Articoli marcati con tag ‘obiettivo’

Il duo Yamaha pronto per Miller

mercoledì, 25 maggio 2011

In questa prima parte di stagione il premio per il lavoro di squadra va sicuramente al team Yamaha World Superbike. L’avere due piloti, al momento, nella top 5 è un traguardo non da poco, specialmente se si considera che il team con base a Cerro di Lesmo (provincia di Monza) è l’unico in questa stagione 2011 a poter vantare questo tipo di statistica, e ad aver visto entrambi i piloti ottenere almeno un successo in gara. Non male, per una squadra che ha ingaggiato per quest’anno due piloti all’esordio nella categoria e che ha come team manager Andrea Dosoli, anch’egli novità nel paddock Superbike.

Con alle spalle l’ottima performance di Monza, il team ufficiale Yamaha si prepara ora ad affrontare l’imminente sfida del Miller Motorsports Park, una tappa difficile sotto diversi punti di vista, soprattutto per quanto riguarda Marco Melandri: “Miller è l’ennesimo tracciato che non conosco, ma ne ho sentito parlar bene e quindi non vedo l’ora di provarlo in prima persona. La parte negativa è data dal fatto che questo è uno dei tracciati preferiti da Checa! Il mio obiettivo è quello di ridurre lo svantaggio dalla vetta della classifica, ma qui non sarà facile. Sono convinto che saremo molto competitivi, in grado di ottenere risultati e di divertirci a Salt Lake City.” Melandri occupa al momento il secondo posto in classifica, a 27 lunghezze da Checa.

Il compagno di squadra Laverty è invece quinto, ma ha dalla sua la doppietta conquistata nello scorso round, che può rappresentare una spinta motivazionale notevole in vista della prova su un tracciato, quello di Miller, sul quale “Norge” ha sempre fatto bene.

“Non vedo l’ora di correre a Miller Motorsports Park, specialmente alla luce della doppietta di Monza,” afferma Laverty. “E’ forse uno dei tracciati dove ho fatto meglio in passato, quindi rappresenta l’occasione ideale per poter riprendere da dove ho lasciato. Sono sempre risultato abbastanza veloce a Miller in sella alla 600cc e spero di poterlo essere anche quest’anno con la R1. La moto sta funzionando davvero bene, quindi sono convinto di poter disputare un ottimo fine settimana.”

  • Share/Bookmark

eCRP1.4: Dai grandi successi del 2010 alle partnership internazionali per il 2011eCRP 1.4: Building on the success of 2010, international partners join for 2011

giovedì, 3 febbraio 2011


Dai grandi successi del 2010 alle partnership internazionali per il 2011Tutto è pronto per la nuova stagione sportiva e nasce la nuova partnership con l’industria dell’energia alternativa.
La stagione 2011 di CRP Racing si preannuncia estremamente interessante sia dal punto di vista dell’attività sportiva sia dal punto di vista delle collaborazioni internazionali che sono state da poco siglate.
Dopo il grande successo riscosso nella passata stagione con la eCRP 1.2, il Team Ufficiale di CRP Racing scenderà di nuovo in pista con la eCRP 1.4 e con il pilota Alessandro Brannetti. I successi del 2010, tra i quali la conquista del Titolo Europeo a Brands Hatch e del titolo di Vice Campioni del Mondo ad Albacete, hanno contribuito a far sì che CRP Racing riconfermasse tutto il suo staff, con l’obiettivo di dare vita ad un grande spettacolo anche per l’anno 2011.

Ma le novità non si fermano qui. CRP Racing potrà infatti contare su nuovi partner di rilievo dell’industria fotovoltaica, e che permetteranno alla eCRP di divenire un progetto al 100% auto-sostenibile e ad emissioni zero non più solo allo scarico, ma fino all’origine!

La scelta di divenire Official Sponsor 2011, da parte di un gruppo come REC (www.recgroup.com), è di assoluto prestigio per il team italiano. L’azienda norvegese, che vanta sedi in tutto il mondo, è tra i leader mondiali nella produzione di silicio policristallino, di wafer per applicazioni fotovoltaiche e di celle e moduli ad alto rendimento. Con questa iniziativa, REC intende ribadire il proprio impegno a perseguire la strada della ricerca e dello sviluppo anche attraverso collaborazioni con il mondo del motorismo da competizione, il tramite migliore per avvicinare la passione per lo sport al rispetto per l’ambiente.

Altra partnership di sicuro interesse è quella siglata con Idea FV (www.ideafv.it).
Idea FV realizza impianti fotovoltaici “Chiavi in mano” di assoluta qualità, garantendo ottime performance in termini di resa, durata e sicurezza. Idea FV si rivolge al mercato business investendo in prima persona e tramite investitori istituzionali ricercando coperture di almeno 2.000 mq e terreni da almeno 2 ettari.

Nel dettaglio il  progetto eCRP, la moto elettrica da competizione di CRP Racing, sta divenendo un tramite significativo, che permette di unire sotto una unica bandiera la passione per lo sport a due ruote, il rispetto per l’ambiente e il mondo dell’industria dell’energia alternativa, affinché si possano realizzare veicoli sempre più performanti, capaci di assicurare elevata efficienza a basso consumo energetico, e con altissimo contenuto tecnologico, elettronico ed informatico: le scienze di oggi e di domani.

CRP Racing ringrazia anche tutte le altre aziende che accompagneranno il team per la stagione 2011: Norway (www.norway-italia.it), Motorex (www.motorexitalia.it), Magni (www.magnitalia.com), EmilTecno (www.emiltecno.it), Domino (www.domino-group.com), TTM (www.trattamentitermicimetalli.com), Braking (www.braking.com) e Kelly Controller (www.kellycontroller.com).

Altre novità saranno presto svelate, visita il nuovo sito www.ecrp.eu.
Per vedere e scaricare le foto del backstage del video che lo staff eCRP sta preparando per tutti voi clicca qui http://www.flickr.com/photos/crpgroup/sets/72157625909340870/
Stay tuned!

Everything is ready for the new racing season as well as <span>new partnerships with the alternative energy industry</span>.

The 2011 season of CRP Racing promises to both interesting and exciting.  The competition of racing will be highlighted by the addition of new sponsors.

After the great success of last season with the eCRP 1.2, CRP Racing’s Official Team will come back on track with eCRP 1.4.

<span>Rider Alessandro Brannetti</span> will be returning to pilot the new motorcycle. Having won the <span>European title</span> at Brands Hatch and got the <span>Vice World Champion </span>title at Albacete, will allow the entire team to return with the aim of setting up a great show for the 2011 season.

In addition CRP Racing is joining with new partners in the <span>photovoltaic industry</span>.  The eCRP will be used to highlight the possibility of both <span>zero emissions</span> at the exhaust, as well as a zero emissions source for power.

The choice to become Official Sponsor 2011, by a group such as REC (www.recgroup.com ) is very prestigious for the Italian team. The Norwegian company, which has offices worldwide, is among the world’s largest producers of polysilicon and wafers for solar applications.

With this initiative, REC intends to reaffirm its commitment to pursue the path of research and development through collaborations with the world of motor racing, the best means to bring the passion for the sport of respect for the environment.

The CRP Racing team is also pleased to announce a partnership with Idea FV (www.ideafv.it ).

Idea FV manufactures “turnkey” photovoltaic systems of absolute quality, providing excellent performance, durability and safety. Idea FV addresses its services to market by investing in first person and by institutional investors, seeking areas of at least 2,000 square meters and ground of at least 2 acres.

The eCRP, the electric racing motorcycle of CRP Racing, is becoming a significant means by which the passion for sport on two wheels, and respect for the environment are joined together to carry a message of a sustainable future.

Moving forward with ‘alternative energy’ and the aim to achieve ever more efficient vehicles to ensure high efficiency at low power consumption makes the eCRP an example of both the science of today and tomorrow.

CRP Racing will also be joined in the 2011 season by: <span>Norway (www.norway-italia.it) Motorex (www.motorexitalia.it) Magni (www.magnitalia.com) EmilTecno (www.emiltecno.it), Domino (www.domino-group.com), TTM (www.trattamentitermicimetalli.com), Braking (www.braking.com) and Kelly Controller (www.kellycontroller.com). </span>

<span> </span>

Other news will be soon available on the new website www.ecrp.eu.

To see and download the <span>pictures of the backstage of the video that eCRP staff is preparing</span> for you, click here: http://www.flickr.com/photos/crpgroup/sets/72157625909340870/

Stay tuned!

  • Share/Bookmark

TTXGP 2010 finalissima ad Albacete. la CRP sarà presente con due moto!

martedì, 19 ottobre 2010


Pronti per la Grande Finale del Mondo ad Albacete, in Spagna, in occasione della finale UEM
il 23 e 24 ottobre .

La nuova generazione del motociclismo da competizione scende in pista per incoronare il primo Campione del Mondo del TTXGP 2010.

Dopo aver corso in America, Inghilterra e Olanda, i migliori team del TTXGP sono pronti per lo spettacolo delle competizioni del futuro…e la eCRP 1.2 non poteva di certo mancare.

Il team CRP Racing e il pilota Alessandro Brannetti avranno il compito di rappresentare ancora una volta l’Italia con l’obiettivo di portare in alto il Tricolore, come è successo ad Assen e a Brands Hatch con la vittoria del titolo europeo.

Ricordiamo infatti che entrata in scena soli pochi mesi fa, a campionato già aperto, la CRP Racing con la sua eCRP 1.2 ha sbaragliato tutti i contendenti, conquistando il titolo del TTXGP EU 2010, lo scorso 2 e 3 ottobre.

Alessandro Brannetti è stato artefice di una performance di altri tempi, in cui il cuore e la mente erano per la grande sfida in sella alla eCRP 1.2, la moto elettrica 100% racing progettata e realizzata da chi di corse se ne intende, la CRP Racing, che ha dato vita ad un vero e proprio gioiello di tecnologia all’insegna della nuova alba del motorsport.

Anche il team russo SMP Racing porterà in pista con il giovane pilota Ivanov Alexey, la eCRP 1.2 con la voglia di sperimentare e testare la moto elettrica italiana.

L’attenzione è puntata sul circuito di Albacete, l’emozione e l’adrenalina dello spettacolo sono assicurati. Gli alfieri di domani sulla griglia di partenza per promuovere e divulgare la loro passione e il loro credo in una nuova generazione del motorsport.

fonti:

www.crp-racing.com

www.ecrp.eu

  • Share/Bookmark

Moto 2: tredicesima posizione per Raffaele De Rosa

domenica, 5 settembre 2010

Raffaele De Rosa nella gara di casa di Misano, coglie la tredicesima piazza, ma dopo il traguardo lo shock per la scomparsa di Shoya Tomizawa è così forte che in lui la gioia dei quattro punti conquistati è contenuta: “Questo – dice il pilota del Team Tech 3 – è il miglior risultato della stagione. L’averlo colto davanti ad un caloroso pubblico e a tanti tifosi accorsi numerosi dalla mia Napoli mi fa piacere in particolar modo. Il week end è stato molto difficile, e solo grazie al duro lavoro dei tecnici siamo riusciti a venire a capo dei problemi che affliggevano la moto. La tredicesima posizione non è l’obiettivo che ci eravamo posti prima dell’inizio del campionato, ma se guardo a quello che è successo durante le varie gare, sono quattro punti che valgono oro. Dobbiamo lavorare sulla distribuzione dei pesi, e sono fiducioso per la prossima gara, dove spero di essere nella top ten. Lascio Misano con il cuore gonfio di tristezza per la perdita di Shoya; non si può perdere la vita in un modo così assurdo. Alla sua famiglia vanno le mie più sentite condoglianze”. Hervè Poncharal, il team manager di De Rosa, è soddisfatto dell’operato del suo pilota: “Raffaele – dice il francese – ha corso una gara in maniera determinata. I progressi che ha mostrato nelle ultime prove, fanno ben sperare per il futuro. Quanto successo a Tomizawa è devastante; era un ragazzo allegro e simpatico, che faceva parte del nostro mondo. I miei pensieri vanno alla sua famiglia e ai suoi amici”.
ALFREDO DI COSTANZO

  • Share/Bookmark

Tuning: MOTTY AFR TUNER: 2° Puntata

lunedì, 29 giugno 2009

motty afr tuner

motty afr tuner

A distanza di qualche settimana e di qualche centinaio di km percorsi come promesso torno a parlarvi del motty afr tuner.

Un’ aspetto che avevo tralasciato era quello del montaggio. Chi ha visitato il sito del produttore avra’ notato che viene venduto senza un cablaggio specifico cosa che obbligherebbe a destreggiarsi con fili saldatori e connettori. A me questo fatto aveva inizialmente scoraggiato dal comprarlo finche’ non ho trovato chi ha fatto il lavoro per me. Mathias (info@mad-d.ch) mi ha fornito la centralina gia’ con un cablaggio plug and play e superato questo scoglio il montaggio e’ diventato uno scherzo, basta individuare la centralina della moto scollegare il connettore e interporre il cablaggio. Per quanto riguarda il posizionamento del tuner io sono riuscito a farla stare comodamente nel codino della mia r1 che notoriamente non e’ una piazza d’armi.

Discorso a parte il sensore, in alcune moto gia’ esiste l’attacco ma penso che lo scollegare il sensore originale per mettere quello dell’ afr tuner potrebbe creare un problema di errore alla centralina della moto (esistono comunque sistemi per ingannare la mancanza del sensore) nel caso di dover creare ex novo l’alloggiamento l’unico problema puo’ essere il materiale dello scarico e nello specifico se avete lo scarico in titanio. Ho scoperto che saldare il titanio con un altro materiale come l’acciaio e’ una cosa difficilissima che non fa’ nessuno quindi la boccola filettata in acciaio che viene fornita per posizionare il sensore va’ posizionata in un punto dello scarico che sia in acciaio. Ho provato anche a chiedere informazioni su una boccola in titanio, ma pure per il caso titanio su titanio le difficolta’ sarebbero rimaste le stesse.

Come dicevo, ora ho messo qualche centinaio di km in piu’ sulla moto e mi sono fatto’ un’ idea piu’ precisa. Evito di postare altri grafici del log dell’ afr tuner, in sostanza non sono molto differenti rispetto ai precedenti. Come prevedibile si nota una ancor maggior tendenza a rimanere sovrapposti il rapporto aria benzina reale e quello impostato, la centralina insomma sta’ svolgendo il suo compito.

Mi sembra che la moto sia piu’ reattiva, acceleri meglio e in marcia alta a bassi giri riprende molto piu’ linearmente di prima senza l’effetto ingolfato che ogni tanto capita. Vorrei sottolineare il “mi sembra”, l’ho volutamente scritto nel descrivere le mie sensazioni non perche’ io personalmente ne dubiti, ma perche’ in quanto mie possono essere influenzate dal fatto di essere neo proprietario di questo oggetto, insomma vorrei evitare di ricadere nel detto “ogni scarrafone e’ bello a mamma sua”. Vi posso, pero’, tranquillamente dire senza dubbio tre cose che ho potuto misurare empiricamente. Prima cosa la tonalita’ di scarico e’ cambiata. E’ un pelino meno rombante e un pelino piu’ ronzante, ovviamente stiamo parlando di differenze percettibili non di cambi come potrebbe essere il sostituire lo scarico, pero’ e’ successo. Due la puzza, i fumi di scarico non puzzano piu’ di benzina come prima. Tre ho provato a mettere una mano davanti all’ uscita del terminale di scarico e mentre prima me la ritrovavo puntinata di nero ora praticamente nulla.

Le tre misurazioni empiriche e le mie sensazioni mi portano a essere molto soddisfatto e a pensare di aver migliorato realmente la carburazione della moto. Sono convinto che si possa fare anche meglio e cioe’ rifinire il target afr. Il riuscire a impostare una mappa che in base alle zone di utilizzo abbia un target ideale in fase di accelerazione e uno a piu’ basso consumo nella zona “viaggio” della mappa, oppure una mappa piu’ risparmiosa per viaggiare e una piu’ sportiva per pista o sparo al semaforo, sarebbe veramente interessante. Sara’ il mio prossimo obiettivo.

MAURIZIO UBBIALI

Mau

  • Share/Bookmark