Articoli marcati con tag ‘livia cevolini’

TTXGP USA Miller : La Motoczysz domina il week end ma la Brammo vince il campionato!

venerdì, 16 settembre 2011

da: http://motoelettriche.wordpress.com/

L’ultima tappa del campionato nazionale americano TTXGP ha visto tutte le big a stelle e strisce concorrere sul Circuito del Miller Motorsport Park (eccezion fatta per la Mission Motors assente)e spiccare il dominio della Motoczysz; dietro di lei si sono classificate con ritardi rilevanti in ordine l’ormai eterna seconda Lightning e terza la Brammo che grazie al podio si aggiudica anche la serie.

Le novità in gara non sono mancate : la Motoczysz ha fatto il suo primo debutto in pista con alla guida un pilota professionista come il veterano Shane Turpin , la Lightning è riuscita finalmente a far scendere in pista la seconda moto apparentemente identica alla prima ma con un diverso pacco batteria limitato a 7.5 kWh per rientrare nella categoria TTX75 mentre la Brammo ha confermato l’aggiornamento introdotto dall’appuntamento di Laguna Seca con un potenziamento del suo pacco batteria portato a oltre 13 kWh.

Conclusioni.

Le prestazioni della Motoczysz non hanno lasciato spiragli di fiducia agli avversari sin dalle prime libere il dominio è stato schiacciane sue infatti le libere , la Pole , la vittoria e il giro veloce ; i tempi di Shane Turpin attorno al 1.36 alto hanno battuto gli stessi fatti registrare dalle 600 cc. durante il week end segno di un‘incredibile competitività che sicuramente avrà lasciato qualche rimpianto al Boss Michael Czysz ripensando alla gara di Laguna Seca dove peccando di superbia ha ritardato il debutto di un pilota professionista sulla EPC1 risultando secondo al traguardo dietro alla Mission R che aveva già affrontato questa scelta.                                                                      La Lightning torna in pista dopo il record di velocità segnato sul lago salato di Bonneville orfana del suo pilota Barnes sostituito da Tim Hunt e fa debuttare proprio all’ultimo appuntamento la seconda moto riservata alla categoria TTX75 riconoscibile per una livrea completamente Black con ottimi riscontri dal punto di vista delle prestazioni visto il sorpasso con disinvoltura effettuato sul rettilineo ai danni della Brammo (vedi il video sottostante) .                                 La Brammo Empulse RR guidata da Stave Atlas è la nuova regina del campionato TTXGP USA pur avendo delle prestazioni inferiori rispetto a moto come la Motoczysz la sua costanza di partecipazione alle gare ha pagato nei punteggi finali mentre seconda in classifica si conferma ancora una volta la Moto Electra di Thad Wolff che pur essendo costruita completamente con pezzi commerciali era in lizza per la vittoria finale sino a quest‘ultimo appuntamento.

Classifica al traguardo:

Num.     Pilota                    team                      giro record

1)       Shane Turpin              Motoczysz           1:31.533
2)       Tim Hunt                   Lightning             1:39.604
3)       Steve Atlas                 Brammo              1:42.331
4)       Thad Wolff                  MotoElectra       1:45.472
5)       Ely Schless                  ProtoMoto          1:58.375
6)       Ted Rich                     Lightning            Rit

  • Share/Bookmark

La eCRP 1.2 correrà al TTXGP Euro Championship 2010

venerdì, 3 settembre 2010


Dopo la decisione da parte del TTXGP di istituire il TTXGP Euro Championship 2010 con una tappa ad Assen ed una a Brands Hatch, CRP Racing parteciperà al nuovo evento europeo con un proprio team ufficiale in sella all’elettrica italiana per eccellenza, la eCRP 1.2.

La casa modenese scenderà in pista nel regno del TT olandese il 24 e 25 settembre (Assen), così come sarà presente in Inghilterra il 2 e 3 ottobre (Brands Hatch).

Importanti accorgimenti tecnici e telaistici sono stati effettuati dalla prima presentazione del prototipo eCRP 1.0 avvenuta a Birmingham lo scorso gennaio.

(Visibili dall’esterno ci sono il raddoppio dell’impianto frenante, aggiornamento delle sopspensioni, diverse modifiche alla livrea esterna e per quel che riguarda la gestione elettronica di motore e batterie che di solito avviene tramite eeePC con HD allo stato solido,  il passaggio da sistema operativo Linux e al sitema Windows)

Il team tecnico da allora ha lavorato sodo per mettere a punto una moto da competizione a tutti gli effetti, in cui in ogni singola parte e accorgimento è percepibile l’ingegneria di eccellenza, che solo il gruppo CRP poteva mettere in campo, grazie ad oltre 40 anni di esperienza nel motorsport internazionale di rilievo.

La tecnologia e l’innovazione della eCRP 1.2 sono pronti per scendere in pista e dare filo da torcere ai propri avversari, ricordando che tutti quanti, saranno sulla griglia di partenza come precursori di una nuova era del motociclismo da competizione.

Nessuna indiscrezione al momento per quel che riguarda i piloti. si sa solo che Locatelli (che avevamo erroneamente dato come papabile) non sarà della partita in quanto già impegnato in altre iniziative.

per altre informazioni:

www.crp-racing.com

www.ecrp.eu

  • Share/Bookmark

Ecco finalmente la eCRP 01, prima TTXGP italiana al mondo! in diretta da Birmingham tutti i dettagli.

giovedì, 14 gennaio 2010

la eCRP o1: fonte facebook.com

la eCRP o1: fonte facebook.com

Ecco finalmente le immagini , diramate dalla CRP racing stessa tramite facebook e dal sito ufficiale della TTXGP , della eCRP 01 capitanata da Livia Cevolini , Franco Cevolini e Giampiero Testoni. Padrini di battesimo della neonata sono stati Lord Drydson , ministro della scienza e dell’innovazione britannico e Azhar Hussein ovvero la massima autorità esistente nella TTXGP.

CRP si propone come costruttore e quindi non creerà un proprio team ufficiale , ma la moto sarà in vendita ai privati che godranno dell’assistenza esclusiva della casa madre.

Dal punto di vista tecnico la moto ha un aspetto estremamente convenzionale tanto da conservare ancora gli ingombri del serbatoio originali senza la necessità di protendersi verso l’alto a forma di scatola come e avvenuto in altri casi. la collocazione dei due motori Agni a destra ed a sinistra del telaio calettati tra loro segue a quanto già avvenuto nel progetto originario di Agni e nel successivo di Mavizen. ci perplime un filino la potenza del pacco batterie…6KW/h dichiarati composta da 52 pacchi batterie divisi in 4 gruppi. infatti viene dichiarata una autonomia di 40 km con un tempo di ricarica di 2 ore. ma per completare un giro del TT serve un autonomia di 66 km e non si puo fare il battery swapping (cambio batteria) in corsa,  quindi senz’altro questo pacco batterie concepito anche per ridurre il prerzzo di accesso, è destinato a gare sprint di minore durata.

Sulla carta il veicolo dovrebbe essere molto competitivo in quanto almeno in apparenza telaisticamente sembra derivare dall’esperienza del GP 125 dato l’interasse di soli 1376 mm ed il monodisco anteriore, a differenza di altri progetti che invece sono interamente basati su telai di derivazione di serie come appunto il ktm nel caso di Mavizen o il Suzuki nel caso di Agni.  tutto questo quindi dovrebbe dare dei vantaggi in termini di peso e guidabilità.  inoltre la scheda di presentazione parla di:” sarà una moto per tutti, capace di catturare l’interesse del pubblico maschile ma anche di quello femminile” facendo quasi presupporre che ci sia un interesse verso la produzione in serie, ma forse volevano semplicemente dire che chiunque puo correrci. il nostro dubbio è ok la filosofia e tipicamente italiana con meno componenti di maggiore qualità, ma alla fine di fatto quanto costerà questo veicolo?se la base e GP con componenti realizzati dal pieno probabilmente avremo costi piu alti di Mavizen che ricordiamo sta sotto i 50.000 dollari . nel frattempo riportiamo la scheda tecnica già resa nota:

SCHEDA TECNICA eCRP 1.0

TELAIO
Bitrave in alluminio

FORCELLONE POSTERIORE
In alluminio

SOSPENSIONE ANTERIORE
Forcella teleidraulica a steli rovesciati OHLINS.Ø Steli da 43 mm

SOSPENSIONE POSTERIORE
Ammortizzatore OHLINS progressivo idraulico a doppia regolazione

FRENO ANTERIORE
Disco flottanteØ Disco 320 mm Braking

FRENO POSTERIORE
Disco fisso Ø 190 mm Braking

PINZA
Pinza Brembo radiale a 4 pistoncini

RUOTE
Marchesini in alluminio forgiatoDimensioni Ruota Anteriore 3.50” X 17”Dimensioni Ruota Posteriore 5.50” x 17”

PNEUMATICO ANTERIORE
Dimensione Pneumatico Anteriore 120 x 70-17

PNEUMATICO POSTERIORE
Dimensione Pneumatico Posteriore 165 x 60- 17

INTERASSE
Dimensioni Interasse 1376 mm

MOTORI
N.2 “Agni 95” a corrente continua.

VOLTAGGIO
72 V

BATTERIE
Pacco batterie da 6 KW/h52 pacchi, divisi in 4 gruppi da 13 pacchi

CONTROLLER
Dimensioni 480mm x 150mm x 60mm

CARICA BATTERIE
Zivan NG3 da 96 V

Sistema BMS – Battery Management System

PESO
175 Kg.

TEMPO DI RICARICA
2h

AUTONOMIA
40Km (a seconda delle condizioni della pista)

VELOCITA’
180 Km/h

[nggallery id=75]

P.S.In realtà la prima TTXGP italiana al mondo avrebbe preso vita già l’anno scorso per opera del Team Rondine e doveva essere guidata dal nostro esperto di TT Corradi , ma per ragioni che non sappiamo , di quel progetto non se ne fece piu nulla e Rondine continua a produrre special motorizzate Ducati. speriamo che anche su questo fronte qualcosa si smuova.

  • Share/Bookmark