Articoli marcati con tag ‘Litio’

Arriva EcoPowerD , lo scooterone da turismo della nuova Gamma Ecobit

martedì, 10 maggio 2011


In contemporanea con il lancio dell’ Ecobit F , la dinamica casa motociclistica milanese ha presentato anche un altro prodotto caratterizzato per una vocazione piu turistica , ma pur sempre con prestazioni da “125″ collocandosi idealmente nella fascia di mercato occupata finora soltanto dal Vectrix VX-1 .

A differenza del modello F qui  le linee sono morbide ed avvolgenti anche se le prestazioni , dal puro punto di vista velocistico sono pressochè equivalenti mentre invece ovviamente pesi e dimensioni ne modificano la natura dinamica per quello che è il reale uso per cui esso è nato.

Molto buono lo spazio a disposizione del guidatore e del passeggero sulla sella e anche eccellente è la protezione aerodinamica offerta dall’ampio scudo.

anche qui due le potenze a disposizione: 4 Kw e 5 kw

SCHEDA TECNICA (modello 5 kw)

MOTORE
Potenza nominale 5000 W, motore elettrico senza spazzole, integrato nella ruota posteriore

VELOCITA’ MAX
93 Km/h

AUTONOMIA
80/120 Km (in base alle condizioni di utilizzo)

IMPIANTO ILLUMINAZIONE
Luci, anteriore e posteriore, ad alta visibilità.

BATTERIE
N° 5 Al litio da 60 Ah , ermetiche senza manutenzione , con protezione da scariche elettriche

RICARICA
Da 4 a 8 ore.

TRASMISSIONE
Trazione diretta sulla ruota posteriore.

AMMORTIZZATORI
Idraulici ( anteriori ), idraulici a molla ( posteriori )

FRENI
Entrambi a disco.

CERCHI/ RUOTA
13″ in lega d’alluminio

PNEUMATICI
130/60-13 pollici

COLORI
Nero, rosso, bianco e blu

PORTATA
200 Kg, 2 persone

PESO TOTALE
162 Kg

GARANZIA
24 mesi (per le batterie: 6 mesi)

ulteriori info disponibili su www.ecobit.net

a Bergamo è possibile ordinarlo presso www.eco-rent.it

Prezzo : 6.200,00 € Iva inc

Regione Lombardia rimborsa 1.000,00 €

[nggallery id=117]


  • Share/Bookmark

SIXT propone a noleggio le FIAT 500 e FIORINO elettriche ad ESSEN in Germania

lunedì, 3 maggio 2010

micro-vett-electric-fiat-500-from-nice-car-company-2008-london-motor-show_100230617_l

SIXT , una catena di autonoleggio molto popolare in germania , ha deciso di proporre al pubblico due veicoli elettrici derivati da prodotti FIAT e trasformati dalla MICROVETT di Imola.

i veicoli prescelti sono la e500 derivata appunto dalla nota berlina torinese ed il Fiorino

ecco le caratteristiche dei singoli veicoli secondo quanto indicato dalla stessa microvett:

e500 (Base)

Il fascino di una volta si mescola alle linee moderne, ottenendo un risultato davvero unico che di certo non delude le aspettative
Grazie ad un’ autonomia di 145 km  la nuova E500 è un mezzo perfetto per gli spostamenti  sia cittadini, con una eccellente maneggevolezza assicurata da un peso in ordine di marcia contenuto in 1150 kg, sia extraurbani, grazie ad una velocità massima di 115 km/h.

Base

Allestimento Base

La e500 emerge come una vettura silenziosa e scattante. Un’auto pratica, piacevole
e divertente da guidare. Una vera e propria rivoluzione nel settore delle
city-car elettriche.

Motorizzazioni disponibili

  • Categoria:                          M1
  • Motore:                                Asincrono trifase
  • Frenata:                              A recupero di energia
  • Presa di ricarica:              230 VAC – 16 A – 3 kW
  • Potenza Motore:                15 kW(nominali)-30 kW(picco)
  • Rapporti:                             Direct Drive
  • Pendenza max:                 18 %
  • Batterie:                              Litio 222 V-100 Ah-22.2 kWh

  • Share/Bookmark

Toyota prepara la MR2 ibrida per contrastare la CR-Z

sabato, 28 novembre 2009
la attuale Toyota MR2

la attuale Toyota MR2

E battaglia a suon di Ibrido tra Honda e Toyota… benchè infatti la toyota sia in assoluto la primatista mondiale in fatto di vendite di auto ibride , oltre ad essere stata la prima casa al mondo ad adottare questa soluzione su un veicolo di grande serie ,e chiarissimo che Honda stia tentando di contrastarla creando auto ibride in nuovi segmenti di mercato puntando su costi inferiori… e il caso ad esempio della CR-Z , erede spirituale della mitica CR-X che si presenta appunto come una piccola ipersportiva di polso caratterizzata però dall’adozione di un sistema di motorizzazione ibrida a cui però si accoppia un cambio manuale sequenziale a sei velocità. Ebbene Toyota deve aver capito che la CR-Z potrebbe davvero

la Honda CR-Z

la Honda CR-Z

sottrarre quote di mercato interessanti soprattutto nel mercato destinato ai giovani e quindi si prepara a non lasciare scoperto anche questo segmento creando la versione ibrida della MR2 , che per intenderci è lo spider biposto di casa Toyota dotato di motore e trazione posteriori. ad ogni modo si vocifera che la risposta di toyota sarà comunque un prodotto di fascia piu alta e pare che sia destinato ad essere equipaggiato con batterie al litio anziche al cadmio come nella CR-Z e nella Prius stessa.

attendiamo di conoscere ulteriori sviluppi in materia.

  • Share/Bookmark

Il costruttore cinese BAIC crea un marchio parallelo per produrre auto elettriche

martedì, 17 novembre 2009
la BAIC BE701

la BAIC BE701

BAIC è il 5° piu grande costruttore cinese di autoveicoli ed ha deciso di entrare nel mercato dei veicoli elettrici avvalendosi di un marchio parallelo creato ad hoc il cui nome sarebbe BNEAC (Beijing New Energy Automotive Company). obbiettivo della neoazienda produrre qualcosa come 40.000 veicoli tra ibridi ed elettrici puri tra cui una interessante sedan di grandi dimensioni (dalle linee che però sanno un pò di dejà vù) chiamata BE701 capace di ben 200 kilometri di autonomia con una velocità massima di 160 km/h. il motore utilizzato e di tipo sincrono a magneti permanenti a cui fa capo una trasmissione automatica a 4 rapporti (scelta questa che francamente fatichiamo un pò a comprendere… che si voglia usare un cambio al fine di controllare il flusso di corrente e quindi i consumi visto che comunque di coppia ce ne e a profusione lo comprendiamo , ma se poi per farlo si una una trasmissione con 4 frizioni che si innestano a turno direi che la cosa diventa assai poco sensata…) le batterie sono del tipo Litio Ferro Fosfato e permettono al veicolo di raggiungere i 100 orari da fermo in 15 secondi. fonte www.autobloggreen.com

  • Share/Bookmark

Honda si inserisce nel filone delle vetture del revival in salsa elettrica. ecco l’erede della Honda 600N

venerdì, 23 ottobre 2009
la nuova concept elettrica ispirata dalla Honda 600N

la EV-N la nuova concept elettrica ispirata dalla Honda 600N

Negli anni 70 Honda fece i suoi primi timidi passi tra i veicoli a 4 ruote con una utilitaria che per i canoni stilistici dell’epoca era anche abbastanza gradevole , anche se misconosciuta nel nostro paese il cui nome era Honda 600N… ebbene al pari di quanto avverrà con la Mini , con la Trabant  e si dice anche con la 2CV e l’isetta , si e deciso di fare il classico “salto della quaglia” e di riproporre un modello storico passando direttamente per la motorizzazione elettrica. vero e che la Honda in fatto di motorizzazioni alternative ha già fatto a suo tempo la scelta di spingere nella direzione dell’idrogeno con la FCX già consegnata in leasing a pochi fortunati e danarosi clienti , però e anche vero che dal punto di vista infrastrutturale la strada dell’idrogeno non si sta muovendo , i fondi destinati dal DOE in tal senso non sono ingenti (e si capisce anche perche) e quindi Honda sta rapidamente correggendo il tiro da una parte spingendo sull’ibrido a basso costo con ancora le batterie al NI-MH per la Insight e per la appena presentata CRX ibrida , e dall’altra si guarda al full electric al litio attraverso una serie di nuove proposte tra cui appunto questa e la prima in ordine di marcia… tra l’altro le portiere della vettura alloggiano dei microscopici veicoli costituiti da dei seggiolini monoruota elettrici dotati di giroscopio che permette il mantenimento della posizione eretta e capace di agure come veicolo di supporto per piccoli spostamenti al di fuori dell’autoveicolo. fonte www.autobloggreen.com

[nggallery id=59]

  • Share/Bookmark

TROVATO SU EBAY: Porsche 356 speedster elettrica

martedì, 20 ottobre 2009
la 356 elettrica in vendita su ebay

la 356 elettrica in vendita su ebay

I puristi del restauro non si straccino le vesti e non gridino al sacrilegio… non si tratta della conversione elettrica di una vera speedster ma bensi di un suo clone basato sul classico telaio in tubi e scocca in fibra di vetro come ad esempio avvenne con la Apal o altri prodotti simili basati sul pianale -motore della VW maggiolino.

Questa invece è marchiata Beck e data la tecnologia costruttiva , e parecchio piu leggere dell’originale. nel retrotreno hanno preso posto un motore da 193 cavalli a corrente continua e un gruppo batterie LiFePo4 (litio ferrofosfato) da 23Kw/h. il pacco batterie e costituito da 72 celle thundersky collocate in parte sul muso ed in parte sul retrotreno per bilanciare il veicolo. la durata delle batterie e di 2000 cicli se si ha l’accortezza di usarle sempre non oltre l’80% della loro carica prima di ricaricarle . quanto al range del veicolo il proprietario , senza condurre un vero e proprio test per non rischiare di rimanere a piedi per strada, e stato in grado di fare 107 miglia (piu di 170 km) senza fermarsi , anche se rispettando il criterio di non usare piu dell’80% della batteria l’autonomia nominale sarebbe di 85 miglia (136 km) in tutta sicurezza. questa e veramente un bel giocattolo per adulti che mi piacerebbe avere!

[nggallery id=58]

  • Share/Bookmark

Sorpresa! BMW rifà il C1…ma elettrico e con il motore delVectrix!

giovedì, 8 ottobre 2009
P90048367

il C1 ritorna... alleggerito ed elettrificato. ma questo motore non vi sembra di averlo già visto?

“A volte ritornano” era lo slogan di un famoso film della saga degli zombie e dei morti viventi , ma in questo caso il ritorno è assai gradito… so bene che il C1 e stato per anni considerato una autentica  barzelletta ed e stato etichettato a secondo dei casi come vespasiano mobile con un discreto danno di immagine anche per BMW stessa che fallì così clamorosamente l’accesso all’affollato settore degli scooter… eppure quelli che lo posseggono e che lo hanno scelto proprio per le sue peculiarità automobilistiche non se ne separano mai e lo osannano come mezzo tuttofare… possiamo tranquillamente dire che comunque il C1 aveva due difetti: 1)era nato un pò troppo presto 2)era decisamente troppo sovradimensionato per quel che riguarda la parte “cellula di sicurezza”e questo ne inficiava prestazioni e guidabilità.

Il nuovo C1 elettrico invece ne riprende vagamente le forme ma innanzitutto si distingue per una struttura protettiva decisamente piu snella…conserva la peculiarità delle cinture di sicurezza (e francamente questo non so se e davvero un vantaggio) ma si avvantaggia di un sistema di motorizzazione elettrico…però vorrei soffermare la vostra attenzione sul gruppo motore forcellone di questo scooter… a voi non suona familiare?  direi che ricorda molto ma molto da vicino il gruppo propulsore del VECTRIX VX1… fate caso al gruppo motore con la flangia a 5 bulloni , fate caso alla abbondante alettatura circolare , fate caso dall’altro lato alle forme squadrate del forcellone e dell’attacco dell’ammortizzatore… ma si, e proprio lui! il motore e quello ! ecco allora (forse) a chi fa capo la famosa cordata di salvataggio della New Vectrix !!! motore e controller nonche batterie vengono quindi da Vectrix che però e stato upgradato da un sistema di batterie al litio ion in luogo delle Ni-MH del Vx-1 mentre il resto e farina del sacco BMW… va comunque detto che nel progetto e previsto che il C1 sia prodotto anche in versione termica se non addirittura sempre elettrica ma con un piccolo range extender (ovvero un motogeneratore) che in pratica bruciando benzina ne estende la autonomia. non ci sono ancora dati sulle prestazioni e sulla autonomia ma senz’altro stiamo parlando di un mezzo molto interessante sia perche avvicina alle due ruote utenza che guiderebbe soltanto automobili e sia per il fattore protezione sia dagli eventi atmosferici che dagli urti , anche se conoscendo BMW e conoscendo Vectrix , il prezzo presumibilmente non sarà proprio “per tutti” .aspettiamo di saperne di piu e di vedere quando sarà prodotto.

[nggallery id=55]

  • Share/Bookmark

Tipo