Articoli marcati con tag ‘kg’

TTXGP USA Miller : La Motoczysz domina il week end ma la Brammo vince il campionato!

venerdì, 16 settembre 2011

da: http://motoelettriche.wordpress.com/

L’ultima tappa del campionato nazionale americano TTXGP ha visto tutte le big a stelle e strisce concorrere sul Circuito del Miller Motorsport Park (eccezion fatta per la Mission Motors assente)e spiccare il dominio della Motoczysz; dietro di lei si sono classificate con ritardi rilevanti in ordine l’ormai eterna seconda Lightning e terza la Brammo che grazie al podio si aggiudica anche la serie.

Le novità in gara non sono mancate : la Motoczysz ha fatto il suo primo debutto in pista con alla guida un pilota professionista come il veterano Shane Turpin , la Lightning è riuscita finalmente a far scendere in pista la seconda moto apparentemente identica alla prima ma con un diverso pacco batteria limitato a 7.5 kWh per rientrare nella categoria TTX75 mentre la Brammo ha confermato l’aggiornamento introdotto dall’appuntamento di Laguna Seca con un potenziamento del suo pacco batteria portato a oltre 13 kWh.

Conclusioni.

Le prestazioni della Motoczysz non hanno lasciato spiragli di fiducia agli avversari sin dalle prime libere il dominio è stato schiacciane sue infatti le libere , la Pole , la vittoria e il giro veloce ; i tempi di Shane Turpin attorno al 1.36 alto hanno battuto gli stessi fatti registrare dalle 600 cc. durante il week end segno di un‘incredibile competitività che sicuramente avrà lasciato qualche rimpianto al Boss Michael Czysz ripensando alla gara di Laguna Seca dove peccando di superbia ha ritardato il debutto di un pilota professionista sulla EPC1 risultando secondo al traguardo dietro alla Mission R che aveva già affrontato questa scelta.                                                                      La Lightning torna in pista dopo il record di velocità segnato sul lago salato di Bonneville orfana del suo pilota Barnes sostituito da Tim Hunt e fa debuttare proprio all’ultimo appuntamento la seconda moto riservata alla categoria TTX75 riconoscibile per una livrea completamente Black con ottimi riscontri dal punto di vista delle prestazioni visto il sorpasso con disinvoltura effettuato sul rettilineo ai danni della Brammo (vedi il video sottostante) .                                 La Brammo Empulse RR guidata da Stave Atlas è la nuova regina del campionato TTXGP USA pur avendo delle prestazioni inferiori rispetto a moto come la Motoczysz la sua costanza di partecipazione alle gare ha pagato nei punteggi finali mentre seconda in classifica si conferma ancora una volta la Moto Electra di Thad Wolff che pur essendo costruita completamente con pezzi commerciali era in lizza per la vittoria finale sino a quest‘ultimo appuntamento.

Classifica al traguardo:

Num.     Pilota                    team                      giro record

1)       Shane Turpin              Motoczysz           1:31.533
2)       Tim Hunt                   Lightning             1:39.604
3)       Steve Atlas                 Brammo              1:42.331
4)       Thad Wolff                  MotoElectra       1:45.472
5)       Ely Schless                  ProtoMoto          1:58.375
6)       Ted Rich                     Lightning            Rit

  • Share/Bookmark

Incredibile ma vero… Superbike elettrica umilia Superbike e Superstock twin a benzina!

lunedì, 10 gennaio 2011


Non mi nascondo dietro ad un dito… non ero tra i proseliti di Chip Yates e dopo aver visto le evoluzioni tecniche della sua pachidermica “creatura”. non avrei scommesso un cent sulle sue possibilità e non perchè non creda nell’elettrico ma perche non credevo granchè nel suo approccio “gigantistico” che per certi aspetti è un pò alla base della cultura motoristica yankee con cui ha affrontato la realizzazione della propria moto, che ricordiamoci ha visto la luce oltre un anno dopo l’annunciato debutto. … dal resto anche i continui mutamenti di rotta tecnici non è che facessero sperare granchè sulle possibilità di questo pachiderma da 260 kg guidata da un folle che è dimagrito di quasi 20 kg per poter correre nella categoria WERA destinata ai bolidi superbike e superstock bicilindrici , dopo aver incassato il rifiuto dei campionati TTXGP ed ePower …

Sta di fatto che la moto di “capatosta” Chip benchè per certi aspetti ricordi un pò la prima Toleman Hart di Rory Byrn soprannominata “flying pig” (porco volante) , vuoi per la cocciutaggine del team , vuoi per il manico del pilota , vuoi perchè la moto di fatto sia sicuramente piu valida di quanto non sembri , di fatto è arrivato un risultato a dir poco incredibile!!!  la 747 di Chip  partita non troppo avanti anche per la totale assenza di collaudi se si eccettua qualche giro fatto ad Infineon con tutte le batterie collocate sulla coda , di fatto già in prova si era contraddistinta per punte velocistiche entusiasmanti intorno alle 154 miglia orarie , ed ha poi dimostrato in gara un potenziale spaventoso.  Guardate il filmato ed osservate  in che modo il pilota Chip Yates rimonta su quei puntini collocati all’orizzonte che sono le moto che lo precedono!!! e che dire del SOUND!!! davvero ha ragione chi l’ha soprannominata 747…. sembra proprio il rumore di un boeing!!! ed in effetti il sibilo del grosso motore elettrico che ricordiamocelo  raggiunge gli 8000 giri al minuto per erogare 190 e passa cavalli , ricorda un pò una moto a “turbina” per certi aspetti… e guardate con che frequenza impenna!!! sicuramente il buon Chip per portare in giro in questo modo una moto da 260 kg con tutto quel popò di roba collocato sulla coda merita comunque una mezione d’onore. la moto si vede che non è un fuscello e che si muove con una certa inerzia ma è stabile e non si scompone mai e  accidenti il motore in quanto ad erogazione e progressione non ha proprio eguali!  il manico e la precisione della parte ciclistica fanno il resto… alla fine il risultato ha dell’incredibile. 3 posto assoluto nella categoria superbike e Secondo posto assoluto nella categoria superstock. e questa moto ancora non si avvale del KERS sulla ruota anteriore ne tantomeno dell’upgrade motoristico che dovrebbe veder crescere la potenza di un altro 20%… ditemi … non siete curiosi anche voi di vedere come va a finire? certo …su un circuito piu “guidato” come spa francorchamp forse il boeing avrebbe qualche difficoltà in piu ma il risultato è comunque epocale. chip yates checchè se ne sia detto in passato e se ne dica nel presente sta facendo la storia …

  • Share/Bookmark

A Bergamo da Cella Alpenland Scooter Vectrix a Km 0 a prezzo speciale!In Bergamo Cella Alpenland offer 0km Vectrix at € 5990!

mercoledì, 1 dicembre 2010

La concessionaria Cella Alpenland di Bergamo , si contraddistingue da sempre per una forte connotazione ecologica.L’attenzione per le problematiche ambientali è però sempre stata nel DNA dei titolari del gruppo ed infatti per primi a Bergamo il gruppo Livio Cella iniziato la commercializzazione di auto ibride dei marchi Toyota e Lexus in modo da dare fin da subito un contributo concreto all’abbattimento del consumo di carburante e degli agenti inquinanti.
In un ulteriore step l’attenzione si e rivolta ai veicoli ZEV per la mobilità leggera e dovendo scegliere un partner di riferimento nel settore degli scooter e delle biciclette a pedalata assistita , l’attenzione del gruppo e caduta su due prodotti di riferimento del settore. VECTRIX e WAYTEL.

L’oggetto di questo articolo sono 2 esemplari di Vectrix Vx1 , uno nero opaco e l’altro bianco e rosso , entrambi immatricolati quest’anno dall’azienda e rigorosamente a KM0 che per l’occasione vengono offerti al prezzo speciale di 5990 euro -
[nggallery id=102]

Queste le caratteristiche tecniche:

Potenza: 21 kW / 3000 giri
Coppia: 6.63 kgm (65 Nm) / 6000 giri
Velocità: 100 Km/h
Freni: D-D
Misure cerchi (ant./post.): 14” / 13”
Peso: 234 kg
Lunghezza: 2110 mm
Larghezza: 745 mm
Altezza: 770 mm
Segmento: Scooter Ruote basse

E per finire oltre agli scooter KM 0 Cella Alpenland dispone anche di uno scooter usato del 2007 colore blu metallizzato offerto a 3990 euro. lo scooter ha percorso meno di 7000 km ed è in ottime condizioni estetiche e meccaniche. è stato costantemente aggiornato dalla casa madre con tutti gli upgrade previsti nel corso dei tagliandi. per informazioni ulteriori potete contattare la concessionaria al numero: 035.247600 ova mail: info@cellaalpenland.com
[nggallery id=103]

The italian Company Cella Alpenland situated in Bergamo City in north italy, is specialized seller of  electric and hybrid Vehicles Toyota and Lexus , scooter Vectrix and electric bicycle Wayel.

If you have intention to buy in short time one electric motorcycle i think is time to check this oportunity… TWO VECTRIX VX1 0 km is offered at the speical price of  € 5990 .  one is black and another is red with white stripes and u can see more particulars in pictures.

[nggallery id=102]

If u wanna spend less money and still looking for a Vectrix Cella Alpenland have one intersting Vx-1 year 2007 for just 3990 with les than 7000 km

[nggallery id=103]

for every question contact cella Alpenland over his website or call the number +39 035.247600

  • Share/Bookmark

Chip Yates per il cambio del peso minimo non vuol piu partecipare al campionato TTXGP

giovedì, 18 novembre 2010


Ce lo aspettavamo… la storia di Chip Yates e del suo rapporto con il campionato TTXGP è davvero sfortunata e sfiora i limiti del paradosso. come ricorderete Yates in sella alla sua SWIGZ già dall’inizio del campionato voleva correre in sella alla sua “belva” da 194 cv , ma qualcosa andò storto in quanto le batterie che egli aveva ordinato dalla Cina per equipaggiare la sua Suzuki elettrificata avrebbero fatto sforare il peso minimo della stessa… pertanto l’allestimento della motocicletta fu fortemente ritardato tanto che la nuova motocicletta dotata di un kers che agisce sulla ruota anteriore anche allo scopo di recuperare energia e di ridurre le dimensioni del pacco batterie , finè per essere presentata ad ottobre nella versione che potete vedere in questa foto… peccato che la motocicletta pesi ben 585 libre mentre il limite imposto un mese dopo dal regolamento TTXGP 2011 diventa di 551 libre pari a 250 kg… insomma Yates dopo aver finalmente ultimato la sua creatura si ritrova con un veicolo sovrappeso di circa una quindicina di Kg e quindi va su tutte le furie accusando Hussein di averlo volutamente tagliato fuori di assecondare il monopolio di Mavizen che sarebbe rea dal suo punrto di vista di essere in palese conflitto di interesse nel doppio ruolo di fornitore di motociclette e di organizzatore di eventi.(anche se il magro bottino finale raccolto da Mavizen nei tre campionati già smentirebbe questa affermazione , oltre al fatto che il campionato mondiale è finito nella mani di Munch , team che per accedere ad esso ha partecipato ad UNA sola gara e di cui tutto si puo dire tranne che sia impapocchiato con i vertici della TTXGP…)

Ad ogni modo comprendiamo lo sconforto di Yates e in tutta sincerità anche noi saremmo ansiosi di vedere gareggiare la sua creatura…tuttavia è assolutamente naturale che gli organizzatori visto l’effetto elastico causato dal grande peso di questi veicoli,  puntino allo snellimento dei motocicli per rendere le gare piu battagliere e per migliorare l’efficienza degli stessi e dato che la motocicletta è soltanto all’inizio del suo sviluppo , non pensiamo che il problema della sua partecipazione al campionato sia seriamente  messo in gioco dalla gestione di 15 kg di troppo… il vantaggio di potenza sugli avversari se davvero il kers di yates funziona a dovere , dovrebbe comunque essere consistente… forse basterebbe tagliare elettronicamente  un pochino la potenza e far uso di un pò piu di carbonio e di kewlar per far rientrare questo “bestione americano” nei 250 kg effettivi e fare comunque una ottima figura … tuttavia se il buon chip decidesse di fare a meno della TTXGP e di correre con la moto così come è,  potrebbe benissimo decidere di confluire nel campionato e-power che vedrebbe quindi al via una moto in più, che visto l’andazzo che mediamente vede al via dalle 5 alle 7 moto,  non è poca cosa…

  • Share/Bookmark

BYD A6 l’elettrica già in vendita in Cina che sogna di invadere gli USA.

sabato, 16 gennaio 2010

Ne abbiamo già parlato. sotto l’aspetto innoquo di una onesta berlina che ricorda vagamente un pò la Fiat Stilo l’azienda cinese ha messo a punto la prima vera vettura elettrica al 100% di grande serie. l’accoglienza sul mercato interno è stata un pò sotto le aspettative pero bisogna anche considerare che si colloca nella fascia alta del mercato dove forse la clientela dei nuovo ricchi non la preferisce ad una BMW o ad una Jaguar…

byd-e6-02

la BYD e6 a Detroit

Ad ogni modo il veicolo e attesissimo sul mercato americano , forte di un pacco batterie da 60KW/h dal peso di 800 kg (e dal costo ancora non rivelato) capace secondo il costruttore , di spingere il veicolo per 205 km con una sola carica. il Cina la E6 ha già superato tutti i crash test , ma questi dovranno essere ripetuti prima della commercializzazione, e poi, anche se questo e un dettaglio minore , il connettore per il rifornimento dovrà essere sostituito con un J1772 .

La Byd è una azienda molto ambiziosa… dal 95 ad oggi ha conquistato enormi fette di mercato arrivando a diventare il numero 4 del mercato cinese con largo vantaggio sulla concorrenza diretta ed un notevole margione tecnologico ,ma BYD punta alla vetta e per questo punta decisamente al mercato americano. per il 2010 la compagnia spera di produrre 800.000 unità… quante di queste  saranno E6 che andranno negli USA? lo sapremo presto.

fonte ee fotografie da www.autobloggreen.com

  • Share/Bookmark

Presentata al Motor Show la TAZZARI ZERO , la city car “elettrica ma con brio” che si puo caricare in 50 minuti.

mercoledì, 9 dicembre 2009
la Tazzari Zero

la Tazzari Zero

E stata presentato in questi giorni al Motor Show di Bologna il veicolo che viene definito come “la prima city car sportiva elettrica al mondo” ed e estremamente positivo che proprio in questo periodo le industrie italiane comincino a farsi sentire e a mettere a frutto il proprio livello di eccellenza anche in prodotti di questo tipo.

Il veicolo si caratterizza per una scocca interamente in alluminio , una linea forse un pò “fumettosa” ma dalla personalità decisa che farà impazzire molte guidatrici del gentil sesso e si caratterizza per dimensioni estremamente compatte che ne fanno un veicolo agile e scattante concepito per dare il meglio di se in città regalando scatti brucianti , il brio della trazione posteriore , ed una ottima tenuta di strada  , con sospensioni , pneumatici ed impianto frenante abbondantemente sovradimensionato e  per la scelta tra 4 modalità di guida : Race – Economy – Standard – Rain in modo da ottimizzare l’autonomia e le prestazioni in funzione dell’uso che se ne deve fare.

l’impianto frenante e dotato di ben 4 freni a disco ed il telaio e caratterizzato da telaietti anteriore e posteriore dimensionati al fine di garantire il massimo assorbimento d’urto.

[nggallery id=67]

l’autonomia in modalità economy arrriva fino a 140 km per una velocità massima di 90 KM/h e la posssibilità , disponendo dei 380V in trifase , di fare una ricarica in 55 minuti. il costo e fissato in 29.900 dollari (intorno ai 20.000 euro) a cui vanno scalati gli incentivi.

(continua…)

  • Share/Bookmark