Articoli marcati con tag ‘strade’

Il mondo della TTXGP piange Matthew Dieckmann

mercoledì, 1 settembre 2010
Abbiamo appena appreso dal sito ufficiale TTXGP la notizie della morte accidentale di Matthew Dieckmann noto nell’ambiente come il fondatore della rivendita di componenti elettrici Electric race bikes e della omonima squadra concorrente nel TTXGP USA .
La scomparsa sarebbe avvenuta per effetto di un incidente dai contorni ancora poco chiari. Di certo  si sa che Matthew 29 anni, residente e nato a Santa Rosa, stava guidando sulle strade cittadine una  sua moto elettrica e che per cause ancora da chiarire avrebbe subito l’urto contro un altro veicolo.
.
Rivolgiamo un pensiero affettuoso alla famiglia .
.
Electric bikes races : http://www.electricracebikes.com/

Pressdemocrat Link: Santa Rosa Press Democrat Newspaper

TTXGP: http://www.egrandprix.org/news.php?id=138

  • Share/Bookmark

Racing Green Endurance ovvero: Il giro del mondo con una barchetta elettrica da 200KM/H per 460 Km di autonomia.

domenica, 22 agosto 2010

Non stiamo parlando di un gruppo di fanatici della new age che stanno facendo il giro del mondo a bordo di un furgoncino Volkswagen elettrico intonando canzoni di Joan Baez e fumando marjuana, nè di visionari che predicano la fine del mondo entro il 2010 dopo aver visto il film di Gore…

Racing Green Endurance è l’opera di un team di ingegneri e di piloti che vogliono convincere il mondo che l’elettrico non è il FUTURO ma il PRESENTE. hanno allestito una barchetta RADICAL  SRZero in tutto e per tutto uguale a quelle che corrono nei capionati per vetture sport biposto con delle batterie al litio ed un motore elettrico ad induzione sfruttando l’aerodonamica e la leggerezza , ma con settaggi che permettessero alla stessa di poter viaggiare su delle comuni strade aperte al traffico ed hanno quindi incominciato, partendo da Londra , a fare il giro del mondo a tappe di 360 km alla volta ricaricando il veicolo nottetempo e documentando giorno dopo giorno con fotografie e filmati l’intero viaggio indicando il livello di carica delle batterie , gli inconvenitenti riscontrati , la gente incontrata lungo il viaggio ecc…

nella tappa da Londra a Dover lungo il viaggio verso Parigi sono stati compiuti ben 460 km su strada normale aperta al traffico e c’era ancora un avanzo di carica del 10%

Ci ripromettiamo da oggi di continuare a seguire le tappe successive di quest’impresa apparsa anche nella giornata di oggi sui telegiornali italiani… trovate comunque spazio per ogni approfondimento su http://www.racinggreenendurance.com ….ma se avete qualche problemino con l’inglese rimanete su motorcafe nelle settimane a venire.

i video del viaggio vengono via via postati su http:/www.vimeo.com

  • Share/Bookmark

TREXA PLATFORM: l’auto elettrica te la fai da te!

venerdì, 22 gennaio 2010
il pianale elettrificato TREXA

il pianale elettrificato TREXA

Devo dire che ossero sempre stupito in che modo le cose si muovono attorno al mondo dell’elettrico… è incredibile come questa rivoluzione assomigli a quanto avvenne piu di cento anni fa quando le prime auto a benzina e a vapore facevano timidamente capolino sulle strade , mentre sulle prime tra i costruttori ufficiali di carrozze a cavalli NESSUNO osò cimentarsi nella motorizzazione di un veicolo esistente. dal resto le perplessità erano molte… i primi motori a benzina erano estremamente inaffidabili , la benzina veniva vaporizzata nei cilindri ed ancora non esisteva un vero carburatore… la pompa dell’olio era a mano e bisognava ricordarsi di azionarla ogni tanto, l’avviamento era a manovella ed accenderli era una vera impresa… le auto a vapore per contro richiedevano una lunga preparazione preventiva per mandare in temperatura la caldaia e cominciare a produrre vapore e di tanto in tanto c’era il richio di esplosione… dal momento che c’erano molti problemi da risolvere la varietà tecnica di questi veicoli era ampissima e la risoluzione dei problemi dal momento che si vagava in un campo inesplorato era affidata all ingegno ed alla fantasia di pochi spavaldi pionieri . Ora che l’era dei veicoli a combustione interna ha piu di cento anni di storia chi l’avrebbe detto che con l’arrivo dell’elettrico saremmo ritornati all’epoca in cui si compra il pianale e lo si porta dal “carrozziere” per farlo allestire. Non stiamo scherzando! è tutto vero! il costruttore americano TREXA ha presentato un vero e proprio pianale bell’ e pronto per poterci appiccicare sopra una carrozzeria e partire! la struttura è in tubi di acciaio al carbonio , aluminio , materie termoplastiche e fibra di carbonio ed al suo internopuo alloggiare batterie al litio ferro fosfato abbastanza grandi da poter fare 170 km con una carica il tutto spingendo una coppia di motori capaci di spingere il veicolo a 160 orari e di accelerare da zero a 100 in 8 secondi netti. all’interno del veicolo c’è un caricatore da 6 kw capace di compiere una piena carica in 4 ore (a patto di avere una presa che regge i 6 kw contro i 3 di un impianto casalingo normale). se siete curiosi andatevi a vedere il sito del costruttore http://www.trexa.com/ fonte www.trexa.com

  • Share/Bookmark

11-13-Dicembre – FIM Ride Green Eco Enduro è la prima gara al mondo di enduro a MX per moto elettriche.

domenica, 6 dicembre 2009

Eco Enduro in Denmark

Eco Enduro in Denmark

La garà si svolgerà durante il COP15 – la Conferenza sui Cambiamenti Climatici delle Nazioni Unite. Lo scopo della gara è mostrare al mondo che gli sport meccanici possono essere ecologicamente responsabili ed è organizzata per cercare nuove strade e soluzioni innovative per ridurre l’impatto negativo degli sport sul clima mondiale.

- ma soprattutto in questo modo il FIM Ride Green Eco Enduro è anche la vetrina per un buon comportamento climatico – dimostrando al mondo che ridurre le emissioni di carbone è “un business abituale” – e non deve cambiare il modo in cui viviamo la nostra vita.

Per quel che riguarda la palma di miglior costruttore sarà sfida aperta fra Quantya e Zero

La griglia dei partecipanti provenienti da ben 12 nazioni  é di tutto rispetto essendo  stata assicurata la presenza anche di Joël Smets (Belgian), David Casteu (French), Luca Manca (Italian), Ruben Faria (Portuguese) et Stéphane Henrard (Belgian) , per l’italia saranno presenti anche Matteo Graziani e Matteo Amperio , quest’ultimo alla guida di una Quantya ufficiale della Quantya switzerland quindi ci sono tutti i presupposti affinche i colori nazionali siano ben difesi…

ecco la griglia ufficiale:

David Casteu # 1 Team TopCamp Feddet F website
Luca Manca # 2 Team TopCamp Feddet I website
Jöel Smets # 3 Team TopCamp Feddet B website
Fredrik Georgsson # 4 Team SVEMO S website
Fabien Planet # 5 Team TopCamp Feddet F website
Jørgen Bitsch # 6 Team Opus DK website
Matteo Graziani # 7 Team TopCamp Feddet I website
Brian Kjær Jørgensen # 8 Team Quantya Danmark DK website
Jan Stæchmann # 9 Team DMU DK website
Pål Anders Ullevålseter # 10 Team Norway N website
Stéphane Henrard # 11 Team Quantya Danmark B website
Mikkel Caprani # 12 Wind Estate DK website
Annie Seel # 15 Sweden Challenge S website
Kevin Verner # 18 Team JØ Racing DK website
Anna Jørgensen # 19 Team JØ Racing DK website
Thomas Eilersen # 20 Team Quantya Danmark DK website
Peter Sevel # 22 Team Tycho Brahe Planetariet DK website
Claude Delumeau #23 F website
Matteo Aperio # 24 Team Quantya Switzerland I website
Thomas Kongshøj # 29 Team Heart Made DK website
Energi DK 1 # 30 Team Energi Danmark DK website
Energi DK 2 # 31 Team Energi Danmark DK website
Amel Advocaat # 32 Team KNMV NL website
Jesper Kjær Jørgensen # 33 Team MX2Green DK website
Markus Schade # 61 D website
Klaus Nennewitz # 66 Team Quantya Switzerland D website
Vanja Kollmann # 77 Team SVEMO S website
Tommy Heimberg # 80 CH website
Lars Christoffersen # 111 Team Quantya Danmark DK website
Robbin Harms # 127 Team Quantya Danmark DK website
Mette Andersen # 175 Team Quantya Danmark DK website
Mads Mikkelsen # 410 Team Quantya Danmark DK website
Valdemar Fricke # 535 Team MX2Green DK website
Jens Ø # 606 Team JØ Racing DK website

fonte:http://twitter.com/ecoenduro

  • Share/Bookmark

Arriva la Luis , la Cino-Tedesca elettrica sotto i 12.000 euro

mercoledì, 9 settembre 2009
la Luis Free

la Luis Free

La Luis nasce su un modello molto popolare in cina , le cui forme equivalgono a quelle della Chevrolet-Matiz vecchia serie e si riconoscono dalla linea di cintura. parte della scocca però e in fibra di vetro e sarà equipaggiata con due motorizzazioni , 5,5 kw e 8 kw . il modello a bassa potenza sarà classificato come NEV e sarà capace di una velocità massima di 60 km/h e comunque a secondo dei paesi avrà prestazioni tali da poter essere guidato senza patente (in italia con il vincolo dei  quadricicli da 400 kg credo sarà difficile) mentre la seconda con una velocità massima di 80 km/h è una vettura a tutti gli effetti destinata all’uso cittadino e sulle strade provinciali ed entrambe le versioni saranno capaci di una autonomia di ben 200 km. allacciandola ad una normale presa di corrente si carica all’ 80% in due ore e totalmente in 5 ore. fonte:autobloggreen.com

  • Share/Bookmark

BRAMMO ENERTIA competitor al TTXGP presenta il suo sponsor BEST BUY

venerdì, 29 maggio 2009

La Brammo Enertia produttore di moticicli elettrici e iscritta al TTXGP (che ricodiamo è la categoria del Tourist Trophy in cui corrono motocicli elettrici provenienti da ogni parte del mondo) ha ora uno sponsor ufficiale: la BEST BUY che è anche sponsor di un team che corre nel campionato Nascar.

La Brammo Enertia TTR è realizzata sulla base telaistica del modello originale di serie ma monta sospensioni più sofisticate della Marzocchi con freni radiali Brembo , un motore spinto da batterie da da 8Kw/ora Litio Polimeri , ed il mezzo è accreditato per una velocità massima di 160 km orari… un pò poco a dire il vero tuttavia i costruttori confidano nel fatto che la leggerezza del mezzo (360 pounds) e le qualità di telaio e sospensioni permettano al mezzo di ben figurare… tuttavia sapendo a che media si gira al TT pur tra tombini , muretti e dossi non so fino a che punto la leggerezza compenserà il deficit di cavalli… ad ogni modo buona fortuna alla Brammo che dopo questa esperienza agonistica intende lanciare nel giro di sei mesi una versione stradale di questo bolide carenato per la gioia di chi vorrà guidarla sulle nostre strade.

  • Share/Bookmark

3° HONDA4Fest: Cereglio(BO) 20-22 Maggio 2005.

lunedì, 9 maggio 2005

YOU MEET THE NICEST PEOPLE ON A HONDA. AGAIN.

La terza edizione dell’Honda4Fest è alle porte: tra poco meno di due mesi, precisamente dal 20 al
22 maggio prossimo, le colline dell’Appennino tosco-emiliano saranno invase dalle mitiche Honda
“Four” degli anni Settanta.
La community di Honda4Fun (www.honda4fun.com), il sito dedicato alle indimenticabili quattro cilindri
giapponesi, si è data ancora appuntamento presso il Centro Sportivo “I Prà” (www.peripra.com) di
Cereglio, a due passi da Bologna, praticamente tra Modena e Sasso Marconi: una località centrale,
facilmente raggiungibile percorrendo strade meravigliose, che sembrano disegnate apposta per i
motociclisti e che hanno fatto da sfondo a corse leggendarie, come la Vergato-Cereglio.
L’edizione di quest’anno celebrerà il trentesimo anniversario della Honda “CB 400 Four Super Sport”,
motocicletta che riscosse un notevole successo tanto in Italia quanto all’estero. L’unicità dell’evento,
inoltre, farà convergere su Cereglio una significativa presenza di appassionati europei in rappresentanza
dei numerosi sodalizi dedicati alle Honda “Four”.
L’Honda4Fest 2005 si è notevolmente arricchita rispetto alle precedenti edizioni. Per cominciare, chi
arriverà il venerdì potrà disputare una gara di tiro a segno con carabina e pistola presso il Poligono
di Vergato (BO). Al sabato, invece, è previsto un giro turistico delle località intorno a Cereglio, che
comprende la visita a un’azienda agricola e che si concluderà con una singolare prova di regolarità
con… autovelox! La serata si chiuderà con il falò e il concerto dal vivo.
Durante tutt’e tre i giorni, i partecipanti avranno a disposizione gratuitamente un’area per mettere a
punto le proprie motociclette, lo spazio per piantare le tende, bagni e docce, una griglia per cucinare
e un set fotografico per farsi ritrarre insieme alla propria moto.
A tutti, inoltre, spetterà una birra di benvenuto, offerta da Classic Motorcycle Supplies (www.cmsnl.com),
il punto di riferimento europeo per chi cerca ricambi originali per le Honda “Four”.
La partecipazione all’Honda4Fest è gratuita e aperta a tutti (“Four” e non “Four”, Honda e non Honda),
nel pieno rispetto della filosofia sulla quale si fonda la community di Honda4Fun.
BE ONE OF US
Con preghiera di pubblicazione
Per ulteriori informazioni contattare Thomas Mantero
tums@honda4fun.com

  • Share/Bookmark