Articoli marcati con tag ‘sfida’

Chip Yates batte tutti i record anche al Pikes Peakes 2011!Chip Yates 2011 Pikes Peak – Full Record Setting Race!

sabato, 2 luglio 2011

Le vicende di Chip yates e della sua fida cavalcatura, giunta ormai con l’ennesimo upgrade alla soglia dei 240 CV , ricorda un pò le vicende di Rambo e Rocky oltre il 4° episodio , dove praticamente si ritrova a battagliare con i marziani…  sta di fatto che oltre all’indiscusso valore come pilota del buon Chip , occorre rimarcare la pervicacia di un uomo che, messo fuori dai tutti i campionati ufficiali ed ufficiosi per il peso della sua cavalcatura , non perde l’occasione di andare continuamente alla ricerca di nuove sfide che riassumiamo brevemente: 1) sfida alle SBK a benzina nel campionato WERA dove si piazza 2° di categoria e 3°assoluto 2)sfida al record mondiale di velocità per moto elettriche a Bonneville , pienamente centrato benchè inferiore alle aspettative di Chip 3)sfida al pikes peak

Ebbene in quest’ultima impresa non era il range a preoccupare , ma bensì il fatto che un circuito montano con tratti sterrati non è certo la condizione ideale per andare a correre con una motocicletta elettrica da 240 CV ed oltre 270 kg … ma non è certo il manico e la voglia di darsi da fare che manca al buon  Chip , ed infatti il risultato è anche questa volta sorprendente: non solo il record di categoria è stato centrato , ma il tempo gli ha permesso di entrare nella TOP 100 piazzando la propria SWIGZ al 30° posto tra i migliori risultati di sempre. Chip però ha già detto che gareggerà il prossimo anno per entrare nella TOP 10.

ad ogni modo se volete anche questa volta stupirvi delle doti di accelerazione e di velocità di questo “mostro” vi invitiamo a vedere il video qui sotto:

This past weekend, Chip Yates checked off “make an amazing run up Pikes Peak” from his list of things to do to demonstrate the potential of electric-powered transportation. Coming second in the Exhibition Powersport class, his time of 12:50.094 bests the first-ever electric motorcycle effort made last year by over four minutes.

The run would no doubt have been more impressive had it not been for the 2.6-mile stretch of unpaved road. The bike went from hanging with the top ten to dropping just inside the top 100 on the dirt section. Overall, Yates finished in 30th place.

One thing is for sure, the 240-horsepower bike has crazy acceleration when it has clean pavement beneath it, and Chip says he’s gunning for a top 10 or better result when he gives it a go on next year’s completely paved surface. Hit the jump for the full run and enjoy the sound of the UQM motor’s sweet electric music winding out up the mountain. Thanks to all for the tips!

source: autobloggreen.com

  • Share/Bookmark

Elettrico al femminile con eCRP a Laguna Seca- La Driver Californiana Shelina Moreda affiancherà Brannetti nella gara USA

martedì, 28 giugno 2011

Modena, 27 giugno 2011. Il circuito di Laguna Seca ospiterà il 23 e il 24 luglio, durante il weekend del MotoGP, il terzo round del campionato per moto elettriche FIM e-Power con una special “guest”.

La griglia di partenza vedrà tra i suoi alfieri anche una amazzone, Shelina Moreda, in sella alla eCRP 1.4 del team CRP Racing.

Il mondo sportivo dell’elettrico continua a stupire il suo pubblico insieme alla eCRP che grazie ad una strategia senza frontiere, ha deciso di portare in pista una affascinante e temeraria californiana, appassionata di motori e di due ruote. Shelina, affiancherà il pilota ufficiale del team Alessandro Brannetti, il pilota professionista, vice campione del mondo 2010 in sella alla moto elettrica italiana eCRP.

La gara di Laguna Seca sarà naturalmente una vera sfida, che non lascerà tempo alla cavalleria perché si gareggia alla pari per aspirare al podio e alla vittoria, la bagarre è assicurata.

“Quando nel 2010 mi hanno chiesto diventare il pilota ufficiale della eCRP, non avrei mai pensato di poter arrivare a competere persino in America, con i miei colleghi del MotoGP. E’ vero che sono due gare completamente diverse, ma essere protagonista insieme al team CRP Racing a Laguna Seca ed essere l’unico team italiano in pista, non può che rendermi molto orgoglioso. Faremo del nostro meglio per salire sul podio”, afferma Brannetti.

Proprio così, il team CRP Racing sarà l’unica casa costruttrice italiana ad essere presente in America per il campionato FIM e-Power, tuttavia CRP Racing ha già potuto riscontrare un forte interesse da parte dei suoi sostenitori d’oltre oceano che attendono con grande curiosità la moto elettrica italiana, che per l’occasione sfoggerà un design a stelle e a strisce.

Mentre l’altro rider “speciale” di CRP Racing afferma: “Sono felice di poter partecipare a questa gara, non vedo l’ora di poter salire sulla eCRP 1.4 e di scendere in pista a Laguna Seca. Si tratta di un’emozione duplice per me, è la prima volta che guiderò una moto elettrica da corsa e ed è la prima volta che mi viene offerto da FIM un palcoscenico così importante come la vetrina di un weekend di gara proprio in occasione del MotoGP,” racconta Shelina Moreda.

Il campionato FIM e-Power è un trofeo dalle mille sfaccettature, in cui la parola d’ordine è gareggiare per divertirsi, accomunati dalla passione per lo sport e per la sana competizione.

La partecipazione di una ragazza pilota a questa gara rappresenta un segnale importante che è preludio di un forte cambiamento di rotta nel mondo del motociclismo.

Infatti, dati alla mano, il pubblico femminile si sta avvicinando sempre di più alle due ruote, andando a rappresentare una fetta importante del mercato motociclistico.

La storia di Shelina Moreda è una storia fatta di grande passione per le due ruote, una passione che le è stata tramandata dal padre con il quale gestisce la fattoria di famiglia in Petaluma, California. All’età di soli 12 anni si dilettava alla guida di moto da cross: “Nel mio DNA c’è l’adrenalina e la voglia di correre, sono sempre stata una bambina molto dinamica a cui piacevano i motori e la gara di Laguna Seca è per me una grande sfida, un sogno nel cassetto che ora si sta avverando, insieme al team più importante del campionato e-Power, non potevo chiedere di meglio.”

Dal 2010 la rider californiana partecipa al campionato AMA con ottimi risultati.

Grande soddisfazione per questa partecipazione anche da parte della FIM.

Gli organizzatori oltre ad assicurare uno show d’altri tempi, hanno colpito nel segno: lo sport non ha confini, è sufficiente indossare la tuta, salire in sella alla moto e lanciarsi in pista all’insegna del divertimento e dell’adrenalina.

Anche il team italiano CRP Racing, guidato da Giampiero Testoni si dice soddisfatto per la presenza di Shelina sul circuito di Laguna Seca: “ L’obiettivo comune è quello di promuovere, le moto elettriche e la presenza rosa in pista, noi stiamo facendo del nostro meglio affinché si dia la giusta visibilità a mezzi potenti elettrici che hanno un loro fascino e una loro anima, proprio come i loro cugini endotermici”.

La presenza di Shelina Moreda ha ricevuto il sostegno da parte della commissione “ FIM Women in Motorcycling” diretta da Mrs Beaulah Schoeman, che ha giocato un ruolo di primo piano nella partecipazione dell’americana: “ La partecipazione di Shelina Moreda al campionato FIM ePower 2011 conferisce un nuovo inizio alla nuova era del motociclismo e della FIM, andando a rafforzare l’impegno della FIM stessa non solo nel promuovere la presenza femminile nel motociclismo, ma andando anche a sostenere lo sviluppo di forme di energie alternative. Questo è un esempio reale della volontà della FIM e della strada che è intenzionata a percorrere come piano strategico.”

Tutto questo è in scena nel grande spettacolo del 23 e 24 luglio sul circuito americano di Laguna Seca, dove la parola d’ordine è festeggiare lo sport senza confini e il futuro a due ruote, gli attori protagonisti della nuova era.

Note:

CRP Racing: è attiva da diversi anni nella R&S di progetti focalizzati sulle due ruote, supportata da una esperienza di oltre 40 anni nelle massime serie del motorsport internazionale. Dal 2010 CRP Racing si occupa in particolar di mobilità sostenibile con la realizzazione della prima moto elettrica da corsa: la eCRP.

www.ecrp.eu

FIM

The FIM (Fédération Internationale de Motocyclisme) founded in 1904, is the governing body for motorcycle sport and the global advocate for motorcycling. The FIM is an independent association formed by 103 National Federations throughout the world. It is recognised as the sole competent authority in motorcycle sport by the International Olympic Committee (IOC). Among its 50 FIM World Championships the main events are MotoGP, Superbike, Endurance, Motocross, Supercross, Trial, Enduro, Cross-Country Rallies and Speedway. Furthermore, the FIM is also active and involved in the following areas: public affairs, road safety, touring and protection of the environment. The FIM was the first international sports federation to impose an Environmental Code in 1994.

(www.fim-live.com)

  • Share/Bookmark

Il duo Yamaha pronto per Miller

mercoledì, 25 maggio 2011

In questa prima parte di stagione il premio per il lavoro di squadra va sicuramente al team Yamaha World Superbike. L’avere due piloti, al momento, nella top 5 è un traguardo non da poco, specialmente se si considera che il team con base a Cerro di Lesmo (provincia di Monza) è l’unico in questa stagione 2011 a poter vantare questo tipo di statistica, e ad aver visto entrambi i piloti ottenere almeno un successo in gara. Non male, per una squadra che ha ingaggiato per quest’anno due piloti all’esordio nella categoria e che ha come team manager Andrea Dosoli, anch’egli novità nel paddock Superbike.

Con alle spalle l’ottima performance di Monza, il team ufficiale Yamaha si prepara ora ad affrontare l’imminente sfida del Miller Motorsports Park, una tappa difficile sotto diversi punti di vista, soprattutto per quanto riguarda Marco Melandri: “Miller è l’ennesimo tracciato che non conosco, ma ne ho sentito parlar bene e quindi non vedo l’ora di provarlo in prima persona. La parte negativa è data dal fatto che questo è uno dei tracciati preferiti da Checa! Il mio obiettivo è quello di ridurre lo svantaggio dalla vetta della classifica, ma qui non sarà facile. Sono convinto che saremo molto competitivi, in grado di ottenere risultati e di divertirci a Salt Lake City.” Melandri occupa al momento il secondo posto in classifica, a 27 lunghezze da Checa.

Il compagno di squadra Laverty è invece quinto, ma ha dalla sua la doppietta conquistata nello scorso round, che può rappresentare una spinta motivazionale notevole in vista della prova su un tracciato, quello di Miller, sul quale “Norge” ha sempre fatto bene.

“Non vedo l’ora di correre a Miller Motorsports Park, specialmente alla luce della doppietta di Monza,” afferma Laverty. “E’ forse uno dei tracciati dove ho fatto meglio in passato, quindi rappresenta l’occasione ideale per poter riprendere da dove ho lasciato. Sono sempre risultato abbastanza veloce a Miller in sella alla 600cc e spero di poterlo essere anche quest’anno con la R1. La moto sta funzionando davvero bene, quindi sono convinto di poter disputare un ottimo fine settimana.”

  • Share/Bookmark

Citroën Survolt vs Agni Z2 – Sfida elettrica al femminile [VIDEO]Citroën Survolt vs Agni Z2 – Electric showdown [VIDEO]

martedì, 21 settembre 2010

Prendete una delle massime espressioni della trazione elettrica su 4 ruote ovvero la concept car Citroen Survolt , e la motocicletta campione in carica del campionato TTXGP ovvero al AGNI Z2 e metteteci alla guida Vanina Ickxx figlia del piu noto Jacky , e Jenny Tinmouth , una delle donne piu veloci di tutti i tempi e soprattutto tra i piu veloci al TT , uomini compresi. dall’incontro esce questa appassionante sfida che mostriamo in questo filmato.

Electric racecar faced electric superbike for the very first time as Citroën’s striking Survolt concept and an Agni Z2 went head-to-head at Thruxton race circuit.

In the capable hands of two professional female racers — Vanina Ickx and Jenny Tinmouth — car and bike battled it out to test speed, agility and performance in the all-electric shoot-out of four wheels against two.

  • Share/Bookmark

Battaglia a Bonneville per il record di velocità moto elettriche fra LightNight e MotoCzysz. Vince Lightnight

venerdì, 3 settembre 2010


Era sfida annunciata tra i due team che avevano deciso di confrontarsi proprio nella giornata di ieri sul famoso lago salato di Bonneville per dar vita al tentativo di abbattere un nuovo record di velocità per i motocicli a trazione elettrica.

Ricordiamo che la Lightnight non è nuova a questo genere di imprese in quanto già tempo fa si presentò a Bonneville e stabilì il precedente record di 173 miglia orarie , che demolì il precedente record stabilito da Mission Motors di 150 miglia orarie diversi mesi prima.

Lightnight è riuscita nell’impresa …presentatasi con una moto ulteriormente affinata ed ha ottenuto una velocità massima di 176,044 , ma poichè il passaggio di ritorno è stato più lento alla fine la media dei due passaggi che è poi quanto richiesto per ufficializzare il record annullando gli effetti del vento, è stata di 173,388 pertano almeno per ora il record è praticamente solo ritoccato.

Va però anche detto che rispetto al veicolo portato in pista al VIR,  l’unica modifica effettuata è stato l’allungamento del rapporto finale , mentre il veicolo del precedente record era praticamente realizzato ad Hoc carenando anche la ruota posteriore..

Riguardo a MotoCZYSZ la prestazione è stata inferiore di circa dieci miglia , dato che la media dei due passaggi è stata di 161  con,  con altri due passaggi uno sui 150 alto edl’altro sul 160 basso , il tentativo di record è per ora fallito. tuttavia Michale Czysz con una propria mail asserisce che la loro moto è riuscita a girare a 163 laddove la Lightnight non aveva superato i 174-175 , dichiarazione che forse ridimensiona un pochino il divario…ma 10 miglia di differenza continuano ad essere una bella differenza.

vedremo se cis aranno sorprese nei prossimi giorni.

  • Share/Bookmark

Al Pikes Peak un Buggy elettrico di Yokohama allestito con gomme fatte con l’olio delle arance

lunedì, 21 giugno 2010

pikes-peak-small-ev-buggy-2010-
Il Pikes Peak e una delle gare piu affascinanti del mondo . si disputa nel Colorado ai piedi di una montagna e vince chi arriva in cima per primo… a sfidarsi sono veicoli di goni tipo: auto , moto , quad , buggy… e spesso e stato teatro di sfide epiche tra prototipi realizzati ad hoc , ex gruppo B dalla potenza mostruosa , veicoli bimotore e via continuando.

Quest’anno la sfida e stata colta dalla Yokohama che in collaborazione con Sanyo ha deciso di contribuire all’allestimento di un veicolo ecologico per collaudare il ENV-R2 il prodotto di una nuova tecnologia per la costruzione delle gomme. ebbene il processo messo a punto da Yokohama fa uso appunto della combinazione di gomma naturale e  di olii ricavati dalle arance per abbattere di oltre il 20% l’impiego del petrolio nella costruzione dei pneumatici.

Questi pneumatici sono stati collaudati con successo anche sulla nuova Porsche 911 Gt3 e quindi e sembrato assolutamente naturale montarli anche su un veicolo ad emissioni zero con cui andare alla caccia della vetta delPike’s Peak.

Lo Yokohama Electric EV Sports Concept HER-02 deriva direttamente da un modello già schierato lo scorso anno in gare similari  dove e giunto secondo nella propria categoria e fa uso di un pacco batterie allestito da Sanyo. Ikuo Hanawa sarà alla guida di questo Buggy per la gara del 27 giugno.

  • Share/Bookmark

11-13-Dicembre – FIM Ride Green Eco Enduro è la prima gara al mondo di enduro a MX per moto elettriche.

domenica, 6 dicembre 2009

Eco Enduro in Denmark

Eco Enduro in Denmark

La garà si svolgerà durante il COP15 – la Conferenza sui Cambiamenti Climatici delle Nazioni Unite. Lo scopo della gara è mostrare al mondo che gli sport meccanici possono essere ecologicamente responsabili ed è organizzata per cercare nuove strade e soluzioni innovative per ridurre l’impatto negativo degli sport sul clima mondiale.

- ma soprattutto in questo modo il FIM Ride Green Eco Enduro è anche la vetrina per un buon comportamento climatico – dimostrando al mondo che ridurre le emissioni di carbone è “un business abituale” – e non deve cambiare il modo in cui viviamo la nostra vita.

Per quel che riguarda la palma di miglior costruttore sarà sfida aperta fra Quantya e Zero

La griglia dei partecipanti provenienti da ben 12 nazioni  é di tutto rispetto essendo  stata assicurata la presenza anche di Joël Smets (Belgian), David Casteu (French), Luca Manca (Italian), Ruben Faria (Portuguese) et Stéphane Henrard (Belgian) , per l’italia saranno presenti anche Matteo Graziani e Matteo Amperio , quest’ultimo alla guida di una Quantya ufficiale della Quantya switzerland quindi ci sono tutti i presupposti affinche i colori nazionali siano ben difesi…

ecco la griglia ufficiale:

David Casteu # 1 Team TopCamp Feddet F website
Luca Manca # 2 Team TopCamp Feddet I website
Jöel Smets # 3 Team TopCamp Feddet B website
Fredrik Georgsson # 4 Team SVEMO S website
Fabien Planet # 5 Team TopCamp Feddet F website
Jørgen Bitsch # 6 Team Opus DK website
Matteo Graziani # 7 Team TopCamp Feddet I website
Brian Kjær Jørgensen # 8 Team Quantya Danmark DK website
Jan Stæchmann # 9 Team DMU DK website
Pål Anders Ullevålseter # 10 Team Norway N website
Stéphane Henrard # 11 Team Quantya Danmark B website
Mikkel Caprani # 12 Wind Estate DK website
Annie Seel # 15 Sweden Challenge S website
Kevin Verner # 18 Team JØ Racing DK website
Anna Jørgensen # 19 Team JØ Racing DK website
Thomas Eilersen # 20 Team Quantya Danmark DK website
Peter Sevel # 22 Team Tycho Brahe Planetariet DK website
Claude Delumeau #23 F website
Matteo Aperio # 24 Team Quantya Switzerland I website
Thomas Kongshøj # 29 Team Heart Made DK website
Energi DK 1 # 30 Team Energi Danmark DK website
Energi DK 2 # 31 Team Energi Danmark DK website
Amel Advocaat # 32 Team KNMV NL website
Jesper Kjær Jørgensen # 33 Team MX2Green DK website
Markus Schade # 61 D website
Klaus Nennewitz # 66 Team Quantya Switzerland D website
Vanja Kollmann # 77 Team SVEMO S website
Tommy Heimberg # 80 CH website
Lars Christoffersen # 111 Team Quantya Danmark DK website
Robbin Harms # 127 Team Quantya Danmark DK website
Mette Andersen # 175 Team Quantya Danmark DK website
Mads Mikkelsen # 410 Team Quantya Danmark DK website
Valdemar Fricke # 535 Team MX2Green DK website
Jens Ø # 606 Team JØ Racing DK website

fonte:http://twitter.com/ecoenduro

  • Share/Bookmark

Eicma Moto 2009 – Sempre più vicina…

venerdì, 6 novembre 2009
anteprima nuova multistrada Ducati

anteprima nuova multistrada Ducati

Una sventagliata di appetitose novità aspetta a Milano i visitatori del 67° Salone Internazionale del Motociclo, che aprirà al pubblico giovedì 12 novembre ; e forse è per questo che la prevendita dei biglietti ha raggiunto numeri che sono quattro volte quelli di un anno fa nello stesso periodo.

Le novità più attese sono quelle dei grandi costruttori di moto : Ducati annuncia la nuova Multistrada e la Hypermotard 796, BMW la F800 SM, Guzzi la nuova serie Aquila Nera, MV Agusta le nuove Brutale 990  R e 1090 RR,  Harley, Kawasaki, Suzuki, KTM,Triumph, Aprilia nuovi modelli o nuove personalizzazioni. Ma anche per i patiti dello scooter ci sarà da lustrarsi gli occhi con il People 300 della Kymco,  il Piaggio Carnaby Cruise 300 i.e.  e gli ibridi di Piaggio e Malaguti.  Per non parlare degli accessori.

Altro straordinario motivo di richiamo per appassionati e curiosi  sarà per il quinto anno consecutivo lo Special Event di Eicma,  MOTOLIVE, la più grande area esterna allestita in occasione di un evento fieristico di settore :

80.000 mq, nei quali campeggia  la pista MotoLive, allestita con oltre 5.000 metri cubi di terra e circondata da 8 tribune per 4.500 posti a sedere. E poi il  tracciato dedicato alle esibizioni di velocità, gli imperdibili  appuntamenti  con l’Europeo di Supercross e l’internazionale di Enduro, 36  esibizioni degli Stunt più titolati al mondo, il Trial e il Quad acrobatico proposti dallo  Show Action Group, e  Drag Race,  una sfida di accelerazione, senza appelli e senza prove preliminari organizzato da “ Motociclismo”, e  5 e piste allestite per Riding School e Test Ride, grazie a Kawasaki, Suzuki, Fondazione Ania, la testata Motocross e, novità 2009, la rinomata”Champions  Riding School by Luca Pedersoli.

Ricordiamo che, per evitare le file ai botteghini,  è possibile acquistare i biglietti in prevendita sul  sito www.eicma.it e nei circa 800 punti vendita della Rete Lottomatica.

da:

Ufficio Stampa Eicma

Eicma Press Office

Chiara Ruggiero

  • Share/Bookmark