tappa del campionato nazionale americano TTXGP ha visto tutte le big a stelle e strisce concorrere sul Circuito del Miller Motorsport Park (eccezion fatta per la Mission Motors assente)e spiccare il dominio della Motoczysz; dietro di lei si sono classificate con ritardi rilevanti in ordine l’ormai eterna seconda Lightning e terza la Brammo che grazie al podio si aggiudica anche la serie.

Le novità in gara non sono mancate : la Motoczysz ha fatto il suo primo debutto in pista con alla guida un pilota professionista come il veterano Shane Turpin , la Lightning è riuscita finalmente a far scendere in pista la seconda moto apparentemente identica alla prima ma con un diverso pacco batteria limitato a 7.5 kWh per rientrare nella categoria TTX75 mentre la Brammo ha confermato l’aggiornamento introdotto dall’appuntamento di Laguna Seca con un potenziamento del suo pacco batteria portato a oltre 13 kWh.

Conclusioni.

Le prestazioni della Motoczysz non hanno lasciato spiragli di fiducia agli avversari sin dalle prime libere il dominio è stato schiacciane sue infatti le libere , la Pole , la vittoria e il giro veloce ; i tempi di Shane Turpin attorno al 1.36 alto hanno battuto gli stessi fatti registrare dalle 600 cc. durante il week end segno di un‘incredibile competitività che sicuramente avrà lasciato qualche rimpianto al Boss Michael Czysz ripensando alla gara di Laguna Seca dove peccando di superbia ha ritardato il debutto di un pilota professionista sulla EPC1 risultando secondo al traguardo dietro alla Mission R che aveva già affrontato questa scelta.                                                                      La Lightning torna in pista dopo il record di velocità segnato sul lago salato di Bonneville orfana del suo pilota Barnes sostituito da Tim Hunt e fa debuttare proprio all’ultimo appuntamento la seconda moto riservata alla categoria TTX75 riconoscibile per una livrea completamente Black con ottimi riscontri dal punto di vista delle prestazioni visto il sorpasso con disinvoltura effettuato sul rettilineo ai danni della Brammo (vedi il video sottostante) .                                 La Brammo Empulse RR guidata da Stave Atlas è la nuova regina del campionato TTXGP USA pur avendo delle prestazioni inferiori rispetto a moto come la Motoczysz la sua costanza di partecipazione alle gare ha pagato nei punteggi finali mentre seconda in classifica si conferma ancora una volta la Moto Electra di Thad Wolff che pur essendo costruita completamente con pezzi commerciali era in lizza per la vittoria finale sino a quest‘ultimo appuntamento.

Classifica al traguardo:

Num.     Pilota                    team                      giro record

1)       Shane Turpin              Motoczysz           1:31.533
2)       Tim Hunt                   Lightning             1:39.604
3)       Steve Atlas                 Brammo              1:42.331
4)       Thad Wolff                  MotoElectra       1:45.472
5)       Ely Schless                  ProtoMoto          1:58.375
6)       Ted Rich                     Lightning            Rit

  • Share/Bookmark

Rob Barber con la anglo indiana AGNI trionfa al TTXGP. inseguono la XXL di Schoenfelder e la Brammo di Buckley. (in Italian and English)

venerdì, 12 giugno 2009
Barber su AGNI

Barber su AGNI

(IT)12 Giugno 2009 , Isola di Man – La prima competizione mondiale per motociclette ad emissioni zero denominata TTX GP e disputatasi su un unico giro di 61 km del celebre circuito sull’isola di si è conclusa oggi pomeriggio.
Il vincitore della classe PRO già rivelatosi agguerritissimo nella giornata di prove di giovedì è stato Rob Barber alla guida della AGNI, che ha chiuso il giro in 25 minuti e 53 secondi migliorando di quasi un minuto il tempo delle prove alla media oraria di 87,434 miglia.
Vincitore invece della classe OPEN  è stato Chris Heath alla guida della americana Electric Motorsport.
Alcune considerazioni aggiuntive… sulla base dei risultati si può dire che ha pagato la semplicità dei progetti e la leggerezza dei mezzi nei confronti di soluzioni ipertecnologiche. la superpotente Mission ha evidentemente peccato in agilità ed ha preso la “paga” dalla Brammo che di fatto ha una base telaistica da motoleggera , e anche la avveniristica Cszycs con 3 motori controrotanti e batterie in gischi di fibra di carbonio , è stata terminata troppo tardi e non si è mostrata ancora pronta , al contrario di   AGNI e XXL che si son dimostrate più a punto e meglio sfruttabili con la prima che ha surclassato tutti di grande misura… bisognerebbe anche valutare il peso fattore umano… al TT non si vince senza manico e sicuramente Barber è stato in grado di cavare il meglio da questa moto in un circuito dove l’abilità , il coraggio e l’astuzia conta sicuramente tantissimo. senz’altro la guida dell’elettrico richiede peculiarità per le quali non ci si può documentare più di tanto se non facendo esperienza diretta ed avvalendosi del proprio intuito …. occorre una guida pulita e bisogna lasciar scoorere la moto evitando staccate violente che non hanno alcuna efficacia nella ricarica rigenerativa … ad ogni modo Mission e Cszycs pur con un dispendio di mezzi notevole ne sono uscite con le ossa abbastanza rotte… chissà se l’anno prossimo si ripresenteranno.

(UK)June 12, 2009, Isle of Man – The electric bikes competing in the TTXGP, the world’s first zero carbon eGrandPrix, have completed the race. In the BEST BUY PRO Class, UK/India-based team Agni with rider Rob Barber secured first place with a time of 25mins 53secs and an average speed of 87.434mph. In the OPEN class US based electric motorsport secured the win with rider Chris Heath secured first place with a time of 34mins 17secs and an average speed of 66.022 mph.

Second and third place in the BEST BUY PRO Class were secured by the German XXL Racing Team with rider Thomas Schoenfelder (time: 29mins 04secs/average speed 77.841mph) and the US-based Brammo Bike with rider Mark Buckley (time: 30mins 2secs/average speed: 75.350mph), respectively.

In the OPEN Class, second and third places were secured by US based Barefoot Motors with rider Chris Petty (time: 36mins 23secs/average speed: 62.219mph) and team TORK from India with rider John Crellin (37mins 26secs/average speed: 60.475mph).

Is clear: the true winner of the TTXGP was the simplicity… who try to build expensive and weighy bike for try to found the best speed performance fail his goal. , Agni , XXL and Brammo realized over existing frames with a very simple project and with light frames beat of grat measure complex bike like Mission and Cszycs realized with aerospatial tecnology… and probably dont give the correct weight to the human factor… the driver still have big importance in TT and sure Barber with his bike made one masterpiece… who knows if in future the Mission and Cszycs will come again?

Full race results

BEST BUY PRO Class

Pos 1 AGNI X01 (Rob Barber) – Time: 25:53:50 – Speed: 87.434

Pos 2 XXL Racing Team (Thomas Schoenfelder) – Time: 29:04:93 – Speed: 77.841

Pos 3 Brammo (Mark Buckley) – Time: 30:02:64 – Speed: 75.350

Pos 4 Mission Motors (Thomas Montano) – Time: 30:33:26 – Speed: 74.091

Pos 5 HTBlauva (Paul Dobbs) – Time: 36.10.63 – Speed: 62.575

Pos 6 Brunel X-team (Stephen Harper) – Time: 56:27:89 – Speed: 40.092

OPEN Class

Pos 1 Electric Motorsport (Chris Heath) – Time: 34:17:30 – Speed: 66.022

Pos 2 Barefoot Motors (Chris Petty) – Time: 36:23:06 – Speed: 62.219

Pos 3 TORK (John Crellin) – Time: 37:26:01 – Speed: 60.475

  • Share/Bookmark

A Dortmund Messe presentata la TTXGP del team XXL RACING

sabato, 16 maggio 2009

Si infittisce ogni giorno il carniere delle presentazioni delle creature per la prima sfida mondiale tra motocicli a impatto zero che si terrà al Tourist tropy a Giugno… Ecco il video della prima del veicolo presentato dal team tedesco XXL RACING a Dortmund che verrà portata al TTXGP sull’isola di Man dal pilota tedesco Thomas Schoenfelder.

Tecnologicamente molto convenzionale è stata realizzata su una base preesistente ed adotta un motore da circa 11o cv capace di portarla senz’altro oltre i 200 orari. te cnicamente sembra ben realizzata ed estremamente raffinata nella cura del particolare. vedremo i risultati.

  • Share/Bookmark