Articoli marcati con tag ‘il tempo’

Barberá: “Ancora qualche dettaglio, ma sono molto soddisfatto”

giovedì, 1 marzo 2012

Il team Pramac Racing e Hector Barberà hanno chiuso la giornata con un ottimo sesto tempo (2:01.231), miglior risultato per quanto riguarda le Ducati in pista a Sepang. È certamente molto incoraggiante vedere come le prestazioni e il tempo sul giro possano migliorare di pari passo con il lavoro che si sta svolgendo nel box.

In quest’ultima sessione di prove, la squadra si è concentrata, con entrambe le moto, sviluppando due tipi di setting – telaio/sospensioni elettronica -per cercare il miglior compromesso possibile in ottica gara.

Il risultato di oggi, pone delle ottime basi in vista dei prossimi test Irta che si terranno ad Jerez de la Frontera a partire dal prossimo 23 marzo.

Hector Barberá, Pramac Racing
“Sono molto soddisfatto della giornata appena trascorsa. Il feeling con la mia Ducati sta migliorando e sto iniziando a capire anche come usare il gas che ha una risposta molto diversa dalla 800cc dello scorso anno. Il comportamento della moto è abbastanza sincero, ma ancora dobbiamo mettere a posto dei dettagli per migliorare il ritmo, in previsione di gara. Non posso che essere molto contento per il risultato odierno, grazie anche ad un’ottima intesa con la squadra”.

Francesco Guidotti, Team Manager Pramac Racing
“Stiamo lavorando per conoscere la moto ed in questo Ducati ci sta dando il massimo supporto. Ci stiamo anche impegnando per creare un buon rapporto squadra/pilota che è fondamentale per affrontare una stagione così impegnativa. Hector è molto concentrato e devo dire che risponde molto bene agli stimoli che gli stiamo dando. C’è ancora un test prima dell’inizio della stagione in una pista molto diversa da questa, sarà un altro importante banco di prova prima della prima gara”

  • Share/Bookmark

TTXGP:Assen nero per la eCRP che volta pagina e si presenta a LE MANS con ben 3 motoAfter the Assen race, everybody is waiting for Le Mans: the second joint challenge FIM e-Power – TTXGP

martedì, 9 agosto 2011

Un weekend dai risvolti inaspettati per il team CRP Racing.
Dopo aver girato già nelle libere del sabato sui tempi dello scorso anno, domenica mattina nelle prove di qualifica Brannetti ha conquistato la pole position con il tempo strabiliante di 1.58.346, 3 secondi più veloce di sabato e del record dello scorso anno.
Il Branna ha entusiasmato tutti per la sua guida perfetta, su una pista tecnica e veloce come Assen, e l’agilità della sua eCRP1.4 gli ha permesso di sfruttare al massimo l’occasione.

L’altro alfiere del team, Alex Battistini, che per la prima volta scendeva sul circuito di Assen, ha registrato un buon quinto posto, su una pista che richiede una certa conoscenza del tracciato, vista la sua complessità.
Purtroppo la gara invece ha riservato qualche brutta sorpresa.

Entrambi i piloti sono stati infatti costretti al ritiro per problemi ai motori.
La mancata affidabilità da parte di questi, ha portato la casa costruttrice a far rientrare a piedi al paddock i suoi piloti.
Purtroppo la stessa Agni non é tuttora in grado di capire il motivo delle tante difficoltá riscontrate quest’anno dai suoi motori, e gli stessi tecnici CRP non possono quindi che affidarsi alla sorte e di volta in volta sperare che i motori terminino le gare.

Ora il prossimo obiettivo è Le Mans (24 settembre) per la seconda gara congiunta FIM e-Power – TTXGP.
Reduci dalla grande competizione di Laguna Seca, il team al rientro dall’Olanda, si concentrerà sulla prossima gara che si preannuncia particolarmente entusiasmante e avvincente. La eCRP scenderà in pista con tre piloti: i due alfieri Brannetti e Battistini e l’amazzone californiana Shelina Moreda. Dopo il successo riscosso al Mazda Raceway, la casa costruttrice italiana insieme alla FIM, hanno deciso di portare la ragazza anche in Europa.

Lo spettacolo è assicurato.
Tuttavia tra le priorità della CRP, c’è la continua sperimentazione in pista per raccogliere tutti i dati utili allo sviluppo della moto elettrica da strada, progetto innovativo di CRP Racing, che porterà ad EICMA a novembre a Milano. I prossimi mesi saranno caratterizzati da un intenso lavoro di backstage per poi giungere al lancio della prima moto elettrica italiana. Un altro tassello che si va ad unire alla celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

http://www.flickr.com/photos/crpgroup

A weekend characterised by unexpected implications for the CRP Racing Team.
Having already run during practice on Saturday on the timing of last year, Sunday morning in the qualifying session Brannetti took pole position with a stunning time of 1.58.346, 3 seconds faster than Saturday and the record of last year.
The Branna delighted all for his perfect riding, very technical and fast on a track like Assen, and the agility of his eCRP1.4 allowed him to take full advantage of the occasion.
The other rider of the team, Alex Battistini, who was for the first time on the Assen circuit, got a relevant fifth place, on a track that requires some knowledge of it due to its complexity.

Unfortunately the race has reserved a nasty surprise.
Both riders were in fact forced to leave the race for engine problems.
The lack of reliability from these, has led the team to return their riders to the paddock on foot.
Even the same Agni is not able to understand why their engines have so many difficulties this year, therefore the technical staff of CRP Racing cannot rely on luck and hoping that the engines run until the end of race.

Now the aim is to be in Le Mans (24 September) for the second race of the FIM e-Power – TTXGP.
After the great competition at Laguna Seca, the team that is coming back from Netherlands, will focus on the next race that is expected to be particularly exciting. The eCRP will race with three drivers: the two riders Brannetti and Battistini and the female rider from California Shelina Moreda. After the success of the Mazda Raceway, the Italian manufacturer together with the FIM have decided to bring the girl to Europe.
The show is guaranteed.
However, among the priorities of eCRP, there is the constant experimentation on track to collect all data useful for the development of street electric motorcycle, the innovative project of CRP Racing that will be presented at EICMA in Milan in November. In the following months intense backstage activities will carried out until the launch of the first Italian electric motorcycle. Another masterpiece for the celebration of 150 years of the Unification of Italy.


http://www.facebook.com/CRP.Racing
http://www.flickr.com/photos/crpgroup

  • Share/Bookmark

Chip Yates batte tutti i record anche al Pikes Peakes 2011!Chip Yates 2011 Pikes Peak – Full Record Setting Race!

sabato, 2 luglio 2011

Le vicende di Chip yates e della sua fida cavalcatura, giunta ormai con l’ennesimo upgrade alla soglia dei 240 CV , ricorda un pò le vicende di Rambo e Rocky oltre il 4° episodio , dove praticamente si ritrova a battagliare con i marziani…  sta di fatto che oltre all’indiscusso valore come pilota del buon Chip , occorre rimarcare la pervicacia di un uomo che, messo fuori dai tutti i campionati ufficiali ed ufficiosi per il peso della sua cavalcatura , non perde l’occasione di andare continuamente alla ricerca di nuove sfide che riassumiamo brevemente: 1) sfida alle SBK a benzina nel campionato WERA dove si piazza 2° di categoria e 3°assoluto 2)sfida al record mondiale di velocità per moto elettriche a Bonneville , pienamente centrato benchè inferiore alle aspettative di Chip 3)sfida al pikes peak

Ebbene in quest’ultima impresa non era il range a preoccupare , ma bensì il fatto che un circuito montano con tratti sterrati non è certo la condizione ideale per andare a correre con una motocicletta elettrica da 240 CV ed oltre 270 kg … ma non è certo il manico e la voglia di darsi da fare che manca al buon  Chip , ed infatti il risultato è anche questa volta sorprendente: non solo il record di categoria è stato centrato , ma il tempo gli ha permesso di entrare nella TOP 100 piazzando la propria SWIGZ al 30° posto tra i migliori risultati di sempre. Chip però ha già detto che gareggerà il prossimo anno per entrare nella TOP 10.

ad ogni modo se volete anche questa volta stupirvi delle doti di accelerazione e di velocità di questo “mostro” vi invitiamo a vedere il video qui sotto:

This past weekend, Chip Yates checked off “make an amazing run up Pikes Peak” from his list of things to do to demonstrate the potential of electric-powered transportation. Coming second in the Exhibition Powersport class, his time of 12:50.094 bests the first-ever electric motorcycle effort made last year by over four minutes.

The run would no doubt have been more impressive had it not been for the 2.6-mile stretch of unpaved road. The bike went from hanging with the top ten to dropping just inside the top 100 on the dirt section. Overall, Yates finished in 30th place.

One thing is for sure, the 240-horsepower bike has crazy acceleration when it has clean pavement beneath it, and Chip says he’s gunning for a top 10 or better result when he gives it a go on next year’s completely paved surface. Hit the jump for the full run and enjoy the sound of the UQM motor’s sweet electric music winding out up the mountain. Thanks to all for the tips!

source: autobloggreen.com

  • Share/Bookmark

Rossi ed Hayden alla ricerca del set up migliore

sabato, 4 giugno 2011

Il meteo variabile e, di conseguenza, solo circa mezz’ora di pista completamente asciutta, hanno caratterizzato il primo giorno di prove libere del Gran Premi Aperol de Catalunya. I due piloti del team Ducati hanno ottenuto il loro miglior tempo nella prima metà del turno mattutino, prima dell’arrivo della pioggia.
Nel pomeriggio si è verificata la condizione inversa: si è cominciato con pista umida e solo negli ultimi minuti il sole ha asciugato l’asfalto. Nicky Hayden e Valentino Rossi sono tra i piloti che non sono riusciti a sfruttare la fase finale delle prove e quindi hanno concluso rispettivamente all’ottavo e al nono posto nella classifica combinata dei tempi.
Nicky Hayden, Ducati Team
“Oggi la giornata è stata condizionata dal maltempo. È vero che tutti devono affrontare la stessa situazione ma obiettivamente è più difficile se hai delle cose da sistemare. Questa mattina dopo mezz’ora è cominciata una pioggerella sottile mentre nel pomeriggio abbiamo prima montato le gomme da pioggia e poi siamo passati alle slick, senza riuscire a migliorare il tempo del mattino. Abbiamo tentato delle modifiche di assetto ma non si è mai sicuri se il feedback che si ottiene dipenda dalle condizioni diverse o dal lavoro fatto. Ovviamente speriamo che domani il meteo ci permetta di lavorare meglio”.
Valentino Rossi, Ducati Team
“Questa mattina siamo partiti con assetti simili a quelli di Le Mans ma abbiamo visto subito che c’era bisogno di qualcosa di diverso: siamo intervenuti sul set-up ma le prime modifiche non andavano bene. Poi è cominciato a piovigginare e metà della prima sessione se n’è andata così. Il secondo turno è iniziato con la pista bagnata e in quelle condizioni, anche se eravamo veloci, non si riesce a fare un lavoro produttivo per quanto riguarda il set-up. Siamo quindi rimasti con diversi problemi da risolvere e, anche se due secondi di distacco non sono realistici, siamo comunque ancora troppo lontani dai primi. Fortunatamente abbiamo delle idee per domani sia a livello di setting della moto sia di elettronica. Inoltre ho girato quasi sempre con le stesse gomme morbide che alla fine erano molto usate e quindi, anche sotto quell’aspetto, si può recuperare qualcosa. Negli ultimi minuti del pomeriggio mi sono fermato per modificare le regolazioni della forcella e poi mi è rimasto il tempo per fare un unico giro: non abbastanza per abbassare il mio crono ma sufficiente per capire che era la direzione giusta. Domani, meteo permettendo, vedremo quanto siamo in grado di migliorare e comunque, anche se con la pioggia saremmo più competitivi, preferisco l’asciutto perché è in quella situazione che dobbiamo lavorare e far bene”.
Comunicato Stampa Ducati Team.

  • Share/Bookmark

Le qualifiche Civ del Team Althea Racing

domenica, 1 maggio 2011

Il secondo round del Campionato Italiano di Velocita’ si e’ aperto sul tracciato di Monza, e il team Althea Racing, presente nella categoria Superbike con i piloti Luca Conforti e Federico Sandi, si e’ assicurato le posizioni in prima e seconda fila per la gara di domani, nonostante le difficili condizioni meteo.
Ieri Federico aveva cominciato nel migliore dei modi, terminando la seconda sessione di prove libere in prima posizione. Stamattina invece, nelle prime qualifiche, e’ stato Conforti a girare piu’ veloce del suo compagno di squadra, registrando il terzo tempo della sessione, ed abbassando di sette decimi il suo miglior tempo di ieri. Sandi ha chiuso la sessione settimo, dopo aver avuto qualche difficolta’ con le gomme.
Purtroppo un breve acquazzone prima della seconda sessione di qualifiche nel pomeriggio ha impedito ai tutti i piloti di migliorare i tempi sul giro che avevano fatto registrare in mattinata. Solo pochi piloti hanno scelto di girare sull’asfalto che, in alcune parti della pista, era rimasto molto bagnato ed i due portacolori del team Althea hanno deciso di non rischiare. Grazie ai tempi registrati questa mattina, Conforti si e’ quindi assicurato la terza posizione nella griglia di partenza di domani, mentre il suo compagno di squadra Sandi partira’ dalla settima posizione. Luca e Federico prenderanno quindi il via rispettivamente dalla prima e dalla seconda fila nella gara di domani che inizierà alle ore 14,00.
Luca Conforti:
“Siamo stati veramente sfortunati con il tempo perche’ sono venute giu’ due gocce proprio prima della sessione ed una parte della pista e’ rimasta bagnata per tutto il turno. Stamattina invece e’ andata bene. I miei tecnici hanno trovato un’ottima soluzione per quanto riguarda la messa a punto della mia moto e sono abbastanza soddisfatto perche’ sono riuscito a conquistare una prima fila, che va benissimo. Domani dovrò fare una gara intelligente e costante, ma devo dire che rispetto al primo round di Misano mi sento piu’ fiducioso ed ho un feeling nettamente migliore con la moto.”
Federico Sandi
“Sono un po’ dispiaciuto oggi perche’ ho girato piu’ piano con le gomme da qualifica che con le gomme da gara, mentre sappiamo che normalmente la gomma da qualifica e’ molto più performante. Speravo di migliorarmi nel pomeriggio ma la pista era abbastanza bagnata e sarebbe stato inutile entrare in pista. La cosa importante pero’ e’ che siamo a posto per domani e mi da fiducia il fatto che ieri ho girato forte con la gomma da gara e sono riuscito a migliorarmi costantemente. Nella nostra categoria e’ abbastanza facile recuperare qualche posizione e quindi rimango fiducioso e penso che domani riusciro’ a far bene. Domani molto dipendera’ anche dalla temperatura, ma ho 14 giri a disposizione per dare il massimo”.
QUALIFICHE: 1. Polita (Ducati) 1’44.6; 2. Baiocco (Ducati) 1’44.7; 3. Conforti (Ducati) 1’45.2; 4. Mandatori (Aprilia) 1’45.4; 5. Saltarelli (Ducati) 1’45.6; 6. Goi (Aprilia) 1’45.9; 7. Sandi (Ducati) 1’46.2; 8. Gentile (Ducati) 1’46.4

CONDIZIONI METEO DIFFICILI A MONZA; GENTILE (ALTHEA RACING) SI QUALIFICA ALL’OTTAVO POSTO PER LA GARA DEL CIV DI DOMANI
Monza (Italia), sabato 30 aprile 2011: il team Althea Racing era impegnato oggi all’Autodromo Nazionale di Monza nel secondo evento del Campionato Italiano di Velocita’, al quale prende parte nella categoria Superbike con il pilota Flavio Gentile.
Oggi, nelle prime qualifiche della mattinata, Gentile ha terminato in ottava posizione, migliorando molto rispetto ad ieri quando ha avuto qualche problema tecnico alla frizione. Grazie al lavoro della sua squadra i problemi sono stati risolti in tempo per le due sessioni di oggi, ma purtroppo nel pomeriggio una pista molto bagnata non ha permesso al pilota italiano di migliorarsi come sperava. Solo pochi piloti hanno rischiato di girare sul bagnato e Flavio ed i suoi tecnici hanno deciso di non iniziare il turno, mantenendo quindi l’ottava posizione registrata questa mattina.
Dopo aver terminato la prima gara della stagione in ottava posizione, Flavio spera per domani in una prestazione piu’ significativa. Le Superbike si schiereranno al via domani pomeriggio alle 14:00.
Flavio Gentile
“Sono abbastanza contento del risultato di oggi perche’ ieri abbiamo avuto alcuni problemi e siamo riusciti a fare davvero pochi giri. Prima la moto perdeva olio e poi ho avuto un problema con la frizione. Voglio ringraziare i miei ragazzi che hanno lavorato duro ieri sera per risolvere questi inconvenienti. Stamattina e’ stato quindi il primo vero turno di prove per me ed ho concluso ottavo. Sono quindi abbastanza soddisfatto, anche se e’ stato un peccato non poter girare oggi pomeriggio a causa della pioggia, ma sarebbe stato inutile rischiare. Spero che domani si corra su di una pista asciutta e sono pronto per una bella battaglia.”
QUALIFICHE: 1. Polita (Ducati) 1’44.6; 2. Baiocco (Ducati) 1’44.7; 3. Conforti (Ducati) 1’45.2; 4. Mandatori (Aprilia) 1’45.4; 5. Saltarelli (Ducati) 1’45.6; 6. Goi (Aprilia) 1’45.9; 7. Sandi (Ducati) 1’46.2; 8. Gentile (Ducati) 1’46.4

  • Share/Bookmark

Conosciamo Marco Salone

venerdì, 8 aprile 2011

Il campionato di Cross in Campania è appena iniziato e si prospetta una stagione ricca di spettacolo e di piacevoli sorprese. Tra le giovani leve chi ha voglia di mettersi in mostra per raggiungere un domani traguardi importanti c’è Marco Salone. Marco è di Caserta, ha diciassette anni ed è iscritto al Moto Club Boccia. Nella vita di tutti i giorni frequenta l’istituto d’arte, ma nel cassetto ha il sogno di diventare un crossista professionista: “Mi piacerebbe – racconta Salone – poter gareggiare con i grandi di questo sport. A sei anni già mi divertivo con una motina monomarca. Ho anche partecipato a delle gare del Minitrophy Lem, e ai campionati regionali delle classi 65 cc. e 85 cc.. L’anno scorso ho acquistato una Honda Crf 250 con la quale ho disputato cinque prove del campionato campano della categoria Nx2 Mid Class, che mi hanno permesso di concludere quinto”.

Tra Salone e la Honda è amore a prima vista: “Mi piace – spiega Marco – per la sua maneggevolezza e per la fluidità del motore. Per quanto riguarda la messa a punto, la parte meccanica è curata da mio fratello Giuseppe, mentre quella delle sospensioni è sotto la visione di Mario Boccia. Oltre ad essere un bravo team manager, Mario è un vero e proprio mago! Giusto il tempo di dirgli cosa è che non va, che lui ha già messo le mani su forcella e mono, e la moto diventa perfetta. Mi alleno in pista i giorni pari della settimana, mentre in quelli dispari sono a sudare in palestra. Ad inizio anno ho partecipato a due prove del Trofeo Supermarecross, e a causa di un infortunio sono stato costretto a saltare la prima gara di Acerra del regionale Cross. Il traguardo che mi pongo di raggiungere a fine 2011 è di arrivare nei primi tre della Campania della classe Mx2 Top Class”.
ALFREDO DI COSTANZO

  • Share/Bookmark

L’erede elettrica della Citroen Mehari si chiama Rinspeed Bamboo

mercoledì, 23 febbraio 2011

Ok …ma che auto era la Citroen mehari? Forse i piu giovani tra voi non ne hanno mai vista una…  ma tutti quanti avranno sentito parlare della Dyane o della 2CV.

Ebbene in quegli anni si erano diffuse un certo tipo di auto aperte chiamate “per il tempo libero” come ad esempio il Dune Buggy della Puma , piuttosto che la Pescaccia della Vokswagen o appunto la Mehari. la filosofia di base era sempre la stessa: telaio a pianale , carrozzeria in fibra di vetro e assenza pressochè totale di portiere e in molti casi anche del tetto.

Ebbene la Mehari su pianale della Dyane aveva proprio queste caratteristiche e grazie alla sua praticità e leggerezza unite ad un prezzo non troppo alto , ebbe a cavallo degli anni 70 ed 80 un discreto successo…

Ora che i veicoli elettrici per ragioni di costi di industrializzazione in raffronto a numeri produttivi bassi , hanno la necessità di infilarsi in TUTTE le nicchie di mercato laddove il range ed il prezzo hanno una importanza relativa (fateli voi 1000 km di autostrada con un’auto scoperta e poi mi dite) ecco che allora ha veramente un senso proporre la Rinspeed bamboo che della progenitrice ricalca a grandi linee le forme e che effettivamente si presta ad attrarre l’attenzione di autonoleggi in luoghi di villeggiatura piuttosto che di veicoli destinati al piccolo diporto turistico balneare nella stagione estiva.

Alcune caratteristiche sono davvero bizzarre come ad esempio la presenza dei sedili posteriori gonfiabili che possono quindi essere fatti sparire all’occorrenza o la presenza di una webcam e di un identificativo sulla calandra che riporta l’identità facebook degli occupanti.

le linee sono gradevoli e dal resto anche le prestazioni sono interessanti: 120 km/h di velocità massima ed una autonomia di 100 km sono prestazioni ragionevoli a fronte di un prezzo che per il momento è sconosciuto , trattandosi dal resto di una concept.

nella foto sotto: la citroen Mehari

  • Share/Bookmark

A Bergamo arriva il noleggio di veicoli elettrici ed un deposito bagagli automaticoBergamo will have a EV and low emissions vehicle rental and an automatic luggage storage

lunedì, 11 ottobre 2010

In occasione della Settimana della Mobilità a Bergamo sono state presentate interessanti novità oltre ad altre cose già viste… Cominciamo da Puntogiallobergamo.com che era presente con la Open Street , una microcar realizzata dalla ditta START LAB che già avevamo visto lo scorso anno assieme ad un porter elettrico. Ebbene il noleggio di questi veicoli era già cominciato lo scorso anno a livello sperimentale ed aveva riscosso un discreto interesse. ora invece diventerà parte di un progetto di piu ampio respiro chiamato ECO-RENT.it che troverà posto presso la stazione autolinee della città e che vedrà un parco veicoli PRENOTABILE ON LINE che nei piani dovrebbe essere composto da 3-5 Open Street nella versione Classic al Piombo , 2 Porter di cui uno elettrico ed uno a Metano destinati in buona parte all’uso aziendale ed ai trasporti cittadini , 1-2 scooter elettrici  , 2 trike da trasporto a pedalata assistita che potranno svolgere il servizio di risciò nella stagione estiva , e una flotta di 20-25 biciclette a pedalata assistita. Come ciliegina sulla torta a completare il servizio nei confronti del turista vi sarà anche un deposito bagagli automatizzato il quale per le normative italiane anti-terrorismo, permetterà l’accesso tramite una porta girevole soltanto a bagagli preventivamente scansionati ai raggi x . i bagagli poi potranno essere collocati in appositi armadietti profondi piu di 80 cm forniti da una azienda europea leader del settore e per accontentare le piu disparate esigenze saranno di svariate dimensioni : il turista in piena autonomia potrà collocare il bagaglio , pagare per il tempo prestabilito e riprendersi il bagaglio nel corso della notte. il deposito infatti sarà aperto 24 ore su 24 e la sola scansione sarà subordinata agli orari di ufficio. i dettagli di questi servizi saranno resi noti piu avanti in quanto sono ancora in corso trattative tra i soggetti privati e pubblici coinvolti nell’iniziativa.

Altra interessante presenza è quella della azienda bergamasca EVE , specializzata nella conversione elettrica di veicoli originariamente alimentati a benzina. L’ azienda di Villa di Serio capitanata da Roberto Vezzi, ha preso forma sulle orme di un progetto Open Source nato in finlandia di nome Ecars-now.org . in prattica gente proveniente da tutto il mondo ha iniziato a mettere a disposizione in rete attraverso un sito Wiki , tutto il materiale derivante dalle esperienze di trasformazione effettuate finora. per l’occasione sono stati portati in mostra due interessani progetti. uno è quello di una Smart prima serie Elettrificata con l’apposito kit “all in one” messo a punto da EVE . l’altro e quello di una vecchia microcar Downtown che ha ripreso nuova vita grazie alla motorizzazione elettrica. proprio questi veicoli infatti si prestano particolarmente a questo genere di riutilizzo che li priverebbe di quelli che sono i loro maggiori difetti ovvero la motorizzazione a gasolio di tipo piuttosto vetusto ed inquinante e la facilità con cui possono essere truccate.

Concludono infine la rassegna i veicoli da trasporto elettrici della casa vvicentina FORT caratterizzati da una scocca interamente in alluminio , da un design moderno , una buona capacità di carico e di superare pendenze. grazie infattio ad un riduttore a due velocità (25Km/h e 45 km/h) il veicolo è in grado di superare pendenze notevoli con una autonomia che arrriva fino a 90 con batterie al piombo di marca Trojan

[nggallery id=100]


In occasion of the “week of mobility” in Bergamo city was introduced a lot of intersting news about this topic in a special expo organized in front of local city hall.

The company Puntogiallobergamo.com introduce a new project: before was organized in tittle scale a minicar rent with ONE start Lab Open Street and the experiment got some success so that inspire a new bigger project that will found place in the local Bus station exactly in front of the Main Station of the city…one main station that every year see not less than 12.000.000 of people. The bigger project is introduced in a new website called eco-rent.it that actually show one countdown and introduce in 4 language the project. the inictiative preview the chance to rent online a cross the website or directly in place different kind of vehicles liek for example 5 start Lab of new model , one electric 6 places Porter , one LPG Porter , two electric scooters and several e-bike Storm and the price of the service will be very competitive. last but not tleast the service will include one efficioent FULL AUTOMATIC Luggage Storage service that will permit the tourist to be FREE from luggage and move freely in the city. the system use automatic locker that simply introducing coin permit to pay for the serice and will be possible have back the luggage in night time too because the service will be open 24/24.

[nggallery id=100]

  • Share/Bookmark