Articoli marcati con tag ‘siemens’

TTXGP USA Miller : La Motoczysz domina il week end ma la Brammo vince il campionato!

venerdì, 16 settembre 2011

da: http://motoelettriche.wordpress.com/

L’ultima tappa del campionato nazionale americano TTXGP ha visto tutte le big a stelle e strisce concorrere sul Circuito del Miller Motorsport Park (eccezion fatta per la Mission Motors assente)e spiccare il dominio della Motoczysz; dietro di lei si sono classificate con ritardi rilevanti in ordine l’ormai eterna seconda Lightning e terza la Brammo che grazie al podio si aggiudica anche la serie.

Le novità in gara non sono mancate : la Motoczysz ha fatto il suo primo debutto in pista con alla guida un pilota professionista come il veterano Shane Turpin , la Lightning è riuscita finalmente a far scendere in pista la seconda moto apparentemente identica alla prima ma con un diverso pacco batteria limitato a 7.5 kWh per rientrare nella categoria TTX75 mentre la Brammo ha confermato l’aggiornamento introdotto dall’appuntamento di Laguna Seca con un potenziamento del suo pacco batteria portato a oltre 13 kWh.

Conclusioni.

Le prestazioni della Motoczysz non hanno lasciato spiragli di fiducia agli avversari sin dalle prime libere il dominio è stato schiacciane sue infatti le libere , la Pole , la vittoria e il giro veloce ; i tempi di Shane Turpin attorno al 1.36 alto hanno battuto gli stessi fatti registrare dalle 600 cc. durante il week end segno di un‘incredibile competitività che sicuramente avrà lasciato qualche rimpianto al Boss Michael Czysz ripensando alla gara di Laguna Seca dove peccando di superbia ha ritardato il debutto di un pilota professionista sulla EPC1 risultando secondo al traguardo dietro alla Mission R che aveva già affrontato questa scelta.                                                                      La Lightning torna in pista dopo il record di velocità segnato sul lago salato di Bonneville orfana del suo pilota Barnes sostituito da Tim Hunt e fa debuttare proprio all’ultimo appuntamento la seconda moto riservata alla categoria TTX75 riconoscibile per una livrea completamente Black con ottimi riscontri dal punto di vista delle prestazioni visto il sorpasso con disinvoltura effettuato sul rettilineo ai danni della Brammo (vedi il video sottostante) .                                 La Brammo Empulse RR guidata da Stave Atlas è la nuova regina del campionato TTXGP USA pur avendo delle prestazioni inferiori rispetto a moto come la Motoczysz la sua costanza di partecipazione alle gare ha pagato nei punteggi finali mentre seconda in classifica si conferma ancora una volta la Moto Electra di Thad Wolff che pur essendo costruita completamente con pezzi commerciali era in lizza per la vittoria finale sino a quest‘ultimo appuntamento.

Classifica al traguardo:

Num.     Pilota                    team                      giro record

1)       Shane Turpin              Motoczysz           1:31.533
2)       Tim Hunt                   Lightning             1:39.604
3)       Steve Atlas                 Brammo              1:42.331
4)       Thad Wolff                  MotoElectra       1:45.472
5)       Ely Schless                  ProtoMoto          1:58.375
6)       Ted Rich                     Lightning            Rit

  • Share/Bookmark

TTXGP UK e EURO :Prime prove a Brands HatchTTXGP Brands Hatch First Practice

domenica, 3 ottobre 2010

Tutti insieme appassionatamente: questa è la formula che ha movimentato l’evento TTXGP di questo fine setttimana , in quanto i partecipanti delle due categorie corrono insieme per poi prendere punti nelle rispettive formule ottenendo finalmente un parco partenti piu che dignitoso e contemporaneamente mettendo in evidenza confronti tra moto che non si erano mai visti prima…

Cronaca: cominciamo con il dire che stavolta ci sono le due Munch (già note come XXL nel TT 2009) , motociclette realizzate su base telaistica Laverda e con la collaborazione di Siemens per la parte motoristica e recentemente rinnovate nell’aerodonamica e caratterizzate per una trasmissione finale a cinghia dentata che evidentemente fa guadagnare qualcosa in efficienza globale.

A differenza di quanto avvenuto ad Assen dove ricordiamo c’era la concomitanza con la gara e-power di Imola , qui le due moto sono solo state annunciate ma finalmente sono davvero  della partita e dal resto erano molto attese dato il loor livello di competitività, e per loro le cose si sono messe subito bene con Himmelman in pole provvisoria staccando un 57,685 seguito a poca distanza da Brannetti su e-crp 1.2 con 58.038

La moto italiana realizzata dal team CRP racing sulla base delle esperienze in Moto2 e GP 125 è molto competitiva e segue a vista la Munch con Alessandro che sta imparando in fretta tutte le malizie della gestione in gara dell’energia, punto chiave della strategia di una gara TTXGP… il passo mostrato in prova comunque è ottimo. la Munch recentemente rinnovata è forte ma la eCRP è davvero a poca distanza quindi si puo lottaresul passo di gara… spesso infatti abbiam visto piloti distanziati anche di un secondo sul giro in prova , emergere poi sul passo di gara perche tutto sta al passo che le batterie ti permettono di compiere sull’intera gara e non sul singolo giro e sappiamo che come efficenza globale la “nostra” eCRP  è messa piuttosto bene.

Alessandro ha asserito: “avevo già corso qui a Brands Hatch ma con il bagnato… con l’asciutto è veramente fantastico.spero di mantenermi con questo passo per tutto il weekend”

Al terzo posto c’è la Campus , proposta su base R6 dall’ateneo belga di Spa francorchamp e guidata questa volta da Gregory Fastro con un tempo di 59,105.

Al quarto posto , nonchè primo dei britannici , James Mc Bride con la ManTTXHK2 sono un secondo dietro la Campus e dovrà fare qualche aggiustamento al settaggio della sospensione posteriore per migliorare il tempo che comunque tra i contendenti britain risulta decisamente interessante.

Quinto posto per la sempre velocissima Jenny TinMouth evidentemente qui alle prese con qualche problema tecnico , perche il passo evidenziato qui non è lo stesso di sempre… credo che la rivedremo piu veloce molto presto…ad ogni modo questo tempo è stato fatto con soli tre passaggi e dentro il team non c’0era preoccupazione.

Sesto posto sorprendentissimo per il debuttante team cinese TEAM Z con alla guida dell’altrettanto debuttante Chi Fung Ho… siamo molto curiosi di sapere in merito a questa moto perche sappiamo che la Cina è uno dei paesi piu tecnologicamente avanzati nel settore dei veicoli elettrici eed ha tutto l’interesse ad essere della partita. vero che potrebbe trattarsi di una iniziativa priovata ma quantomeno sappiamo quasi per certo che CHi fung non è il solito gentleman driver a bordo di una mavizen privata… immediatamente dopo al settimo posto troviamo la seconda MUnch guidata però stavolta non dall’italiano Scrocchi come avvenne ad Imola , ma dal tedesco Thomas Schuricht.

Con uno schieramento di partenza di ben 14 moto di cui 9 in 5 secondi , simo di fronte ad una gare ben al di sopra dei soliti standard della TTXGP… il weeekend promette MOLTO bene…

First official practice for the weekend got underway this morning. This was the first time that the teams from the TTXGP UK and European Championships got to size each other up. There were fourteen riders that took part this morning, just missing Rob Moon from Team Agni whose team are still readying the bike after Assen. The track was mainly dry, but with some damp patches around Druids, some riders were complaining of having to back off to avoid a front end washout.

The Europeans seem to have the measure of the UK teams, even on home soil with Matthias Himmelmann of Munch Racing topping the lap times, with a blistering 57.685 seconds, closely followed by Alessandro Brannetti of CRP Racing and Gregory Fastro of Campus Francorchamps with times of 58.038 second and 59.105 seconds, respectively. CRP and Campus seem set to be repeating their close battle at the TT Assen Circuit just a week ago.

Alessandro said, “I love the track here at Brands Hatch. I’ve only been here in the wet before; it’s fantastic in the dry. I hope that it stays this way for the weekend.” Making a few minor changes to the suspension for this evening’s session, Alessandro, currently tying at the top of the TTXGP EURO Championship has got to be a strong contender for pole.

The fourth quickest time is the first of the Brits, James McBride on the ManTTX HK2 machine, just over a second behind slower than Campus. The team are happy with James’ performance and he will be making some adjustments to the rear suspension set up for this evening’s qualifying session.

Jenny Tinmouth (Team Agni) closely followed James’ time, but only running for 3 laps for a quick shake down seems happy and confident of continuing her strong performance in the championship this weekend.

Newcomers to the series, Team Z with Chi-Fung Ho riding for them has set an impressive sixth quickest time this morning of 1:01.457, finishing ahead of the second Munch Racing rider, Thomas Schuricht.

With the top 9 riders setting times just 5 seconds apart, this weekend is already shaping up to be an exciting spectacle. More teams, more bikes and close times, this is going to be an awesome warm-up before the World Final/UEM at Albacete, Spain in a couple of weeks!

  • Share/Bookmark

Prove campionato e-power a Magny CoursPractice e-power championship in Magny Cours

venerdì, 10 settembre 2010

Si sono disputate le prime prove libere a Magny Course del campionato E-power. da segnalarsi la presenza di una seconda moto guidata sa Scrocchi Stefano  nel team Much , motocicletta dotata di telaio Laverda e Motore Siemens originariamente schierata nel primo TTXGP come XXL ,e divenuta poi Munch in seguito all’ interessamento del produttore delle omonime motociclette.

Da rilevare la rottura di uno dei due motori Agni sulla DR-Motors evento che metterà in forse la partecipazione della stessa alla gara.

questo il risultato:

1)49 - Himmelmann Mathias – Munch Racing Team -1:59.1833 133.23 km/h

2)36- Scrocchi Stefano – Munch Racing Team – 2:15.6145 – 16.431

3)22 - Deridder Thijs – DR Motors – 2:17.1042 – 17.921

4)115 -Thomas Betti – Betti Moto - 2:22.6094 – 23.426

5)17 - AMENDT Christian - Honda Epo Bike -2:22.8674 – 23.684

6) 38 – Betti Luciano - Betti Moto - 2:25.1202 – 25.9374

fonte:http://motoelettriche.wordpress.com

Yesterday was disputated the first practice session in  Magny Course for the E-power championship. Something new happens… The Much Team decide to run with a second Motorcycle too drived by the italian driver Scrocchi Stefano… we remember that this bike use an originalry Laverda Frame and one siemens engine and than it change name in Munch because Munch is the main sponsor of  team

We signaling the crash of one of the two Agni Engine over the DR-Motors that probably will compromise the presence of the bike in the race

That is the result:

1)49 - Himmelmann Mathias – Munch Racing Team -1:59.1833 133.23 km/h

2)36- Scrocchi Stefano – Munch Racing Team – 2:15.6145 – 16.431

3)22 - Deridder Thijs – DR Motors – 2:17.1042 – 17.921

4)115 -Thomas Betti – Betti Moto - 2:22.6094 – 23.426

5)17 - AMENDT Christian - Honda Epo Bike -2:22.8674 – 23.684

6) 38 – Betti Luciano - Betti Moto - 2:25.1202 – 25.9374

source : http://motoelettriche.wordpress.com

  • Share/Bookmark

Al via il campionato TTXGP – confermate le date nel Regno Unito e negli USA

giovedì, 26 novembre 2009

la XXL e la Agni Motors foto da: http://www.worldsbk.com

la XXL e la Agni Motors foto da: http://www.worldsbk.com

Tre eventi sono stati provvisoriamente confermati dalla Auto Union Cycle (ACU), per la prima edizione del campionato TTXGP UK 2010. La serie è sancita dalle ACU e sostenuto dagli inglesi Motociclisti Federation (BMF). Esso fa seguito alla TTXGP Isle of Man 2009, prima gara motociclistica ad emissioni zero tenutasi all’ Isle of Man TT nell’anno in corso. TTXGP Nord America Championship 2010 ha già confermato la sua prima gara a Infineon in California che si terrà il14-16 maggio 2010. I top Team delle due serie britannica e americana TTXGP 2010 si sfideranno poi in un gran finale nel mese di novembre (data e luogo da confermare).

Gli eventi UK Championship si terranno a Cadwell Park, Lincolnshire (3-4 luglio), Snetterton, Norfolk (17-18 luglio) e Castle Combe, Wiltshire (11 settembre).

Il fondatore TTXGP, Azhar Hussain, ha detto, “Siamo lieti di organizzare questi eventi in Inghilterra edringrazio tutti i soggetti coinvolti e che hanno lavorato duramente affinchè questo accadesse. Una nuova generazione di Gare sportive richiede un nuovo modo di pensare – occorre maggiore flessibilità e capacità di adattarsi in ogni momento alle esigenze che si vanno formando giorno per giorno. Ha bisogno di fede cieca e l’impegno totale per spingere oltre la linea. E ‘eccezionale poter collaborare con organizzazioni come l’ACU e BMF che non solo hanno la volontà di muoversi con noi, ma anche la capacità pratica di mettere in moto TTXGP UK. “

Dave Luscombe del ACU ha detto, “L’ACU è lieta di essere un partner per la creazione e la gestione del primo campionato mondiale di corsa su strada nazionale per i motocicli elettrici. Come corpo direttivo nazionale per lo sport motociclistico nel Regno Unito (esclusa l’Irlanda del Nord), l’ACU ha alimentato e sviluppato lo sport motociclistico britannico per oltre un secolo. L’ACU ritiene che lo sviluppo di questo ramo nuovi e innovativi del motociclismo aiuterà a garantire il futuro dello sport per i prossimi 100 anni. ”

Christopher Hodder, BMF, ha detto, “Il BMF è estremamente lieta che dopo molti mesi di duro lavoro con TTXGP, stiamo andando avanti con un nuovo campionato per tutto il Regno Unito, che avrà il pieno sostegno di tutti i membri della BMF’s. Questa serie saprà davvero dimostrare che il motociclismo elettrico è il futuro “.
Agni , la squadra, vincente da TTXGP Isle of Man 2009, è impegnata a proseguire il suo sostegno esclusivo per TTXGP e prevede di immettere sia il TTXGP Isola di Man 2010 e TTXGP UK Championship 2010. Altre squadre stanno arrivando a completare gli schieramenti, non solo per l’Isola di Man e del Regno Unito, ma per il TTXGP Campionati del Nord America del 2010.
Team Agni sarò presente con due moto che entreranno nella TTXGP UK Championship. Amministratore delegato Agni, Arvind Rabadia ha detto, “il 2010 ci vedrà il lancio della prossima generazione di tecnologia di Agni. 2009 è stato un successo eccezionale per Agni e siamo orgogliosi di continuare la nostra associazione con TTXGP che, sempre più, apre maggiori possibilità di successo , non solo per noi ma anche per i nostri clienti. Come TTXGP il Team Agni lavorerà per abbattere nuove frontiere. ”
Le iscrizioni sono aperte per tutti gli eventi TTXGP il 2010 e il team e piloti possono iscriversi e scaricare informazioni comprese le regole e regolamenti per la visita

Mary Donovan

  • Share/Bookmark

MISSION ONE a Bonneville mette a segno il record mondiale per veicoli elettrici!

mercoledì, 16 settembre 2009
Mission Motors a Bonneville a oltre 240 orari!

Mission Motors a Bonneville a oltre 240 orari!

Nello Utah c’ e un lago salato con una estensione di oltre 150 miglia quadrate che da tempo immemorabile e ormai teatro di tentativi di record da parte di gente che arriva da tutto il mondo , spesso con mezzi realizzati ad hoc ma qualche volta anche con degli accrocchi , alla ricerca di nuove barriere da infrangere.

Per il team Mission One , dopo un TTX un pò sotto le aspettative , con la vittoria della AGNI e record di velocità massima da parte della XXL curata dalla Siemens e solo un 4 posto come bottino di gara , l’obbiettivo era riscattarsi da questo risultato e scoprire i veri limiti velocistici della moto dopo la bruciante delusione di aver chiuso il giro dell’isola di Man a soli 105 miglia di media e quindi si e deciso di portare la moto a Bonneville e di cercare di raggiungere il massimo nei classici due tentativi lanciati.

Il veicolo e stato guidato da Jeremy Cleland ed il mezzo e stato allestito senza i freni anteriori e con un assetto particolarmente caricato sul davanti. il risultato e stato subito ottimo in quanto la media dei due passaggi e risultata di 150, 50 miglia pari a 240 KM/h mentre la velocità massima raggiunta e stata di ben 161 Miglia orarie pari a circa 260 km/h … decisamente un buon risultato che ripaga ampiamente degli sforzi fatti! a questo punto appurato che il motore spinge a dovere occorrerà lavorare sulla ciclistica e la distrbuzione dei pesi per far si che anche in pista si riesca a raggiungere una maggiore performanza… un appunto però ci sentiamo di farlo ai signori della Mission… come hanno fatto a calcolare per la moto di serie 240 orari dato che ee stato necessario andare a Bonneville per raggiungere questo risultato? non sono stati un filino ottimistici? o forse é previsto che nei 60.000 euro del prezzo di questi gioiello  c’è anche un viaggetto andata e ritorno per Bonneville? fonte: www.autobloggreen.com

  • Share/Bookmark

dalla Siemens USA una provocazione: il chopper elettrico!

venerdì, 14 agosto 2009
il chopper elettrico siemens

il chopper elettrico siemens

Forse sembrerà molto strano pensare che in un mondo come quello del chopper dove ad evolversi è solo e soprattutto l’estetica mentre tendenzialmente la base di partenza è più delle volte sempre la stessa con motori bicilindrici di grossa cubatura, telai rigidi privi o quasi di sospensioni posteriori e soprattutto dotati di sonorità fragorose , sembra davvero incredibile che qualcuno voglia andare a proporre una motorizzazione elettrica.

invece l’idea è tutt’altro che balzana e vi spiego perchè:

a)il target a cui i chopper sono destinati va sempre più verso un’età matura che è quella dei soggetti più attenti all’elettrico

b)avvicina alla moto soggetti che non hanno familiarità con il cambio a pedale

c)i costi per un chopper non sono mai un problema. parliamo di oggetti costruiti in pochi esemplari e con caratteristiche uniche. perchè non a questo punto offrire l’opzione elettrica su un oggetto che costerebbe altrettanto da omologare in esemplare unico?

d)il chopper spesso non è destinato a lunghissime percorrenze , serbatoi piccoli e cubature esorbitantio presuppongono range compatibili con il range di un buon elettrico più che sufficiente per il percorso casa -bar…

e)il chopper ha volumi ampi e gradi di libertà stilistica notevoli che permettono di realizzare anche un bell’oggetto senza essere troppo condizionati da idee preesistenti…

il prototipo fatto realizzare da siemens è capace di 27 cavalli e di una velocità di 160 km/h con una autonomia di circa 100 km con un tempo di ricarica medio di 5 ore.

realizzato dalla Orange County Choppers’ si tratta per ora soprattutto di una provocazione volta anche a sondare il terreno di potenziali acquirenti… non vi è per ora alcun piano di produzione ma non si esclude di accontentare future richieste.

fonte: siemens

  • Share/Bookmark

Il Sole del Deserto illuminerà l’europa. parte dalla germania il progetto per sfruttare il sole in Africa.

giovedì, 9 luglio 2009
progetto desertec

progetto desertec

L’anno scorso fece scalpore l’annuncio del progetto Desertec,  per produrre energia dal sole nei deserti del Nord Africa e soddisfare il fabbisogno energetico di buona parte dell’Europa , ma la notizia che al contrario di quanto avvenne nei media a carattere scientifico non prese piede piu di tanto attraverso i media di massa, per qualcuno odorava di “bufala”

Ma ora grazie ad una iniziativa tutta tedesca il progetto è finalmente ai nastri di partenza.Il prossimo 13 luglio a Monaco sarà ufficialmente annunciata la realizzazione di un primo step per un investimento di 400 miliardi di Euro da parte di un consorzio di venti grandi società capeggiato da Munich Re, colosso assicurativo tedesco, e comprendente Siemens, Deutsche Bank ed altri . l’idea è di produrre 100GW di energia dal sole che andrebbe solo con questo progetto a coprire più del 10% del fabbisogno di energia elettrica europeo. Più in dettaglio il progetto consiste nella creazione di una rete di grandi  impianti solari termici localizzati nel deserto del Sahara che attraverso estese superfici di specchi concentrano la radiazione solare e  scaldano l’acqua fino a 800 °C trasformandola in vapore che va ad azionare una turbina. L’energia così prodotta si andrebbe ad aggiungere al mix di energie rinnovabili, fotovoltaico, eolico e geotermico, prodotte nel vecchio continente , ma avrebbe anche un importante valore strategico poiché realizzerebbe gli obiettivi di una significativa diversificazione sia delle fonti di approvvigionamento che geografica.

Le potenzialità dell’irraggiamento solare dei deserti nordafricani sono enormi. E’ stato calcolato che se solamente il  2% della superficie del Sahara fosse coperto da impianti solari a concentrazione si potrebbe produrre il fabbisogno di energia del mondo intero, e basterebbe catturare lo 0,3% della radiazione solare che lo colpisce per soddisfare i bisogni dell’Europa… e chissà che non diventi l’opportunità per creare sviluppo in africa!

(fonte immagine: www.munichre.com/en/ts/engineering/special_topics/desertec/desertec_vision.aspx fonte articolo: http://www.pienosole.it)

  • Share/Bookmark

VIDEO:cominciano ad arrivare i primi team per il TTXGP… puntualissimi i tedeschi del team XXL

lunedì, 8 giugno 2009
Creative Commons by Frank Schuengel

Creative Commons by Frank Schuengel

Frank Schuengel è un abitante di Crown che trovatosi da quelle parti con una telecamera in mano , si è ritrovato ad immortalare in un video il primo team arrivato sull’isola di Man… nel video che potete vedere cliccando sulla foto ci sono le immagini che ritraggono il pilota Thomas Schönfelder mentre si sgranchisce girando in un minicircuito insieme ad una motocicletta a benzina… potrete notare tra l’altro la notevole differenza di rumore tra il rombo della motocicletta tradizionale ed il lieve sibilo emesso dalla XXL… il motore utilizzato è stato realizzato in collaborazione con la SIEMENS che ha contribuito anche alla messa a punto del sistema di frenata rigenerativa. notate le dimensioni abnormi della corona posteriore dovuta al fatto che il mezzo non impiega alcuna trasmissione intermedia alla primaria. il motore è comunque in grado di portare il mezzo fino a 200 km orari.

  • Share/Bookmark