Articoli marcati con tag ‘mavizen ttx02’

TTXGP Anglesey : Himmelmann e la Munch campioni del mondo!TTXGP FINAL; Himmelmann lifts the trophy for the second consecutive year!

sabato, 22 ottobre 2011

Quest’anno il suggestivo circuito inglese di Anglesey ha ospitato la finale mondiale TTXGP , dominata per il secondo anno consecutivo dal team tedesco Munch e dal suo ormai veterano pilota Matthias Himmelmann, a oltre 40 secondi di distacco si è classificato secondo il cinese Chi fung Ho con la sua Zongshen infine ad un ulteriore gap 40 secondi rispetto alla moto asiatica si è classificata terza la ARC EV di Richie Welsh.

Bellissimo il circuito di Anglesey situato sull‘omonima isola che si affaccia sull’oceano creando uno scenario unico, non altrettanto unica invece la griglia dei partecipanti con solo quattro moto al via.

Cronaca della Gara:

Dalla casella numero 1 parte in pole la Munch numero 49 di Himmelmann autore di uno strabiliante 1.39.311 tempo equiparabile alle prestazioni di una 600 cc , secondo a 3 secondi c’è Ho con la Zongshen , terzo Richie Welsh su ARC EV e quarto a completare lo schieramento David Hallet su Mavizen. Parte subito bene Himmelmann che preannuncia un dominio , dietro la Zongshen di Ho si vede tallonare dalla ARC EV di Welsh mentre il fanalino di coda spetta ad Hallet. Himmelmann gira 3-4 secondi al giro più veloce rispetto al suo primo rivale Ho su Zongshen che a sua volta distacca la ARC EV e la Mavizen. La superiorità della Munch è imbarazzante anche su un circuito lento e stretto che non esalta le prestazioni della moto tedesca ed Himmelmann taglia il traguardo con 40 secondi di vantaggio da Ho secondo e 84 sul terzo Richie Welsh e un giro da Hallet.

Conclusioni&Curiosità:

Questa è veramente una finale mondiale?

La Finale mondiale è stata spostata nel giro di pochi giorni dal circuito spagnolo di Albacete, come previsto da calendario stilato in collaborazione con FIM, al circuito di Anglesey senza l’appoggio della federazione internazionale e senza nessuna motivazione o giustificazione salvo alcune affermazioni riguardo la ricerca di un tracciato capace di equivalere le prestazioni delle moto equipaggiate da motori a spazzole a quelle con motori brusheless. I risultati di questa cattiva gestione sono scrutabili solo raffrontando i numeri ; con 4 moto partenti contro le 8 del 2010, imparagonabile anche lo spettacolo offerto dal duello Himmelmann Vs Brannetti avvenuto lo scorso anno con la fuga solitaria di Himmelmann di questa edizione infine per il secondo anno consecutivo si è mancato l’obbiettivo principale della finale mondiale, quello di concentrare le moto elettriche più competitive al mondo in un‘unica gara, visto che le moto made in USA ,attualmente le più competitive, non hanno partecipato alla competizione.

Il nuovo Motore Agni è pronto ma la dogana lo ferma!

Per la finale mondiale la casa motoristica angloindiana aveva pronta un’arma segreta con il debutto anticipato del nuovo motore, frutto di un anno di sviluppo ma causa di ritardi burocratici accorsi alla dogana i tecnici non hanno potuto provare il nuovo componente nelle libere e quindi si è scelto di non rischiare il debutto in gara e rimandare tutto al prossimo anno.

Classifica al Traguardo.

1) Matthias Himmelman – Munch team – 15:16.621
2) Ho Chi Fung -  Zongshen team + 40.162 s
3) Richie Welsh -  Arc EV  team   + 83.769
4) David Hallet – Mavizen TTX02  +1 lap

FONTE: http://motoelettriche.wordpress.com/
TTXGP World Champions 2011 are Muench Racing.

12 rounds, 3 continents, 1 champion. A rewarding end to a very challenging 2011. The TTXGP World Championship 2011 concluded in Anglesey on Oct 15/16 and proved to be a thrilling exhibition of technology and talent.

The Spectators were treated to an exciting first practise of the day, a mixed and open grid of petrol bikes of all shapes and sizes alongside the futuristic electric TTXGP machines.  Whilst the electrics were permitted to start the practise by the ACU,  it was from the back of the grid, but to the amazement of spectators; the Münch Machine piloted by Matthias Himmelmann gave chase the best out there whilst the light nimble bike of Ho Chi Fung from China’s Zongshen was certainly mid field of the 400cc bikes out on the track this weekend.

The paddock was charged with talk of the Electric Bikes with crowds coming through the TTXGP paddock area.  It was a fantastic reception for the teams by the local fans and that coupled with the fact that Anglesey strives toward sustainability and energy efficiency in motor sport making it the perfect partner for TTXGP.  The Circuit uses wind to provide energy to the paddock….

Sadly the day did not start well for all with Team Zongshen losing one of its two bikes due to a cell failure that could not be recovered.  However Ho Chi Fung did the team proud flying round the track on a fault free morning practice as well throughtout the race.  It was the best and most confident we have seen this rider all season.  The technical track suited the bike well and the fans were certainly impressed.  With an average race speed of 71.113 he was only 3 seconds slower on his brushed DC powered bike on average than the AC engine of the Muench TTE.  Ho Chi Fung commented “Im very happy. I worked hard with the engineers and mechanics from the start of the season. We gained confidence and gradually increased the speed of the bike…To be 2nd in the Euro championship was unexpected, and lucky (in out 1st year). Some of the other teams had problems . We have gained good experience this year, and will take that knowledge forward to next year and the future.”

No. 48 Matthias Himmelman for Muench Racing was by far the star of the show; over 4 seconds faster on every lap than his closest rival Himmelman looked strong from start to finish. Himmelmann was leading by a very impressive 21.4 seconds, into 7th lap and looked untouchable.  His fastest lap time of 1:39:311 was comparable to the 600cc bikes on the track that weekend and demonstrated a significant improvement year on year.  By the 9th and final lap he was simply flying, finishing 40.162 second ahead of his nearest rival, Ho Chi Fung of Zongshen.  The win represents the second consecutive year at the top of the pile of world electric race teams.

This was an amazing turnaround for the team after a major technical failure in the opening round of the Euro Championship. Racer Matthias Himmelman said “I worked hard over the winter riding bicycles and weight training, to get fitter for this seasonand it has paid off, I will continue to do this for the future. My favorite race of the season was SPA francorchamps, it is an amazing circuit. All the development that we do with these race bikes goes into our plan to make production bikes.’

The teams cheif engineer Thomas Schuright added “We had a hard start to our season losing the first bike, and also after Laguna Seca we made some modifications to our motor which made us a lot faster …We plan in the future to not only ride our electric powered race bikes, but to charge them at the track through renewable energy such as solar panels”

The bike has been getting better and better with every race and the team have some exciting plans for the future… with more than just hints of a production racer for sale or hire soon they are certainly one to follow very closely in the coming months.

Credit all photos by Neil Lambert

TTXGP FINAL results

pos no. Name make laps total time diff ave. speed best time best speed inlap
1 49 Matthias Himmelman
Muench Racing team
Muench TTE 9 15:16.621 - 74.229 1:39.311 76.124 9
2 59 Ho Chi Fung
Zongshen
Zongshen 9 15:56.783 +40.162 71.113 1:45.177 71.879 2
3 48 Richie Welsh
Arc EV
9 16:40.390 +1:23.769 68.013 1.48.787 69.494 2
4 53 Davd Hallet
David Hallet Racing
Mavizen TTX02 8 1:

PRESS RELEASE TTXGP

  • Share/Bookmark

Morris Motorcycle si prepara al TTXGP con una moto, un pilota e 100 proprietari

mercoledì, 7 aprile 2010

morris-motorcycles-seel-630
La  svedese Morris Motorcycle ha un obbiettivo in testa: Vendere superbike elettriche. hanno quindi ritenuto che il miglior veicolo promozionale ed al tempo stesso la migliore palestra per fare esperienza in un settore in cui il know -how vale oro , e costituito proprio dal TTXGP inglese con l’intento di entrare in classifica nei primi posti e giungere alla finale ad Albacete.

Per arrivare a questo obbiettivo la Morris Motorcycle ha avuto una semplice idea: permettere a 100 persone di asumere quote di proprietà del team e quindi di accedere al patrimonio di tecnologia decisamente non ortodossa contenuto nel veicolo prescelto ovvero una MAVIZEN TTX02 , che come molti di voi sanno , e stata realizzata innestando una coppia di  motori elettrici della ditta anglo indiana AGNI uguali a quelli del veicolo vincitore del TTXGP2009,  su un telaio KTM superbike , mentre la parte software e interamente basata su LINUX.

Il pilota prescelto per quest’impresa è una donna ,e anche questo costituisce qualcosa di poco ordinario. Annie Steel che ha nel curriculum invidiabili partecipazioni a svariate Parigi Dakar , una spedizione sull’ Everest e che ha corso nella prima gara di ECO Enduro in Danimarca nel 2009 in occasione del congresso mondiale sull’ambiente , sarà alla guida della Mavizen della Morris e dovrà quindi portare a casa dei buoni risultati nell ‘ interesse del team e dei suoi 100 investitori.  ci auguriamo che questo esempio di sport cooperativo abbia successo e che si dimostri una abile ricetta per portare avanti questo sport anche in tempi di crisi.

fonte:www.autobloggreen.com

  • Share/Bookmark

Presentata la Mavizen TTX02 , la prima vera superbike elettrica per correre su base KTM

venerdì, 6 novembre 2009
la Mavizen TTXGP svelata alla stampa

la Mavizen TTXGP svelata alla stampa

E finalmente arrivato al las vegas il tanto atteso momento della presentazione della Mavizen , la superbike realizzata sull’esperienza della Agni-suzuki vittoriosa al TTXGP e ma su base telaistica KTM che di fatto si candida ad essere la kit bike  per eccellenza destinata a far correre molti piloti nel nascente campionato mondiale per moto elettriche. le caratteristiche di base sono quelle che già si sono rivelate vincenti nella Agni , la motorizzazione agni costituita da due motori collocati ai lati poco piu avanti del perno del forcellone , proprio davanti alle pedane , capaci di una potenza di picco di circa 100 cv a cui vengono accoppiate 3 batterie per una potenza totale di 11 kw/h con una capacità tale da permettere di compiere l’intero giro del tourist tropy (66 km di saliscendi , buche , dossi ecc..) alla media di 160 orari con punte di 208 orari… il tutto nell’assoluto silenzio e senza cambio.
A differenza della Agni suzuki , la base telaiestica  e ciclistica e decisamente più professionale. pinze radiali e freni Brembo, forcelle Ohlins regolabili ed un formidabile telaio a traliccio concepito per sollecitazioni ben maggiori.

ma la vera sorpresa e che la kit bike permetterà di affrontare il mondiale con un budget di 40.000 dollari… decisamente molto meno di qualsiasi altro campionato.

se volete vedere di che cosa e capace questa creatura guardatevi le immagini dall’elicottero o dal circuito che spiegano con l’eloquenza delle immagini che cosa ha saputo fare la Agni al ttxgp… questa moto e maledettamente veloce!

Source: Asphalt and Rubber

  • Share/Bookmark

Las Vegas 3 Novembre 2009: arriva la MAVIZEN TTX02 : la prima race-bike elettrica pronta per correre nel campionato FIM con 40.000 $

mercoledì, 21 ottobre 2009
la nuova Mavizen sarà basata sulla AGNI TTX01... ne migliorerà le forme?

la nuova Mavizen sarà basata sulla AGNI TTX01... ne migliorerà le forme?

Già un pò di tempo fa vi avevamo parlato del progetto di Mavizen di realizzare una replica in una serie di 50 esemplari della AGNI TTX01 che di fatto nelle mani di Rob Barber e stata la prima vincitrice del TTXGP dedicato alle moto elettriche. ebbene per tutti quelli che sono interessati a partecipare al nascente campionato FIM elettrico del 2010 arriva una succulenta novità:  e arrivato l’atteso momento della presentazione della MAVIZENT TX02 che avverrà presso il SEMA Show in Las Vegas il 3 novembre.

I dettagli su come verrà fatta questa moto , oltre a quanto già indicato, sono abbastanza scarsi ma la Mavizen ha promesso che metterà a disposizione un indirizzo IP dove verranno pubblicate tutte le caratteristiche del mezzo. sappiamo però il nome della madrina della presentazione che sarà la popstar inglese degli anni 80 Jodie Aysha sulle note del nuovo singolo POZER che sarà in veendita a dicembre.

la KIT BIKE pronta per correre basata sulla TTX01 su base telaistica Suzuki GSXR600 ed equipaggiata con due motori DC AGNI per una potenza totale di circa 120 cv grazie a batterie LIFEPO4 realizzate dalla KOKAM sarà realizzata in 50 esemplari e venduta al prezzo di 40.000 dollari e potrà prendere parte al prossimo campionato mondiale FIA per veicoli elettrici di cui si dice un gran bene… un prezzo veramente molto buono per un mezzo competitivo prointo gara capace di mettere in luce un neopilota in  una manifestazione di carattere mondiale non vi pare? speriamo che qualche team anche italiano si interessi alla Mavizen… ricordiamo che la Mavizen e intenzionata anche a realizzare kit di trasformazione dotati solo delle batterie , della parte elettronica e del motore così da permettere a chi lo vorrà di realizzare una propria kit bike basata sul già competitivo motore AGNI…

  • Share/Bookmark