Articoli marcati con tag ‘TT’

I progressi delle moto elettriche: raggiungeranno i tempi delle moto a benzina entro 4 anni.

martedì, 11 giugno 2013

Il mondiale per moto elettriche TTXGP è nato nel 2009 da un organismo completamente autonomo rispetto alla FIM con l’obbiettivo di permettere la sperimentazione ad alto livello di batterie e powertrain di nuova generazione destinati alla produzione di serie. benchè l’atteggiamento dei costruttori sia stato più propenso a ad usare la formula come trampolino di lancio per portare agli occhi degli investitori la propria tecnologia , di fatto si è vista una grande varietà tecnica ed una notevole escalation dei risultati. mentre all’inizio più o meno tutti correvano con l’identica formula di una coppia di motori a spazzole anglo indiani di AGNI la ricerca di maggiori potenze e più elevati rendimenti ha spinto tutti a sviluppare motori specifici in corrente alternata privi di spazzole e pilotati da centraline e in diversi casi dotati di sistemi di raffreddamento ad olio o ad acqua… differenze si sono viste anche nella collocazione degli stessi , da chi come la australiana catavolt ha optato per una motoruota da 60 cv a chi ha collocato alla base del forcellone o nel telaietto della sella motori da 120-130 cv. tutto questo ha visto crescere molto rapidamente le prestazioni con una progressione estremamente lineare: se per il primo TT è bastata una media di 88 miglia orarie per vincere 2 anni fa è stato sgretolato il tetto delle 100 miglia orarie e quest’anno per un soffio non si sono superate le 110. sulla base dell’interpolazione di questi dati il pareggio prestazionale con le moto a benzina di quest’anno si dovrebbe avere nel 2017 , pertanto ritenendo che la progressione delle prestazioni delle moto a benzina al TT non sia così veloce, è plausibile ritenere che dal 2018 in poi si avrà una sostanziale parità di prestazioni sul giro tra mezzi elettrici e mezzi a benzina. fermo restando che i mezzi elettrici allo stato attuale non vanno oltre il singolo giro da 66km mentre invece le superbike si svolge su 6 giri per un totale di circa 400 km. il paradosso è che mentre la parità sulle autonomie con le attuali chimiche è abbastanza lontana , la parità prestazionale è abbstanza vicina… le migliori elettriche girano giù più veloci delle supersport 600.

  • Share/Bookmark

Michael Rutter vince l’edizione 2013 del TTZERO!

mercoledì, 5 giugno 2013

Il preludio delle prove faceva davvero pensare ad un dominio Mugen , ma al TT mai nulla è scontato! ed infatti alla partenza è da subito Rutter ad avere la meglio anche se per poco tempo visto che dopo poche curve Mc Guinness riesce a superarlo e a dargli un distacco di ben 10 secondi… ma quando i gioci sembravano fatti ecco che curva dopo curva la rimonta di Rutter e del compagno di squadra Miller prende corpo fino a riportarlo in testa a pochi metri dalla fine , mentre Miller subirà l’onta del sorpasso pochi metri prima del ritiro. terzo posto quindi per il vincitore del 2009 Barber. per poco non è stato centrato l’obbiettivo di superare i 110miglia orarie di media… 109,67 è infatti la media registrata da Michael sulla Moto CZYSZ che si riconferma anche quest’anno vincitrice del TTZERO.

  • Share/Bookmark

E-Power-TTXGP: eCRP seconda sul podio con BrannettiE-Power-TTXGP:eCRP second on the podium with Brannetti

domenica, 2 ottobre 2011

Il team CRP Racing, che a Le Mans ha portato in pista ben tre moto guidate dai due alfieri Brannetti e Battistini e dall’amazzone americana Shelina Moreda, ha dato spettacolo.
Brannetti va a segno e ottiene il secondo posto, primo Himmelmann del team Muench che vince la gara e il campionato e-Power e TTXGP. Alex Battistini conquista il quarto posto e Shelina Moreda arriva quinta, mettendo a segno negli ultimi giri tempi da primi della classe.
Il Branna con la seconda posizione conquistata oggi sul circuito di Le Mans, si aggiudica il secondo posto nel campionato e-Power e il terzo posto nel campionato TTXGP.
E’ stata una stagione entusiasmante, soprattutto il team italiano ha dimostrato di volersi divertire fino in fondo e di voler portare sul tracciato più mezzi per testare al meglio la eCRP.
Non è infatti un segreto che i dati raccolti verranno utilizzati per lo sviluppo della mosto stradale elettrica, il cui concept verrà presentato a Milano a novembre in anteprima ad EICMA

Stay tuned!
www.ecrp.eu
http://www.facebook.com/CRP.Racing
http://twitter.com/#!/eCRP_EVGood evening from CRP Racing Press Office,

herewith I would like to send you the press release of the race at Le Mans e-Power TTXGP September 23.
Thank you in advance for your interest.

Best Regards
Francesca Cuoghi
pressoffice@crp.eu
presscrpracing@gmail.com

CRP Racing team that has brought on track at Le Mans three motorcycles ridden by the two fellows Brannetti and Battistini and the US female rider Shelina Moreda have made a great show.
Brannetti has got the second place, first place to Himmelmann of the Muench team that has won the race and the championships e-Power and TTXGP. Alex Battistini got the fourth position and fifth Shelina Moreda, scoring in the final laps excellent timing.
Branna with the second place achieved today at Le Mans, has been entitled of the second position of e-Power and third of TTXGP championship.
It has been an exciting racing season, especially the Italian team has showed that they can entertain people bringing on track their vehicles and their riders. The aim is to gain data for the research CRP is carrying out for the creation of the road electric motorcycle.
The concept of the electric superbike will be presented in Milan in November at EICMA as a preview.

Stay tuned!
www.ecrp.eu
http://www.facebook.com/CRP.Racing
http://twitter.com/#!/eCRP_EV

  • Share/Bookmark

TTXGP USA Miller : La Motoczysz domina il week end ma la Brammo vince il campionato!

venerdì, 16 settembre 2011

da: http://motoelettriche.wordpress.com/

L’ultima tappa del campionato nazionale americano TTXGP ha visto tutte le big a stelle e strisce concorrere sul Circuito del Miller Motorsport Park (eccezion fatta per la Mission Motors assente)e spiccare il dominio della Motoczysz; dietro di lei si sono classificate con ritardi rilevanti in ordine l’ormai eterna seconda Lightning e terza la Brammo che grazie al podio si aggiudica anche la serie.

Le novità in gara non sono mancate : la Motoczysz ha fatto il suo primo debutto in pista con alla guida un pilota professionista come il veterano Shane Turpin , la Lightning è riuscita finalmente a far scendere in pista la seconda moto apparentemente identica alla prima ma con un diverso pacco batteria limitato a 7.5 kWh per rientrare nella categoria TTX75 mentre la Brammo ha confermato l’aggiornamento introdotto dall’appuntamento di Laguna Seca con un potenziamento del suo pacco batteria portato a oltre 13 kWh.

Conclusioni.

Le prestazioni della Motoczysz non hanno lasciato spiragli di fiducia agli avversari sin dalle prime libere il dominio è stato schiacciane sue infatti le libere , la Pole , la vittoria e il giro veloce ; i tempi di Shane Turpin attorno al 1.36 alto hanno battuto gli stessi fatti registrare dalle 600 cc. durante il week end segno di un‘incredibile competitività che sicuramente avrà lasciato qualche rimpianto al Boss Michael Czysz ripensando alla gara di Laguna Seca dove peccando di superbia ha ritardato il debutto di un pilota professionista sulla EPC1 risultando secondo al traguardo dietro alla Mission R che aveva già affrontato questa scelta.                                                                      La Lightning torna in pista dopo il record di velocità segnato sul lago salato di Bonneville orfana del suo pilota Barnes sostituito da Tim Hunt e fa debuttare proprio all’ultimo appuntamento la seconda moto riservata alla categoria TTX75 riconoscibile per una livrea completamente Black con ottimi riscontri dal punto di vista delle prestazioni visto il sorpasso con disinvoltura effettuato sul rettilineo ai danni della Brammo (vedi il video sottostante) .                                 La Brammo Empulse RR guidata da Stave Atlas è la nuova regina del campionato TTXGP USA pur avendo delle prestazioni inferiori rispetto a moto come la Motoczysz la sua costanza di partecipazione alle gare ha pagato nei punteggi finali mentre seconda in classifica si conferma ancora una volta la Moto Electra di Thad Wolff che pur essendo costruita completamente con pezzi commerciali era in lizza per la vittoria finale sino a quest‘ultimo appuntamento.

Classifica al traguardo:

Num.     Pilota                    team                      giro record

1)       Shane Turpin              Motoczysz           1:31.533
2)       Tim Hunt                   Lightning             1:39.604
3)       Steve Atlas                 Brammo              1:42.331
4)       Thad Wolff                  MotoElectra       1:45.472
5)       Ely Schless                  ProtoMoto          1:58.375
6)       Ted Rich                     Lightning            Rit

  • Share/Bookmark

eCRP al TT Circuit Assen per disputare il terzo round del TTXGP EUeCRP at the TT Assen Circuit to race the third round of the TTXGP EU

domenica, 7 agosto 2011

Dopo la gara congiunta FIM e-Power e TTXGP di Laguna Seca che ha visto scendere in pista Alessandro Brannetti insieme alla californiana Shelina Moreda con il grande entusiasmo del pubblico, la eCRP, il suo team, il pilota ufficiale “Branna” e il pilota aggiunto Alex Battistini saranno impegnati ad Assen, nel circuito leggendario TT per la terza prova del campionato europeo del TTXGP 2011.
Il prossimo weekend, CRP Racing, l’unico team italiano iscritto al campionato di moto elettriche, scenderà sul tracciato olandese, considerato uno degli impianti più importanti per quanto riguarda la storia delle due ruote.
Costruito nel 1955 e rivisitato negli anni successivi fino all’ultima grande modifica del 2006, in cui si è ridotta la lunghezza del tracciato, il TT Circuit Assen continua ad essere considerato particolarmente difficile, capace di mettere a dura prova mezzi e piloti per i curvoni veloci e per gli scarsi rettilinei.
Il Branna, che proprio ad Assen nel 2010 aveva conquistato la prima gara del TTXGP EU, sabato e domenica porterà la eCRP in pista, con l’obiettivo di giungere a punti per la classifica del campionato, insieme al compagno Alex Battistini.

Programma:
sabato 6 agosto
9.35 – 9.55 prove libere
domenica 7 agosto
9.20 – 9.50 prove di qualifica
13.35 – 13.55 GARA

Le foto di LAGUNA SECA sono disponibili:After the joint race FIM e-Power and TTXGP at Laguna Seca that brought on track Alessandro Brannetti and the Californian Shelina Moreda arousing great enthusiasm among people, the eCRP, the team, the official rider “Branna” and the additional rider Alex Battistini will be in Assen, the legendary TT circuit for the third round of the European TTXGP 2011.
Next weekend CRP Racing, the only Italian team entered the league of electric racing motorcycles will be on the Dutch track, considered one of the most important facilities with regard to the history of two wheels.
It was built in 1955 and changed in following years until the last great renovation in 2006, which reduced the length of the track, the TT Assen Circuit is still considered very difficult, able to put to the test vehicles and riders for the several fast curves and for few straights.
The Branna, who in Assen in 2010, won the first race of the TTXGP EU, next Saturday and Sunday will bring eCRP on track, with the aim of achieving points for the championship, along with his mate Alex Battistini.

Schedule:
Saturday August 6th
9.35 am – 9.55 am free practice
Sunday August 7th
9.20 am – 9.50 am qualifying session
01.35 pm – 01.55 pm RACE

LAGUNA SECA photos are available at: http://www.ecrp.eu/en/ecrp-world.html

Stay tuned!
www.ecrp.eu
http://www.facebook.com/CRP.Racing
http://twitter.com/#!/eCRP_EV
http://www.youtube.com/user/crpgroup
http://www.flickr.com/photos/crpgroup

  • Share/Bookmark

Stk Assen: Giugliano festeggia la prima vittoria

domenica, 17 aprile 2011

Dopo le sessioni di prove e qualifiche nelle quali Giugliano ed il team Althea Racing avevano gia’ dimostrato il loro grande potenziale, sono riusciti a dominare anche nella prima gara della Superstock 1000. Giugliano ha comandato la manche dall’inizio alla fine, portando a casa una fantastica prima vittoria per il team Althea Racing nella categoria STK sul circuito TT di Assen.

Davide Giugliano, carico e determinato, questa mattina e’ partito come un missile dalla pole position, prendendo subito il comando della gara mentre il suo compagno di squadra Lorenzo Baroni e’ stato purtroppo imbottigliato dal traffico della prima curva, che lo ha costretto a perdere un paio di posizioni e transitando al settimo posto alla fine del primo giro. Entrambi i piloti hanno trovato un buon ritmo, e mentre Giugliano manteneva la prima posizione, Baroni riusciva a sorpassare prima Morais e poi sia La Marra che Zanetti, per posizionarsi quarto al termine del quinto giro. A causa di una perdita di grip nell’ultima fase della gara, Lorenzo purtroppo non riusciva a raggiungere i piloti che lo precedevano, ma era comunque soddisfatto della sua quarta posizione finale. Giugliano, nonostante gli sforzi di Petrucci alle sue spalle, ha saputo come difendersi, passando sotto la bandiera a scacchi in prima posizione, festeggiando così la sua prima vittoria con il team Althea Racing e la sua prima vittoria in assoluto nella categoria Stock.

Davide Giugliano
“Sapevo che potevo fare molto bene oggi. Ho cercato di scappare ma Danilo mi e’ rimasto vicino, con un passo molto veloce. I miei avversari erano veloci, ma ho sfruttato il fatto che in certe sezioni della pista io ero il piu’ veloce. Hanno provato ad attaccarmi, ma fortunatamente sono riuscito a controbattere ogni assalto. E’ una vittoria bellissimo, ancora piu’ bella perche’ si tratta della mia prima vittoria nella categoria STK 1000. Ce l’abbiamo messa proprio tutta oggi. Anche se questo a volte sembra il lavoro di un uomo con la sua moto, la verita’ e’ che serve anche un team molto forte, un team come quello dell’Althea Racing. Ringrazio tutti i ragazzi che hanno lavorato cosi’ bene per tutto il weekend permettendomi di conquistare questa splendida vittoria.”

Lorenzo Baroni
“La gara e’ andata abbastanza bene, sono contento a meta’ perche’ oggi avevamo il passo per poter fare un podio. Da meta’ gara in poi, una volta liberatomi dal traffico, ho girato con il passo dei leader. Ero abbastanza veloce ma purtroppo il gruppo davanti a me aveva gia’ qualche secondo di vantaggio e non sono a recuperare nonostante avessi trovato un buon ritmo. Speravo di poter riacciuffare Barrier per conquistare la terza posizione ma sara’ per la prossima volta. Complimenti a Davide che ha fatto veramente una bella gara.”

Adriano Coppola – Team Coordinator del team Superstock, Althea Racing
“E’ andato tutto molto bene, E’ da venerdi’ che siamo davanti e quindi abbiamo confermato in gara che il lavoro svolto nelle sessioni era valido e siamo riusciti a raggiungere il nostro obiettivo. Ringrazio Davide e Lorenzo che hanno saputo gestire bene la gara dall’inizio alla fine e ringrazio tutto il team. Abbiamo cominciato molto bene direi. Mi dispiace un po’ per Lorenzo perche’ se non avesse perso tempo nei primi giri, avrebbe potuto lottare anche lui per il podio in quanto aveva il passo giusto per poterlo fare – lo conferma il fatto che il suo giro piu’ veloce era ancora piu’ veloce di quello di Davide”.

RISULTATI: 1. Giugliano (Ducati); 2. Petrucci (Ducati); 3. Barrier (BMW); 4. Baroni (Ducati); 5. Staring (Kawasaki); 6. Antonelli (Honda); 7. La Marra (Honda); 8. Ten Napel (Honda); 9. Zanetti (BMW); 10. Canepa (Kawasaki)

CLASSIFICA: 1. Giugliano (Ducati) 25; 2. Petrucci (Ducati) 20; 3. Barrier (BMW) 16; 4. Baroni (Ducati) 13; 5. Staring (Kawasaki) 11; 6. Antonelli (Honda) 10; 7. La Marra (Honda) 9; 8. Ten Napel (Honda) 8; 9. Zanetti (BMW) 7

  • Share/Bookmark

Mondiale Moto Elettriche: il nostro parere sulla separazione dei campionati tra TTXGP ed Epower

martedì, 31 agosto 2010


In risposta al post di motoelettriche.wordpress.com che ci cita in QUESTO POST come sostenitori di una certa tesi pubblichiamo il seguente post di precisazione per chiarire meglio il nostro personale punto di vista sul tema:

Salve a tutti ed in particolare rinnovo i miei auguri all’autore di motoelettriche con cui ho spesso piacevoli e vivaci confronti su un tema che appassiona entrambi quale appunto è il mondo delle competizioni di moto elettriche.
Volevo solo però in questa sede esprimere una precisazione:
E vero che entrambi condividiamo l’idea che il campionato Mondiale di Moto elettriche dovrebbe essere uno solo.
Quello che non condividiamo tuttavia è a quale modello esso  si dovrebbe conformare.
Dal nostro punto di vista sarebbe andato tutto a meraviglia se la FIM fosse rimasta ai patti iniziali abbozzati con Azhar Hussein pochi giorni dopo il successo del TT elettrico 2009 per cpoi cambiare completamente idea a pochi mesi di distanza…

A nostro avviso con la gestione Hussein CONCEPITA espressamente sulle peculiarità dell’elettrico senza tentare di ricreare i meccanismi delle gare termiche , tutto sarebbe andato a meraviglia perche la gestione Hussein sarebbe stata snella , avrebbe portato un folto  gruppo di partecipanti tutti motivatissimi ,  e si sarebbero piu facilmente trovate risorse economiche per fare un mondiale come dio comanda.

Invece la separazione dei campionati che risultati ha portato?
Caos rischiando anche di inficiare il duro lavoro svolto fin qui dagli organizzatori del TTXGP
un fatto è certo: la TTXGP non godendo di alcun supporto ufficiale e sospinto da piccole aziende se paragonate ai colossi del mondo dei veicoli termici, dà visibilità ma non distribuisce abbastanza soldi, mentre al contrario la e- power avendo alle spalle la FIM e l’indotto “termico” ( che però avendo dietro di se le grandi case ufficiali assolutamente impreparate sul tema, non vede di buonissimo occhio l’ indotto delle moto elettriche soprattutto in periodo di crisi)  dà soldi per partecipare alle trasferte ,  ma di fatto sui media non da visibilità alcuna, limitandosi a porgere uno spettacolo indigesto ad un pubblico di NON INTERESSATI che vedono le moto elettriche come un palloso intermezzo e che si gira i pollici in attesa che comincino le gare “vere” con i motori che fanno brum brum,  e solo a Laguna Seca è riuscita a mostrare uno spettacolo decente come livello di competitività,  ma  solo grazie alla presenza di MotoCZYSZ e Lightnight presenti UNA TANTUM solo per sfruttare l’effetto mediatico dell’episodio , per giunta spesati e con la possibilità di pubblicizzare i loro prodotti …vorrei inoltre far notare che i due team in oggetto hanno mostrato un livello di competitività inarrivabile per gli attuali leaders del campionato epower.
in sintesi : a mio modesto avviso la formula dell’epower che io considero una formula “parcheggio” si è dimostrata fallimentare perche punta tutto su foraggiare i team e sul creare concomitanze con le gare di veicoli termici, con il risultato che la stampa presente che vede queste moto come oggetti misteriosi pilotati da perfetti sconosciuti,  IGNORA totalmente le gare dell’epower e quindi l’effetto mediatico è inesistente perche le moto elettriche non reggono il confronto mediatico con veicoli che già corrono da oltre un secolo . FIM oltretutto risulta poco efficace ed incisiva nel rendere lo spettacolo appetitoso ai media visto che non mette a disposizione canali informativi dedicati . Qualcuno di voi sa come trovare su google il sito ufficiale dell e-power? riuscite a pescare su youtube filmati delle gare e-power? io francamente no… non esiste un sito specifico ma è tutto dentro al calderone del sito FIM , con poco uso di tag e di strumenti di indicizzazione adeguati.
sapete che idea mi sono fatto? che l’e-power in realtà è nato solo per:

1)temporeggiare e dare una reazione ecologica alla FIM di fronte al successo TTXGP mentre invece per anni le gare dell ‘ ex mondiale FIM son state disputate nel piu totale disinteresse.
2)togliere sponsor e risorse utili alle ambizioni di Hussein
3)permettere ai grandi costruttori termici di guardarsi intorno… tenere d’occhio i team piu promettenti , fare la spesa e comprare a basso prezzo la tecnologia sviluppata con duro lavoro dei microteam presenti e fare debuttare “ufficialmente” le gare elettriche quando anche Honda, Suzuki , Yamaha , Ducati e compagnia decideranno di partecipare… nel frattempo , meno se ne parla e meglio è…

al contrario invece la TTXGP  lavora sul presente ed ha messo in campo due campionati competitivi e spettacolari con una rapida crescita della competitività ed un buon interesse degli sponsor della filiera ecologica. se si eccettua il bug organizzativo italiano, causato inbuona parte dal fatto che nel nostro paese allo stato attuale non c’è semplicemente alcun interesse ad organizzare gare di veicoli elettrici e pertanto nel passaggio della patata bollente tra federmoto, CRP in ruolo di coadiuvante l l’organizzazione di Hussein stessa , si è dovuto semplicemente prendere atto di tutto questo ovvertro che non esistevano i partecipanti per fare un campionato a casa nostra senza foraggiare le trasferte ad una maggioranza di team stranieri,  e nel breve tempo rimasto spostare le gara ad Assen e Brands Hatch in una formula a doppie maches,  con una soluzione che a mio avviso è piu che soddisfacente visto in che stato erano andate le cose  …

La formula dei “gironcini” nazionali in nordamerica , inghilterra e europa però ha permesso di contenere i costi visto che le risorse d distrubuire erano poche, e al tempo stesso essa promette di portare ad albacete un gruppone di team e di piloti di ottimo livello pronti a darsi battagli all’ultimo sangue…

e fine anno di chi pensaite che si parlerà? del campionato ufficiale e-power vinto quasi sicuramente da Betti o dell’esito di una battaglia al fulmicotone tra Agni , CRP, Betti,  Zero Agni, Lightnight , Mavizen , Tork, Norton Electra e chi piu ne ha piu ne metta? e credetemi…la gente che andrà ad Albacete ci andrà per vedere questa sfida e non per saturare il tempo nell’attesa della MotoGP o della superbike…

Giuliano Campagnola

  • Share/Bookmark

la eCRP , la prima moto TTXGP (elettrica) italiana, effettua i primi test a Monza

lunedì, 22 marzo 2010

2

In occasione della conferenza stampa di presentazione del Campionato CIV tenutasi a Monza il 19 Marzo , la Crp ha mostrato al pubblico per la prima volta in movimento , il prototipo della TTXGP di cui e costruttrice, realizzata per correrere nel campionato mondiale per moto elettriche che sarà messa a disposizione dei piloti privati. CRP infatti non correrà nel TTXGP con un team proprio ma fornirà le moto a tutti coloro che vorranno partecipare al campionato. inoltre l’azienda modenese parteciperà al CIV2010 con il pilota Davide Stirpe, vincitore del Trofeo Honda 2009.

[nggallery id=80]

  • Share/Bookmark