Articoli marcati con tag ‘formula uno’

F1 Battle Collection: 1979 – 1984

lunedì, 25 giugno 2012

http://www.youtube.com/watch?v=E_wTMsylX_I&feature=related

  • Share/Bookmark

GP di Monaco – Podio e punti per Fernando e Felipe

domenica, 27 maggio 2012

Hanno concluso in terza e sesta posizione le F2012 di Fernando Alonso e Felipe Massa nel Gran Premio di Monaco: capaci di guadagnare terreno rispetto al via, entrambi i ferraristi hanno poi saputo gestire il vantaggio grazie ad una sapiente gestione della corsa. Bilancio positivo per la squadra di Maranello al termine dell’appuntamento monegasco, dominato dalla Red Bull di Mark Webber davanti alla Mercedes di Nico Rosberg. Punti preziosi per la Scuderia che già volge lo sguardo al prossimo round, in programma nel fine settimana del 10 giugno sul circuito Gilles Villeneuve di Montreal.

  • Share/Bookmark

Montezemolo: “Non vedrete MAI una Ferrari Elettrica”.

martedì, 16 agosto 2011


La notizia  , per le implicazioni che contiene è sicuramente degna di nota. In sintesi , Luca Cordero di Montezemolo,  che che tutti quanti conosciamo per i tanti traguardi ottenuti prima come direttore sportivo della Ferrari e poi come imprenditore di successo nelle vesti di presidente della stessa , nel corse dei suoi molti interventi nelle varie testate politiche ed economiche è sempre passato come una persona capace di una visione abbastanza aperta e molto spesso anche controcorrente rispetto a quanto mostrato dai propri antagonisti, ma di recente  , intervistato in inglese in occasione dello Wolrd Design Contest 2011 da una nota emittente americana , ha di fatto asserito:

“Non credo nell’elettrico e non vedrete mai una Ferrari elettrica. stiamo invece lavorando all’ibrido che promette incrementi di efficenza fino al 30% e che stiamo abbondantemente testando in formula uno con il KERS ,  spero quindi di poter essere pronto per presentarvi una ferrari ibrida entro 2 anni!” il video integrale dell’intervista lo trovate qui .

Sinceramente la cosa mi perplime alquanto anche se mi da ulteriore conferma del fatto che in italia l’imprenditoria con la I maiuscola e la politica stanno completamente ignorando gli sviluppi dell’elettrico nonostante buona parte delle tecnologia che ne sta decretando la rapida ascesa , sia nata proprio qui nel bel paese.

Come è possibile che proprio Ferrari che costruisce veicoli prestazionali ed emozionali ad alto valore aggiunto non veda alcuno sviluppo nella trazione elettrica? potendo contare su una clientela che non si pone problemi di budget , sono proprio così sicuri che le peculiarità della trazione elettrica in materia di accelerazioni brucianti , silenziosità , coppia motrice e efficenza e soprattutto bassissime emissioni siano del tutto sgradite alla clientela? Tesla Roadster che costituisce il primo tentativo di supercar elettrica ha già fatto numeri di vendita interessanti mettendo sul piatto una berlinetta in grado di rivaleggiare ad armi pari quantomeno con una Porsche Boxter con una autonomia di 350km che per quel genere di auto è senz’altro soddisfacente … quanto tempo crede che passerà prima che qualche altro supersport elettrica su Youtube arrivi a “bruciare” una Enzo nello 0-100per poi magari offrire una autonomia di 6-700 km con prezzi paragonabili ad una Ferrari di oggi? la tecnologia esiste già quindi a naso non piu di qualche anno. paradossalmente dovremo aspettare di piu per una utilitaria elettrica , ma una supercar elettrica o ibrida come costi è già sostenibile oggi… solo che chi ha i soldi per farlo non ha il nome per farlo.

Non voglio fare la solita paternale sugli effetti della gerontocrazia in italia ma purtroppo vedo che la storia si ripete: quando negli anni 60 chiesero al mitico Enzo Ferrari se avremmo mai visto una Ferrari con il motore posteriore , il buon drake di maranello rispose che non aveva senso mettere il carro davanti ai buoi. e sicuramente allora il giovane rampante Luca , con tutto l’affetto che poteva avere perm il grande vecchio, deve aver pensato che quella risposta fosse una solenne cazzata , e non a caso le ferrari di oggi sono quasi tutte con il motore dietro le spalle. ma oggi che nei panni del drake c’è lui , magari ha deciso di dar retta a qualche solone delle statistiche che deve avergli detto che l’utente ferrari medio vedrebbe come una casduta di stile l’arrivo di una ferrari elettrica e pertanto si pensa solo al risultato immediato con il fine di non voler disorientare una clientela tradizionalista… se poi qualche nuovo ricco sciroccato che viene dalla Cina ,dall’ India , da Dubai o dalla Russia , gli dovesse chiedere una Ferrari elettrica per poter uscire dal garage ed attraversare senza essere multato la zona ZTL , gli potranno rispondere con una bella pernacchia… tanto in tempo di crisi i ricchi sono ancora piu ricchi quindi non ci sono pericoli immediati. semmai a fare tristezza è il fatto che ciò che costituisce la massima espressione della tecnologia italiana ovvero Ferrari e Ducati ,non hanno ALCUN PIANO per la trazione elettrica e quindi non esiste alcun segno tangibile che possa far pensare a sviluppi in tal senso sui veicoli consumer FIAT-ALFA-LANCIA ecc prodotti nel nostro paese mentre invece la domanda di elettrico da parte di CINA – INDIA- NORD EUROPA e NORD AMERICA potrebbe nell’arco di 5-10 anni diventare parecchio consistente …. questo si in tempo di crisi potrebbe rivelarsi una sciocchezza enorme perchè significa consegnare di fatto gli sviluppi di tutte le tecnologie che ne conseguono ai nostri concorrenti , ponendo le basi per un “isolamento tecnologico” dell’italia con conseguenze che potrebbero essere nefaste.

fonti:

http://www.engadget.com/2011/08/12/ferrari-president-luca-di-montezemelo-doesnt-believe-in-electri/

http://www.viddler.com/explore/engadget/videos/3000/

  • Share/Bookmark

eCRP 01 – Il Video della prima TTXGP italiana su youtube.

giovedì, 21 gennaio 2010

Crp technologies ha pubblicato nella giornata odierna un suggestivo video dove in buona sostanza si parla della storia della CRP racing e di che cosa ha spinto questa azienda che si occupa in primis di ricerca e di nuove tecnologie attraverso l’esperienza nelle corse. riportiamo alcune delle dichiarazioni che emergono nel video:  “stiamo per portare nel TTXGP tecnologie che abbiamo portato in formula uno e nel GP” “la Reattività e l’entusiasmo di Azhar ci ha convinto ad entrare in questo campionato. Azhar è stato in grado di creare attorno al TTXGP un interesse incredibile in un brevissimo periodo di tempo. nessun altro al mondo è in grado di gestire e far conoscere un campionato elettrico come ha fatto azhar” , “l’idea e di portare nel ttxgp la nostra tecnologia soprattutto nella capacità di problem solving”. dal resto con un bagaglio di esperienza come quello della CRP techologies coinvolta per la progettazione integrata di componenti  in Formula 1 , nel campionato Nascar , nella Moto GP e nella nascente Moto2 sicuramente la TTXGP e una opportunità formidabile per mettere già un piede nel futuro e contriobuire all’evoluzione dei veicoli del prossimo decennio. con la TTXGP la sperimentazione per la mobilità del futuro diventa spettacolo , divertimento e passione. perchè non cogliere questa occasione?

vi lasciamo alla visione del video.

  • Share/Bookmark

la Vectrix inglese diventa Hesketh Motorcycles

lunedì, 16 novembre 2009

vectrix-vx-1-with-hze-brandingOgni giorno che passa si dipana sempre di piu la matassa del “caso Vectrix”… come avevamo detto la casa madre situata negli stati uniti e stata venduta ad una finanziaria a cui fanno capo in qualche modo o per vie traverse , la BMW motorcycles e una azienda produttrice di batterie. tuttavia va anche detto che l’azienda nella sua struttura era divisa in vari rivoli dal punto di vista finanziario e gestionale. la sede inglese infatti , che godeva di una certa autonomia gestionale , e stata scorporata dal blocco e ceduta ad un gruppo inglese di antica memoria…molti di voi infatti avranno già sentito parlare della Hesketh. negli anni 70 il gruppo facente capo ad un mecenate inglese creò un proprio team di Formula uno ed in epoca piu recente Hesketh si cimentò nella realizzazione di una superbike bicilindrica il cui motore era di fatto una “fetta” bicilindrica del Ford Cosworth. la moto in questione , parecchio costosa era bruttina anche se molto veloce e ben fatta ma non ebbe un grande successo commerciale. il marchio Hesketh però non è mai morto e ora riappare agli occhi della cronaca per questa operazione commerciale. hesketh vectrix ha assicurato che fornirà assistenza agli attuali clienti vectix facenti capo al brand inglese e si cimenterà quanto prima nella evoluzione del prodotto attuale con batterie al litio e sono attesi due nuovi modelli per l’inizio del 2010. .

  • Share/Bookmark

Ferrari e Badoer: scelta avventata? quale futuro?possibili sostituti?

domenica, 30 agosto 2009
Luca Badoer- foto da wikipedia

Luca Badoer- foto da wikipedia

Non mi voglio schierare nella fila di quelli che hanno deciso di sparare su Badoer. ho profonda stima per il pilota italico e per tutto quello che ha fatto dentro la ferrari e prima di arrivarci. tuttavia ritengo che veramente alla ferrari si stia perdendo di lucidità mentale di fronte a decisioni che riguardano il proprio futuro prossimo , la propria immagine e quella della formula uno… certo se l’affare shumacker fosse andato in porto sarebbe stata una operazione mediatica notevole ed anche in assenza di risultati comunque avrebbe creato un indotto di sponsor che avrebbe ossigenato una formula uno asfittica e priva di veri protagonisti.

Invece di fronte al mancato ingaggio di shumy che ricordiamo, era comunque già sotto contratto , la ferrari risponde d’inpulso ingaggiando il pilota veneto , un collaudatore di 38 anni che non partecipa ad una gara di formula uno da da dieci anni , che non guida dall’inizio dell’anno e che presumibilmente ha già dato quello che poteva dare ?…

che razza di “premio” sarà mai dopo 10 anni di duro lavoro allombra dei riflettori della stampa ritrovarsi in griglia di partenza a scannarsi con giovani rampanti come Vettel o Buemi alla guida di  una macchina “ostica” che non ha mai guidato e dotata per giunta del kers? gli diamo del “pane duro” sapendo che la dentiera è rimasta in qualche comodino la bellezza di 10 anni fa?

e per fortuna che in formula uno ci sono solo una ventina di macchine altrimenti avrebbe subito anche l’onta della non qualificazione!

la situazione non è rosea lo sappiamo ma a questo punto perchè non cogliere l’occasione per pungolare un pò il dormiente e probabile partente raikkonen ed al tempo stesso perchè no dare l’occasione della vita a qualche giovane talento in erba? qualcuno proveniente da un team minore dove in virtu dei rapporti commerciali in essere si può chiedere di avere un pilota “in prestito” visto che l’altro collaudatore Marc Genè non sembra dare solide garanzie prestazionali…

Si sa che la Force india ha un debito con la Ferrari che potrebbe essere estinto con il prestito di un pilota… tanti parlano di Fisichella che ha appena fatto una fantasmagorica pole position , ma non  dimentichiamoci il carattere “lamentoso” del romano… che c’è Sutil che da inizio campionato gli ha sempre fatto mangiare la polvere e che sembra un lottatore di razza…perchè non provarlo? sempre in Force India c’è il collaudatore Liuzzi che in pista gira molto forte,  già ha dimostrato talento da vendere e che in Toro Rosso e red Bull non ha raccolto nulla per mancanza di affidabilità dei mezzi…perchè non provarlo? sempre attingendo a Team con cui la Ferrari collabora ci sarebbero i due piloti della Toro Rosso: Sebastien Buemi è veloce, grintoso ed è date le origini italiane non ha alcun problema con la lingua e la Toro Rosso dietro buon compenso potrebbe cogliere l’occasione di testare qualche campione in erba per la consorella red Bull , ma anche il neocompagno di squadra Jaime Alguersuari fresco sostituto della promessa mancata Sebastien Bourdais si è dimostrato subito all’altezza  della situazione. in fondo si tratta di difendere il 3 posto del campionato costruttori oltre che di non lasciare il povero raikkonen privo di riferimenti… in due la macchina si sviluppa meglio specie se ci si mette in condizione di superare il Q1 ed il Q2… il dormiente finlandese , in attesa dell’arrivo di Alonso ha bisogno di un pungolo. qualora questo pungolo fosse Fisichella sarebbe comunque in grado di non prendere due secondi dal finlandese ed anzi… un “fisico” in giornata potrebbe comodamente stargli davanti. quanto al povero Badoer non posso immaginare un peggior fine carriera di questo…che bel ragalino gli ha fatto la ferrari! spero possa riscattarsi correndo nel turismo o nel campionato Gt dove sicuramente potrebbe ancora dire la sua alle prese con auto “vere” priove di tanta elettronica…

  • Share/Bookmark

Gallery 2 Bergamo Historic Grand Prix – Circuito delle Mura

lunedì, 1 giugno 2009

[nggallery id=2]

  • Share/Bookmark

Bergamo Historic Grand Prix – Circuito delle Mura

domenica, 31 maggio 2009
una Bugatti B35 alla storica manifestazione

una Bugatti B35 alla storica manifestazione

Si è tenuto della giornata di oggi l’Historic Grand Prix sullo storico tracciato delle mura di Bergamo che fu teatro di sfide epiche a livello motociclistico e che diventa oggi occasione per vedere stelle di primo piano del’automobilismo mondiale come la Bugatti B35 , La Posche barchetta che fu guidata da Steve Mc Queen , moltissime formula 1 marchiate Lotus , Cooper , Maserati e via continuando… Non sono mancate anche moltissime rappresentanti delle gran turismo che hanno fatto storia. abbiamo preferito commentare l’evento soprattutto attraverso le immagini e trasmettiamo quindi una prima carrellata dedicata alle Formula Uno presenti. di G.Campagnola foto di G. Campagnola

[nggallery id=1]

  • Share/Bookmark