Articoli marcati con tag ‘mission motors’

TTXGP USA Miller : La Motoczysz domina il week end ma la Brammo vince il campionato!

venerdì, 16 settembre 2011

da: http://motoelettriche.wordpress.com/

L’ultima tappa del campionato nazionale americano TTXGP ha visto tutte le big a stelle e strisce concorrere sul Circuito del Miller Motorsport Park (eccezion fatta per la Mission Motors assente)e spiccare il dominio della Motoczysz; dietro di lei si sono classificate con ritardi rilevanti in ordine l’ormai eterna seconda Lightning e terza la Brammo che grazie al podio si aggiudica anche la serie.

Le novità in gara non sono mancate : la Motoczysz ha fatto il suo primo debutto in pista con alla guida un pilota professionista come il veterano Shane Turpin , la Lightning è riuscita finalmente a far scendere in pista la seconda moto apparentemente identica alla prima ma con un diverso pacco batteria limitato a 7.5 kWh per rientrare nella categoria TTX75 mentre la Brammo ha confermato l’aggiornamento introdotto dall’appuntamento di Laguna Seca con un potenziamento del suo pacco batteria portato a oltre 13 kWh.

Conclusioni.

Le prestazioni della Motoczysz non hanno lasciato spiragli di fiducia agli avversari sin dalle prime libere il dominio è stato schiacciane sue infatti le libere , la Pole , la vittoria e il giro veloce ; i tempi di Shane Turpin attorno al 1.36 alto hanno battuto gli stessi fatti registrare dalle 600 cc. durante il week end segno di un‘incredibile competitività che sicuramente avrà lasciato qualche rimpianto al Boss Michael Czysz ripensando alla gara di Laguna Seca dove peccando di superbia ha ritardato il debutto di un pilota professionista sulla EPC1 risultando secondo al traguardo dietro alla Mission R che aveva già affrontato questa scelta.                                                                      La Lightning torna in pista dopo il record di velocità segnato sul lago salato di Bonneville orfana del suo pilota Barnes sostituito da Tim Hunt e fa debuttare proprio all’ultimo appuntamento la seconda moto riservata alla categoria TTX75 riconoscibile per una livrea completamente Black con ottimi riscontri dal punto di vista delle prestazioni visto il sorpasso con disinvoltura effettuato sul rettilineo ai danni della Brammo (vedi il video sottostante) .                                 La Brammo Empulse RR guidata da Stave Atlas è la nuova regina del campionato TTXGP USA pur avendo delle prestazioni inferiori rispetto a moto come la Motoczysz la sua costanza di partecipazione alle gare ha pagato nei punteggi finali mentre seconda in classifica si conferma ancora una volta la Moto Electra di Thad Wolff che pur essendo costruita completamente con pezzi commerciali era in lizza per la vittoria finale sino a quest‘ultimo appuntamento.

Classifica al traguardo:

Num.     Pilota                    team                      giro record

1)       Shane Turpin              Motoczysz           1:31.533
2)       Tim Hunt                   Lightning             1:39.604
3)       Steve Atlas                 Brammo              1:42.331
4)       Thad Wolff                  MotoElectra       1:45.472
5)       Ely Schless                  ProtoMoto          1:58.375
6)       Ted Rich                     Lightning            Rit

  • Share/Bookmark

Situazione TTXGP luci ed ombre

mercoledì, 17 febbraio 2010
la XXL e la Agni Motors foto da: http://www.worldsbk.com

la XXL e la Agni Motors foto da: http://www.worldsbk.com

La situazione del TTXGP ovvero del primo vero e proprio campionato mondiale per motocicli elettrici , evolve positivamente sotto l’aspetto dell’interesse e della partecipazione sia da parte di nuovi sponsor che delle iscrizioni… Mavizen ad esempio dichiara di avere già venduto svariati moto complete sia nel vecchio che nel nuovo continente e anche la nostra CRP racing è al centro dell’attenzione dei molti team privati interessati all’iniziativa di un campionato innovativo e soprattutto low cost per lanciare nuovi piloti e per fare ricerca che sarà ben pagata da chi vorrà costruire le moto nel nuovo millenio.

Grandi assenti in tutto questo meccanismo sono i grandi costruttori.

Grande assente anche la FIM che prima ne ha sbandierato l’ufficialità e poi se ne e chiamata fuori annunciando una iniziativa parallela di cui non si sa assolutamente nulla. forte e il sospetto che la FIM abbia in un primo tempo tentato di prendere la palla al balzo per cogliere i benefici del gran lavoro fatto da Azhar Hussein,e che poi si sia fatta tirare dalla giacchetta dai grandi costruttori che nei confronti della cosa stanno mostrando un senso di fastidio per l’inattesa attenzione calamitata da questa “armata di sconosciuti”  i cui nomi suonano come AGNI, XXL, Mission Motors ecc…

A complicare le cose ora ci si e messa anche l’organizzatore del TT tradizionale , il quale ha annuciato che all’interno della kermesse “termica” correrà una nuova classe chiamata TTZERO a cui saranno ammesse anche moto con caratteristiche equivalenti al TTXGP… in buona sostanza IL TTXGP perderebbe l’appoggio proprio del TT che ha deciso di fargli concorrenza.

E un vero peccato che tutto questo avvenga. noi ci auguriamo che a vincere in questa selezione naturalee sia l’organizzazione di Hussein che ha già dimostrato di avere le spalle solide e di saper attrarre l’interesse di investitori affidabili… il rischio e che capitali utili vengano dispersi in mille rivoli a discapito di chi ha già portato dalla propria parte costruttori e piloti magari dai nomi non altisonanti ma sicuramente capaci di dare spettacolo e di fare ricerca e sviluppo che forse oggi porta solo a del duro lavoro ma che domani , quando i costruttori rimasti alla finestra vorranno entrare , sarà sonante moneta di scambio.

Il campionato comunque si prospetta molto divertente. con 14 gare confermate tra Europa ed Americhe con un girone eliminatorio e una gran finale. il successo di partecipazione si prospetta notevole, soprattutto negli USA . speriamo che presto gli organizzatori trovino il modo di far vedere in televisione queste competizioni così da creare ulteriore interesse ed avvicinare anche chi di questo genere di competizioni sa poco o nulla e suppone che siano poco divertenti…ricordo a tutti che in italia si disputeranno ben 4 delle 14 prove mondiali seguendo questo calendario:

TTXGP Italia 2010

26 – 27 giugno Magione
24 – 25 luglio Franciacorta
4 – 5 settembre Franciacorta
25 – 26 settembre Mugello

  • Share/Bookmark

Mavizen: sarà KTM la base della electric Kit bike per il campionato mondiale eGrand-Prix?

giovedì, 29 ottobre 2009
Il teaser Mavizen lascia pochi dubbi sull'origine del telaio che sarà impiegato

Il teaser Mavizen lascia pochi dubbi sull'origine del telaio che sarà impiegato

Come vi avevamo già accennato , la Mavizen sta realizzando una serie di 50 kit bike destinate al campionato eGrand-Prix organizzato dalla FIA che di fatto costituirà la MOTOGP elettrica a partire dal 2010. ebbene le indiscrezioni ci dicevano che Mvizen stava lavorando ad un a replica della AGNI-TTXGP1 che di fatto era una Suzuki GSXR600 elettrificata con una coppia di motori Agni e con le batterie collocate tra le due travi del telaio , invece la fotografia del teaser rilasciato ufficialmente dalla Mvizen lascia supporre che il telaio impiegato sia invece quello della KTM-Superbike, con quindi ben altro livello di allestimento in materia di sospensioni e componentistica generale che poi di fatto costituisce la base anche la base telaistica della MISSION MOTORS…

non resta che attendere la presentazione a Las Vegas … se siete interessati all’acquisto e volete partecipare al nascente campionato FIA per moto elettriche vi suggeriamo pertanto di iscrivervi qui

fonte: http://www.asphaltandrubber.com

  • Share/Bookmark

Nuovo record moto elettriche:Lightnight Motorcycle frantuma la barriera delle 166 miglia a Bonneville

giovedì, 22 ottobre 2009
la lightnight motorcycle a Bonneville

la lightnight motorcycle a Bonneville

La Lightnight motorcycle è un costruttore in erba che mira a far conoscere la bontà dei propri prodotti ed il proprio livello tecnologico attraverso la strada dell’abbattimento del record mondiale di velocità per motocicli elettrici destinati alla produzione in serie. il record precedente è della MISSION MOTORS che e andata oltre le 150 miglia (161 in una delle due tratte) mentre invece la lightnight è già riuscita ufficiosamente a battere il record dei 166 miglia orarie, record che però non e stato ufficializzato in quanto non sono ancora stati compiuti i DUE tentativi consecutivi ed in direzione opposta necessari alla ufficializzazione del record.

Il veicolo si presenta davvero interessante… il motore , generosamente dimensionato, proviene da una GM-EV1 , (vi ricordate quel coupè elettrico che la GM produsse svariati anni fa per il mercato californiano che già richiedeva veicoli ad emissioni zero? una gran macchina di buone prestazioni sia in velocità che in autonomia assolutamente incompresa in quanto non solo la tecnologia del litio di allora era troppo costosa ma allora non c’erano incentivi per chi la comprava) mentre le batteerie sono fornite dalla A123 e il pilota è Aaron Frank from Motorcyclist Magazine . l’attuale record di 166 miglia orarie è stato stabilito da Paul Thede del team Race Tech, alla guida di una CBR600RR elettrificata.

Potrete notare che la Lightnight fa uso di una carenatura Ducati 1098 e la ragione e molto semplice. la carenatura originariamente prevista per questa moto e stata giudicata illegale dai tecnici ispettori della federazione per cui in fretta e furia si e corsi ad adattare una carena di provenienza ducati il cui aspetto risulta un pò posticcio… ad una prima occhiata però diremmo che a noi anche il telaio sembra di derivazione ducati anche se magari con qualche tubo in meno qua e la per far posto a qualche accessorio… ad ogni modo la Lightnight punta ad abbattere la barriera delle 176 miglia che sarebbero pari a 281 kilometri orari… ancora dubbi sulla lentezza dei veicoli elettrici? fonte: www.autobloggreeen.com

[nggallery id=60]

  • Share/Bookmark

EICMA 2009 all’insegna dell’ecosostenibilità. ci sarà uno spazio ibrido elettrico chiamato GREEN PLANET

venerdì, 16 ottobre 2009
conferenza stampa di presentazione dell'eicma

conferenza stampa di presentazione dell'eicma:

Milano 15 Ottobre 2009: Motorcafè è ospite della presentazione dell’ EICMA svoltasi presso l’ EXEDRA HOTEL a Milano S. Babila dove viene presentato alla stampa l’evento motociclistico italiano piu importante dell’anno.moderatore della conferenza Marino Bartoletti. la panoramica della situazione la fa Guidalberto Guidi, direttore dell’eicma: in sintesi ci dice che non sono tempi facili e le defezioni di Honda e Yamaha potevano realisticamente innescare defezioni a catena con effetto domino,  ma invece grazie ad una accurata gestione della situazione contingente,  il bilancio del salone fin qui e stato ottimo… non sono sono stati venduti TUTTI gli spazi espositivi disponibili , ma addirittura vi e una lista di 138 aziende che per accedere al salone spera in qualche defezione dell’ultimo minuto. la presenza straniera al salone e addirittura aumentata di circa 10 punti. tuttavia di fronte alle ottime prospettive del salone in se si contrappone un momento non facile per l’industria motociclistica italiana…se gli scooter tengono, i motocicli hanno registrato una importante flessione che difficilmente verrà recuperata anche in una eventuale inversione di tendenza e pertanto l’associazione dei costruttori è fortemente motivata a chiedere al Governo interventi di sostegno.

Motorcafe ha chiesto la parola per domandare al rappresentare dei costruttori di motocicli italiani se per caso non si stia perdendo troppo tempo per l’ingresso dell’italia nell’ambito delle due ruote elettriche che potrebbe invece costituire una formidabile opportunità di ricrescita al pari di quanto già avvenuto nel settore delle bici …  nel concreto escludendo offerta di importatori e di costruttori che applicando alla lettera le norme europee di fatto rimarcano prodotti cinesi al 99% non si vede una vera risposta made in italy di qualità a  marchi come MISSION MOTORS , BRAMMO , ZERO-X che già hanno fatto capolino nelle competizioni e che già sono presenti con prodotti pre- serie o che comunque saranno in vendita entro l’anno…  per non contare l’assenza di visibilità nell’ambito delle nascenti competizioni del settore come ad esempio la mancata partecipazione del team RONDINE con Alessio Corradi al TTXGP…

la risposta anziche dal rappresentante dei costruttori , arrivata da Guidi ,’è  che benchè le prospettive di sviluppo dell’elettrico siano a suo avviso estremamente interessanti , non esista ancora allo stato attuale di sviluppo  un prodotto realmente costruito ed acquistabile sul mercato nell’ambito delle due ruote pure e quindi esiste ancora lo spazio per reagire in maniera efficace , e che comunque le proposte italiane concretamente tangibili  saranno visibili propro in questo EICMA che per l’occasione ha allestito un autentico salone nel salone chiamato GREEN PLANET dove gli appassionati all’interno di un apposito villaggio ecosostenibile che non sarà diviso in stand ma all’interno (continua…)

  • Share/Bookmark

MISSION ONE a Bonneville mette a segno il record mondiale per veicoli elettrici!

mercoledì, 16 settembre 2009
Mission Motors a Bonneville a oltre 240 orari!

Mission Motors a Bonneville a oltre 240 orari!

Nello Utah c’ e un lago salato con una estensione di oltre 150 miglia quadrate che da tempo immemorabile e ormai teatro di tentativi di record da parte di gente che arriva da tutto il mondo , spesso con mezzi realizzati ad hoc ma qualche volta anche con degli accrocchi , alla ricerca di nuove barriere da infrangere.

Per il team Mission One , dopo un TTX un pò sotto le aspettative , con la vittoria della AGNI e record di velocità massima da parte della XXL curata dalla Siemens e solo un 4 posto come bottino di gara , l’obbiettivo era riscattarsi da questo risultato e scoprire i veri limiti velocistici della moto dopo la bruciante delusione di aver chiuso il giro dell’isola di Man a soli 105 miglia di media e quindi si e deciso di portare la moto a Bonneville e di cercare di raggiungere il massimo nei classici due tentativi lanciati.

Il veicolo e stato guidato da Jeremy Cleland ed il mezzo e stato allestito senza i freni anteriori e con un assetto particolarmente caricato sul davanti. il risultato e stato subito ottimo in quanto la media dei due passaggi e risultata di 150, 50 miglia pari a 240 KM/h mentre la velocità massima raggiunta e stata di ben 161 Miglia orarie pari a circa 260 km/h … decisamente un buon risultato che ripaga ampiamente degli sforzi fatti! a questo punto appurato che il motore spinge a dovere occorrerà lavorare sulla ciclistica e la distrbuzione dei pesi per far si che anche in pista si riesca a raggiungere una maggiore performanza… un appunto però ci sentiamo di farlo ai signori della Mission… come hanno fatto a calcolare per la moto di serie 240 orari dato che ee stato necessario andare a Bonneville per raggiungere questo risultato? non sono stati un filino ottimistici? o forse é previsto che nei 60.000 euro del prezzo di questi gioiello  c’è anche un viaggetto andata e ritorno per Bonneville? fonte: www.autobloggreen.com

  • Share/Bookmark

Nel 2010 parte il primo campionato mondiale per moto elettriche. intanto già a Luglio le “elettriche” corrono in OHIO!!!

giovedì, 25 giugno 2009
la Brammo , uno dei protagonisti del TTXGP

la Brammo , uno dei protagonisti del TTXGP

Grazie alla sapiente regia di Azhar Hussain ed all’efficace tam-tam dei blog di tutto il mondo , il TTXGP si è rivelato un successo, nonostante la non concomitanza con il TT “a benzina” e l’essersi disputato di venerdì , sia per interesse manifestato dal pubblico e dagli sponsor ,che per partecipazione di validi costruttori , di università e di validi assemblatori , e pertanto per iniziativa del presidente della FIM Vito Ippolito , si è deciso di estendere il progetto TTXGP non più solo all’isola di Man , ma ad un campionato mondiale sempre sotto la guida di Azhar Hussain.

Ora che la decisione è stata presa bisognerà stabilire un regolamento condiviso e stilare un calendario . Ippolito ritiene che presto questo campionato potrà sostituire per importanza l’attuale moto GP , tutto sta a vedere quale sarà la risposta dei costruttori. ci si aspetta che quantomeno chi già produce moto elettriche faccia di tutto per esserci al più presto. al momento è quasi certa la partecipazione dei principali partecipanti al TTXGP quali Brammo , Agni e Mission Motors.

Intanto è già stata organizzato un nuovo appuntamento in pista che vedrà protagonisti i più importanti partecipanti del TTXGP e si disputerà in OHIO il 24-26 Luglio. ci aspettiamo già qualche ulteriore dichiarazione ufficiale per allora.

  • Share/Bookmark

Photo Gallery del TTXGP 2009

sabato, 13 giugno 2009

[nggallery id=5]

fonte www.ttxgp.com

  • Share/Bookmark