Articoli marcati con tag ‘francia’

RIVE 2011:Motorcafè testa il microbus elettrico tuttofare MIA con 120 km di autonomia[VIDEO]

mercoledì, 13 luglio 2011

mia electrics eco-rent.it

Alès(Francia) RIVE 2011: Era da diverso tempo che volevamo avere l’opportunità di testare questo veicolo che già era stato visto ai saloni qualche tempo fa sotto il marchio Huliez. I punti di forza di questo veicolo che esiste in allestimento 3 posti (2,87m)   nella versione base e  4 posti nella versione L  (3,20 m) sono principalemente:

  1. buona autonomia nei 2 tagli di batterie 80 e 120 km
  2. possibilità di uso in autostrada con una velocità massima di 110km/h
  3. prezzo sotto i 20.000 euro
  4. ABS ed AIRBAG inclusi nel prezzo
  5. design piacevole e personale
  6. compattezza: solo 287 cm per la versione 3 posti. di fatto come una smart , ma con un posto in più
  7. la guida centrale che permette di alloggiare le gambe dei passeggeri a destra e sinistra del  guidatore
  8. le porte scorrevoli centrali che permettono a passeggeri e guidatore di entrare senza ostacolarsi l’un l’altro
  9. un volume di carico elevato ed accessibile da 3 lati (1,3mq per la base ed 1,5mq per la L)

Cominciamo la nostra analisi partendo dall’esterno: le forme sono davvero compatte ma aver portato le ruote agli estremi della scocca ed aver collocato la guida al centro ha permesso di sfruttare moltissimo lo spazio interno. le ampie superfici vetrate e la bombatura della fiancata alleggeriscono le forme e prendono le distanza da quello che potrebbe essere un transporter in senso stretto . di fatto MIA è monovolume , transporter e citycar in un colpo solo. quindi un veicolo estremamente furbo che farà la fortuna delle aziende che scommetteranno su di esso per i loro piani di mobilità e di trasporto.

Il livello di finitura è buono ed il comfort offerto ai 3 e 4 occupanti è superiore alla media. io personalmente che sono alto 190 cm ho trovato comodo sia il posto di guida che i posti laterali della versione a 3 posti mentre per il 4 posti avrei gradito la possibilità di adattare il posto del passeggero centrale per guadagnar spazio per le gambe qualora il guidatore sia piu grande della media.  l’accesso tramite le porte laterali scorrevoli è pratico e veloce ed avviene premendo il mega bottone laterale con il logo MIA o tramite telecomando.

Ci piace molto il cruscotto di questa vettura , estremamente completo e dotato di tutta la strumentazione necessaria che risulta ben leggibile oltre che esteticamente gradevole. apprezzabile la possibilità di avere indicazioni sulla autonomia residua e sui chilometraggi parziali.

Il veicolo inizia ad essere consegnato in Francia ed in Germania (dove hanno accumulato 300 ordini solo nel primo mese di vendita) a partire da Luglio 2011, mentre il mercato italiano Eco-rent.it ha già preso contatti per avviare programmi di noleggio , vendita e  leasing  di questo veicolo.

Per i dettagli sul test drive vi rimandiamo a domani.

  • Share/Bookmark

Emorragia dei telespettatori MotoGP: dico anche la mia…

giovedì, 19 agosto 2010

stoner rossi
Innazitutto mi presento , sono Giuliano Campagnola… vero..sono giornalisticamente (dato che non sono un giornalista ma un operatore del web)  un signor Carneade, ma in realtà mi avete già letto 1000 volte in quanto tutto quello che non è firmato dal buon Alfredo nel 99% dei casi è scritto da me in qualità di gestore di Motorcafè.

Condivido in buona parte l’analisi fatta dall’amico  Alfredo soprattuto per quel che riguarda il discorso meriti – demeriti dell’emittenza televisiva…però mi piacerebbe andare a monte del problema. siamo sicuri che nell’appetibilità del tutto non ci siano anche responsabilità della Dorna e delle scelte a suo tempo operate?

comincerei l’ analisi da questi punti:

1)Chi vede la moto GP? il grosso degli appassionati che la segue sta in Italia , Spagna e Gran Bretagna e un pochino in Francia… in Germania si fa fatica a vedere una gara in diretta e si e disturbati da pause pubblicitarie chilometriche…negli altri paesi la popolarità della MotoGP è al lumicino e spesso non sanno chi sia Valentino Rossi. domandiamoci PERCHE…forse perche la gestione Dorna è un pò troppo ispanocentrica?

2)Fuga dei Costruttori e numero dei partenti. è desolante vedere quante poche moto corrono nella MotoGP… la lotta è solo tra Honda e Yamaha… Suzuki secondo me prende soldi per restare altrimenti non si capisce che ci stia a fare… i privati sono team satellite senza alcuna possibilità di vittoria se non in presenza di cataclismi e alluvioni…

3)TROPPA ELETTRONICA che appiattisce lo schieramento e minimizza il fattore umano e soprattutto costi FOLLI… tutto questo a mio avviso contribuisce al disinteresse per la serie.  la gestione della potenza con il GPS e la gestione elettronica della frizione nelle aprtenze sono aberrazioni tenciche che non troveranno MAI un riscontro nelle moto di tutti i giorni e non servono a migliorarla. dipendesse da me toglierei anche le termocoperte e obbligherei ad una monogomma che va bene pure sul bagnato così fose anche le nostre gomme migliorerebbero…o forse qualcuno di voi monta le slick quando c’è il sole?

4)Gestione Televisiva…. io capisco che Meda sia stato scelto proprio perche incarna al 100% il pensiero del motobarista che poi costituisce la gran parte del pubblico che vede la gara e poi corre ad ingarellarsi in montagna o sul lungomare… personalmente non ho nulla contro Meda sia ben chiaro… trovo anche che nel tempo la sua conoscenza del settore sia andata sempre migliorando (non poteva essere diversamente frequantando Reggiani ormai da tempo immemorabile) e dal punto di vista umano le sue “sparate” danno sicuramente colore a delle gare che delle volte sono davvero soporifere … sappiamo che la TV commerciale rifugge dall’idea di dare un commento troppo tecnico o troppo asettico e si preferisce affidare la conduzione ad un Supertifoso piu o meno consapevole … tanto poi starebbe a Reggiani il ruolo di contribuire a controbilanciare l’eccessivo motobarismo per dare una veste piu ufficiosa alla telecronaca… ma a quanto pare il buon Reggio da questo punto di vista lascia un pò troppo fare e quindi il risultato è quello che è…

5)Attenzione alla Moto2!   di tante mosse a mio avviso poco felici della Dorna la Moto2 invece è stata a mio avviso la piu azzeccata. aver messo in pieno tempo di crisi  i team in modo di confrontarsi su un monomotore mettendo in campo telai differenti con budget tutto sommato limitati ha portato ad un successo di partecipazione clamoroso e contemporaneamnte ha rinverdito la ormai asfittica 250 2 tempi ormai troppo condizionata da esagerazioni tecniche  e da una lotta che era sempre confinata ad una rosa di piloti assai limitata… la Moto2 invece si presenta con una combinazione di piloti molto competitiva in parte proveniente dai defenestrati della GP ed in parte dalle nuove leve della 125 e della ex 250… i risultati sono stto gli occhi di tutti… non c’è curva in cui non succeda qualcosa.. la vittori è un affarre che fino alla fine spesso coinvolge almeno 8-10 piloti ed il livello tecnico delle moto è davvero molto interessante anche con soluzioni tecniche diversissime.  sarebbe interessante sapere quanto la moto2 è vista rispetto alla vecchia 250 e quanta gente dopo aver visto la Moto2 vede la partenza della GP e poi  va a farsi un giro…

mi auguro che la scelta di sostituire la 125 2 tempi con la 2504t vada nella stessa direzione ed ottenga gli stessi risultati… allo stato attuale delle cose con lelettrico già in pista a dar spettacolo è assurdo che si discuta ancora 2 tempi si 2 tempi no…

6)nell’ analisi del calo di interesse forse va anche messo in conto quella che è la situazione del campionato… Lorenzo ha un vantaggio consistente. Valentino è infortunato e non sarà al 100% ancora per qualche gara… e forse ora che ha cambiato casacca non avrà una moto al 100% fino alla fine…Stoner come sopra… Pedrosa si è “svegliato” dal letargo e finalmente osa ma ha un divario pressoche incolmabile checche ne dicano i giornalisti del settore considerando che Lorenzo non sbaglia piu da una vita … e cosa potrà mai fare guidando sempre al 110% con una moto comunque meno guidabile nonostante le mille migliorie ? questo campionato è sicuramente compromesso come interesse… ben diversa invece la situazione che si prospetta l’ anno prossimo…bocce ferme per il regolamento visto che si passa al 1000 nel 2012 (a chi è venuta sta bella idea?)  motori e telai non faranno grossi passi in avanti ma ci sarà un grande equilibrio visto che Rossi potrà migliorare la rossa di borgo Panigale , Lorenzo continuare per la sua strada magari accompagnato da uno Spies che già a dimostrato di sapersi far valere e Pedrosa e Stoner galli nel pollaio Honda con un Divizioso che non si sa bene che cosa farà… certo con un simile scenario ci vorrà del bello e del buono per convincere la Suzuki a non andarsene perche se così fosse avremmo a malapena 12 partenti (Roba da TTXGP insomma…)  salvo che non si deida di ammettere in griglia anche delle Superbike che poi altro non sarebbero che delle GP stock ovvero GP con basamento derivato dalla serie , … e forse il passaggio a 1000 di cilindrata va proprio in quella direzione.

  • Share/Bookmark

Pininfarina Blucar , l’elettrica all’italiana tutta high tech e stile arriva l’anno prossimo

domenica, 27 settembre 2009
la pininfarina blucar..altro esempio di fuga dei cervelli...

la pininfarina blucar..altro esempio di fuga dei cervelli...

Specifichiamo “all’italiana” e non  “italiana” perchè la vettura pur bellissima e di progetto italiano e stata ingegnerizzata e si avvia ad essere commercializzata dal costruttore francese Bollorè mentre le batterie sono realizzate dalla BatScap’s factory a Ergué-Gaberic sempre in francia. la produzione partirà da Marzo e si cominceranno a vedere i primi esemplari in vendita a partire da Luglio.

Ricordiamo che la Blucar , dotata tra l’altro anche di pannelli solari sul tetto e sul muso che alimentano la maggior parte dei servizi quali ad esempio l’aria condizionata ed il sistema di riscaldamento , monta un motore da 68 cavalli (50 kw) ed e capace di una autonomia di ben 250 km e sarà ceduta in leasing con una rata di 330 euro al mese e per l’anno prossimo sono previsti 1000 esemplari a fronte di già 6800 richieste. fonte: www.autobloggreen.com

[nggallery id=53]

[show_avatar email=admin]

  • Share/Bookmark