Articoli marcati con tag ‘paolo crecco’

Quale futuro per Max Biaggi

giovedì, 10 gennaio 2013

Max Biaggi ha smesso di fare il pilota da campione del mondo della Superbike, ma ha subito lasciato intendere che gli sarebbe piaciuto restare nel mondo delle corse.

All’inizio si era parlato di un ruolo come ambasciatore del marchio Aprilia visto che il pilota romano ha conquistato ben 5 dei suoi 6 titoli iridati (4 in 250, 2 in SBK) con la Casa di Noale.

Poi si era vociferato di un probabile incarico manageriale al fianco di un pilota di punta della Motogp ma nelle ultime ora è circolata sempre più insistentemente la voce di un’offerta da parte di Mediaset per un ruolo di commentatore tecnico visto che da quest’anno trasmetterà sia le gare del Motomondiale che quelle del Mondiale Superbike e delle categorie minori.

Intanto Max si gode le meritate vacanze a Malibù e presto sapremo qualcosa di più preciso sul suo futuro.

  • Share/Bookmark

Aprilia a breve in Motogp?

domenica, 6 gennaio 2013

Apertura per un probabile ritorno in Motogp dell’Aprilia, assente da questo campionato dal 2005, da parte dell’Ing. Dall’Igna. A seguito dell’acquisizione da parte di Dorna della Superbike, il direttore tecnico della Casa di Noale è convinto che Aprilia, Kawasaki e Suzuki possano rientrare, in futuro, a far parte della Motogp anche grazie agli eventuali cambiamenti regolamentari. Infatti in una recente intervista ha dichiarato: “Penso che sia possibile in tempi ragionevolmente brevi. Questo è un momento di grandi cambiamenti e si sta tracciando la giusta strada per la MotoGp del futuro. Comunque non sarà facile, le ultime modifiche sono avvenute da poco tempo, hanno appena sviluppato il motore 1000 e non possono buttare via tutto. Nel medio periodo, però, con un avvicinamento regolamentare tra le due classi, è una cosa fattibile“.

  • Share/Bookmark

Ipotesi ritiro per Max Biaggi?

domenica, 4 novembre 2012

Max Biaggi iniziò la sua carriera di pilota motociclistico nel 1989 a Vallelunga e qui potrebbe terminarla, infatti il 7 novembre terrà una conferenza stampa nella quale renderà pubblico il suo futuro sportivo. Alcune voci danno per certo il suo ritiro dopo la conquista del 6° titolo Mondiale (2° in Superbike) anche se c’è una piccola probabilità di rinnovo con l’Aprilia. Giungono segnali contrastanti dal mercato piloti SBK dopo il divorzio tra Althea e Ducati; sembrava organizzato il team interno Ducati con Batta a gestire il tutto, ma questo accordo al momento, non c’è stato. Inoltre Guintoli è ancora libero e potrebbe sostituire il Corsaro in sella alla moto di Noale. Mercoledì ne sapremo di più.

  • Share/Bookmark

Nuove regole per il Mondiale Superbike

venerdì, 19 ottobre 2012

Il prossimo anno il  Campionato Mondiale Superbike avrà un nuovo regolamento, in particolare stesso peso per 2 e 4 cilindri (165 Kg.), cerchi da 17”, pit stop e griglia di partenza formata da 3 piloti per fila.
Peso e air restrictor: come previsto e anticipato il prossimo anno le moto che parteciperanno al Mondiale Superbike torneranno ad avere lo stesso peso, fermo restando la possibilità di appesantire le 2 cilindri nel corso del campionato, eventualmente dopo ogni 3 round (in base alla classifica dei “Minimum Weights Allowance) di 3 kg di volta in volta, per un peso minimo complessivo di 171 kg contro i 165 kg delle 4 cilindri. Se anche ciò non dovesse bastare allora si interverrà sugli air restrictor, secondo il regolamento della FIM.
Rolling Chassis, ruote e dimensioni: novità anche per il Rolling Chassis, introdotto dal 2012 in sostituzione della seconda moto, si potrà utilizzare: telaio, propulsore, serbatoio, forcellone, piastre di sterzo e cablaggi. Ed inoltre potrà essere modificata la posizione del perno-forcellone di +/- 5mm.
Le ruote saranno da 17” con larghezza massima consentita di 3.50 per l’anteriore e di 6 per il posteriore. La leva del freno anteriore dovrà essere provvista di protezione e in caso di pista bagnata le moto dovranno essere dotate di una luce posteriore rossa.
Inoltre le moto dovranno rispettare le forme e dimensioni del modello di serie, con l’introduzione del disegno stilizzato dei fari anteriori con le medesime misure della Superbike di serie.
Regolamento sportivo:
Come già scritto ogni fila dello schieramento di partenza sarà formata da 3 piloti in luogo dei 4 attuali.
Infine la possibilità per i piloti di effettuare un pit stop nell’eventualità di un cambiamento delle condizioni climatiche. Le gare non saranno più interrotte con l’esposizione della bandiera rossa, ma si consentirà il pit stop per il cambio delle gomme e per apportare le modifiche alla messa a punto della moto (vietati i rifornimenti) con la possibilità di assistenza di massimo 3 meccanici.
Occorrerà, in tal caso, spegnere il motore e il pilota dovrà scendere dalla moto.
Certo non sarà facile modificare l’assetto considerando, appunto, che saranno autorizzati solamente 3 meccanici a lavorare sulla moto.

  • Share/Bookmark

Biaggi-Guintoli un filo in comune?

mercoledì, 17 ottobre 2012

Il Team Fixi Crescent Suzuki non avrà più su una sua moto Sylvain Guintoli, con il quale aveva raggiunto un accordo per il prossimo anno. Il pilota transalpino pare abbia ricevuto un’offerta da parte dell’Aprilia nel caso Biaggi decidesse di ritirarsi o di tornare in Motogp e quindi avrebbe chiesto una deroga al Team Fixi rispetto ai termini stabiliti. In effetti, si vocifera che il Corsaro abbia ricevuto un’allettante proposta per tornare a correre nella classe regina. Sta di fatto che il titolare della squadra Suzuki Sbk, Paul Denning, non ha preso troppo bene la decisione del vincitore della prima manche della gara conclusiva di Magny Cours riservandosi di agire eventualmente nelle sedi opportune per richiedere i danni subiti. Queste le sue dichiarazioni:

“Sono estremamente deluso e sorpreso dalla mancanza di integrità di Sylvain e dalla sua totale assenza di rispetto per gli impegni reciproci assunti. E’ l’ultimo pilota da cui mi sarei aspettato un comportamento del genere, soprattutto perché in precedenza avevamo un rapporto professionale e personale molto stretto. Il nostro team si è sempre attenuto al principio fondamentale che si tiene fede agli impegni presi, e questa è sempre stata la politica migliore sul lungo termine. Sylvain chiaramente non la pensa allo stesso modo, ed è pronto ad ignorare una stretta di mano, un accordo informale e persino un contratto scritto, e questo è un vero peccato.” (continua…)

  • Share/Bookmark

Biaggi Campione di ieri di oggi e di domani

martedì, 9 ottobre 2012

Campione del Mondo per la sesta volta … dal 1994, la prima volta, ad oggi questo è Max Biaggi. Campione di ieri di oggi e di domani … e sì, anche di domani perché il Corsaro sembra non voglia appendere il casco al chiodo e voglia deliziarci ancora per qualche tempo con il suo talento cristallino. E’ possibile infatti che stia trattando il rinnovo del contratto con la Casa di Noale per il prossimo anno. (continua…)

  • Share/Bookmark

Mondiale Sbk a Magny Cours: Biaggi parte dalla terza fila

sabato, 6 ottobre 2012

Giornata storta per il Corsaro oggi a Magny Cours, nella superpole dell’ultima tappa del Mondiale Superbike. Il pilota dell’Aprilia dopo aver ottenuto il miglior tempo nella Sp1 ha avuto un problema nella Sp2 ed ha chiuso in decima posizione. Quindi partirà dalla terza fila ma è deciso e tenterà di rimediare alla pessima qualifica cercando di contrastare i suoi due rivali nella corsa al titolo, Sykes e Melandri. In particolare il primo sembra in ottima forma ed è assecondato da una Kawasaki in crescita continua, certamente la moto da battere in questo momento. Sempre in prima fila partiranno Carlos Checa ed Eugene Laverty anche loro in lotta per il gradino più alto del podio.

Guintoli, Rea, Haslam e Davies partiranno dalla seconda fila, mentre Camier, Fabrizio e Corti saranno al fianco di Biaggi nelle terza. Come già detto questo Mondiale avrà un esito incerto fino alla fine. (continua…)

  • Share/Bookmark

Mondiale Sbk a Magny Cours: Sykes il più veloce, Biaggi settimo

venerdì, 5 ottobre 2012

Le prove di oggi a Magny Cours, per l’ultimo appuntamento del Mondiale Superbike, hanno lasciato ancora tutto in bilico. L’inglese della Kawasaki, Tom Sykes, secondo in classifica generale alle spalle di Max Biaggi, è stato capace di ottenere un tempo stratosferico lasciando intendere che proverà fino alla fine a vincere questo campionato. Alle sue spalle si è posizionato Carlos Checa, distaccato di ben 4 decimi e alla guida della pensionanda Ducati 1198 quindi Marco Melandri che, nonostante gli acciacchi, sembra anch’egli deciso a contrastare la cavalcata finale del Corsaro. Biaggi, dal canto suo, è sembrato tranquillo nonostante un settimo tempo ad un secondo di distacco da Sykes; la sua Aprilia non è competitiva in tutto il tracciato e necessita di un set-up migliore. Domani la Superpole ci dirà se Max e la sua moto saranno in grado di lottare per la vittoria sulla pista francese, anche se il talentuoso pilota della Casa di Noale potrebbe accontentarsi di fare il ragioniere: in effetti potrebbero bastargli due sesti posti per conquistare l’iride. Appuntamento domani alle ore 15,00 e forza Corsaro!

(continua…)

  • Share/Bookmark