Articoli marcati con tag ‘evoluzione’

A Spa per la sfida europea del TTXGPThe European challenge of TTXGP ready to take off in Spa

sabato, 2 luglio 2011

Venerdì 1 luglio e sabato 2 luglio in pista con la eCRP per il TTXGP EU

Dopo la doppietta conquistata a Silverstone nella gara di apertura del TTXGP, il team della eCRP si sta preparando a Spa in Belgio, per il secondo round del campionato elettrico che si terrà domani 1 luglio e sabato 2 luglio.
Il circuito storico belga, per le sue caratteristiche risulta essere non proprio il tracciato ideale per esaltare le performance delle moto elettriche, per questo motivo lo staff tecnico, capitanato da Giampiero Testoni, di CRP Racing insieme al pilota Alessandro Brannetti, stanno preparando la strategia di gara, con l’obiettivo di cogliere l’occasione di questa sfida, per testare il mezzo e raccogliere le informazioni utili per il continuo sviluppo, che nel quartier generale di Modena, non si ferma mai.

Questa secondo avvenimento sportivo firmato da TTXGP si terrà in una suggestiva cornice, grazie all’ospitalità del Campus de l’Automobile di Francorchamp che ha accolto i partecipanti con grande ospitalità.

CRP Racing sa molto bene che le gare sono lo scenario ideale per comprendere le evoluzioni tecnologiche apportate fino a questo momento e che hanno reso la eCRP una moto elettrica in continua evoluzione.

Programma gara:
1 luglio
ore 8.30 prove libere
ore 19.00 qualifiche
2 luglio
ore 8.45 qualifiche
ore 18.50 gara

Stay tuned!
www.ecrp.eu

http://www.facebook.com/CRP.Racing

http://twitter.com/#!/eCRP_EV

http://www.youtube.com/user/crpgroup

http://www.flickr.com/photos/crpgroup

info@ecrp.eu


July 1 and 2 on track with eCRP to race the TTXGP EU

After the amazing double victory at Silverstone in the opening round of TTXGP, the eCRP team is getting ready for Spa in Belgium, for the second round of the electric championship.
The Belgian famous circuit is not really the most suitable to let the vehicles to express their potential on track but the technical staff of CRP Racing, led by Giampiero Testoni, together with the rider Alessandro Brannetti, are preparing the strategy of the race that is aimed at seizing the opportunity of this challenge, to test the motorbike and gather useful information for the continuous development which never stops at the headquarters in Modena.

This second sporting event by TTXGP is held in a picturesque setting, thanks to the hospitality of the Campus de l’Automobile Francorchamps that welcomed the participants with great hospitality.
CRP Racing is well aware that races are perfect to understand the technological developments made so far in order to have a state-of-the-art eCRP.

Race schedule:
1st July
8.30 am free practice
7.00 pm qualifying session

2nd July
8.45 am qualifying session
6.50 pm race

  • Share/Bookmark

Presentazione ufficiale della eCRP 1.4 al Bobino Club di Milano stasera 7 aprile 2011 dalle ore 19.00.

giovedì, 7 aprile 2011


A Milano CRP presenta la eCRP 1.4, la moto elettrica da competizione 2011.

Giovedì 7 aprile CRP Racing presenta ufficialmente al Bobino Club di Milano la moto elettrica da corsa eCRP 1.4, l’ammiraglia eco-friendly che scenderà in pista per disputare il TTXGP e il FIM e-Power con Alessandro Brannetti (#44), pilota riconfermato dal team modenese.

Modena, 7 aprile 2011. CRP Racing ha scelto il palcoscenico del Bobino Club nel cuore di Milano, per annunciare l’apertura ormai imminente della stagione 2011 e mostrare al pubblico per la prima volta la eCRP 1.4.

Lo staff di CRP racconterà ai suoi ospiti come da una intuizione sia nata la moto elettrica italiana Campione d’Europa e Vice Campione del Mondo 2010, raccogliendo il favore sia in Italia ma anche all’estero, soprattutto negli Stati Uniti, che attendono con grande entusiasmo l’arrivo della moto made-in-Italy.

La eCRP 1.4

La eCRP 1.4 nasce dall’evoluzione della precedente versione 1.2, caratterizzata da diverse migliorie tecniche andando a rappresentare il miglior compromesso costi/benefici relativamente alla tecnologia per la propulsione elettrica, in cui CRP ha cercato di trovare il giusto equilibrio tra peso e dimensioni delle batterie, permettendo una maneggevolezza inaspettata per un veicolo elettrico, per un peso totale di soli 160kg, aspetto fondamentale per un mezzo a due ruote.
La eCRP 1.4 monta una batteria litio-polimeri da 7.4Kw/h raggiunge una velocità massima di 220 km/h, ha una accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi, 120 Nm di coppia sempre al 100%, infine monta una coppia di motori DC.

(continua…)

  • Share/Bookmark

CRP Racing mostra il teaser della Superbike Elettrica e1.4 CRP Racing show the teaser of the new electric superbike e1.4

mercoledì, 26 gennaio 2011


L’apertura della stagione 2011 è ormai alle porte.

Si informano i team e i piloti interessati a partecipare ai campionati TTXGP e FIM e-Power, che in seguito alla pubblicazione provvisoria dei calendari gara, sono stati definiti i termini entro i quali poter prenotare la propria eCRP1.4, evoluzione dell’attuale moto Campione d’Europa e Vice Campione del Mondo.

La eCRP 1.4 è disponibile in Formula Noleggio per tutti i team, che parteciperanno ai campionati elettrici e-Power e TTXGP nelle seguenti modalità:

-  per poter partecipare fin dalla 1° gara dell’e-Power di FIM, PRENOTA LA TUA eCRP 1.4 ENTRO e NON OLTRE LUNEDì 28 FEBBRAIO 2011;

- per poter partecipare fin dalla 1° gara del TTXGP EU, PRENOTA LA TUA eCRP 1.4 ENTRO e NON OLTRE LUNEDì 28 MARZO 2011.

Ricorda che la FORMULA NOLEGGIO prevede anche l’assegnazione di un TUTOR per poter gestire in pista al meglio la eCRP 1.4, al fine di sfruttare a pieno le performance del mezzo.

Tra le caratteristiche tecniche della eCRP1.4:

- Datalogger e sensoristica con sistema GPS integrato e regolazione mappe
- Cruscotto ridisegnato racing
- 2 Motori da 52Kw 2011 con raffreddamento ad aria integrato
- Batterie: disponibile configurazione ottimizzata per entrambi le classi TTXGP
- Telaio Bitrave in alluminio fuso da competizione
- Forcellone in alluminio
- Forcella anteriore Marzocchi
- Mono posteriore OHLINS progressivo idraulico a doppia regolazione
- Doppio disco freno anteriore flottante Wave Braking
- Disco fisso posteriore Wave Braking
- Doppia Pinza anteriore Brembo radiale a 4 pistoncini
- Cerchi Marchesini / OZ in alluminio forgiato
- Peso: a seconda delle configurazione, da 160 a 180kg.
- Velocità massima: disponibili diverse corone e setting, fino a 220km/h

In allegato la simulazione grafica a carene bianche per permettere ai team clienti di poter personalizzare la moto coi propri loghi e sponsor.

Per maggiori informazioni contatta la CRP Racing allo 059 821135, oppure scrivi una email a info@crp.eu
Immagini, video della moto elettrica eCRP sono anche disponibili sul nuovo sito alla sezione eCRP World: www.ecrp.eu

The opening of the 2011 season is almost upon us.

We inform the teams and riders interested in participating in the Championships FIM e-Power and TTXGP, following the publication of the temporary race calendar, we have defined the deadline to submit your request for booking your eCRP1.4, the evolution of the motorcycle that gained the title of European Champion and Vice World Champion.

The eCRP 1.4 is available under the option of renting for all teams that will participate in the electric championships of TTXGP and e-Power FIM as follows:

- to participate in the 1st race of the e-Power FIM, BOOK YOUR eCRP 1.4 NO LATER than Monday February 28, 2011

- to participate in the 1st race of the TTXGP EU, BOOK YOUR eCRP 1.4 NO LATER than Monday March 28, 2011

Please bear in mind that the renting option also provides the assignment of a TUTOR that helps you on track to set your eCRP 1.4, in order to perform the motorcycle at its best.

Among the technical features of eCRP1.4 there are:

- Datalogger and sensors with built-in GPS and regulation maps

- New racing dashboard

- 2 Motors 2011 52Kw with integrated air cooling

- Batteries: optimized configuration available for both classes TTXGP

- Racing cast aluminium double beam frame

- Aluminium swing arm

- Front swing arm Marzocchi

- OHLINS Hydraulic progressive shock absorber

- Double Floating Braking Wave disk

- Single Braking Wave disk

- Double 4 pistons radial “Brembo” caliper

- Marchesini wheel rims / OZ forged Aluminium

- Weight: Depending on configuration, from 160 to 180kgs.

- Maximum speed: Depending on setting, it can be up to 220km/h

BELOW the graphic simulation with white fairings to allow teams to customize the motorcycle with their logos and sponsors.

For more information please contact CRP Racing at 0039 059 821135, or write an email to info@crp.eu

Pictures, videos of the electric motorcycle eCRP are also available on the new website section eCRP World: www.ecrp.eu

  • Share/Bookmark

La Campania sempre più leader nel Mototurismo

lunedì, 29 novembre 2010

Le classifiche definitive del “Trofeo Turistico Nazionale” evidenziano che anche quest’anno la Campania si conferma come regione al vertice della disciplina turistica. A mantenere alta la bandiera campana sono stati i moto club Mototouring Campania, Bikers Salerno City e I Vesuviani. Per i primi due si tratta di conferme, mentre per il simposio nato all’ombra del Vesuvio si tratta di un esordio più che positivo. Onore va anche al Moto Club I Pistoni Inossidabili, campione in carica, che cede lo scettro cogliendo comunque un buon tredicesimo posto in classifica generale. Da menzionare anche il Moto Club Evolution Bikers, subito tra i protagonisti, e detentore del titolo di campione regionale. La Campania dice la sua anche nelle classifiche riservate ai conduttori, alle conduttrici ed ai passeggeri, a dimostrazione della costante presenza dei suoi centauri nel Mototurismo d’alto livello: “Ci confermiamo – dice Valerio Greco, responsabile dell’Area Utenza del comitato regionale campano della Fmi – tra le realtà che frequentano in maniera assidua le manifestazioni turistiche nazionali. Un plauso va a tutti i club che hanno partecipato al Ttn, e che hanno contribuito al successo della nostra regione. Senza il lavoro difficile e la grande passione dei nostri tesserati, questi risultati non si sarebbero mai raggiunti. C’è la volontà di confermarsi al vertice nazionale, e i fatti stanno dando ragione a tutti coloro che credono in questo obiettivo”. La Campania si è messa in evidenza anche per gli eventi che hanno caratterizzato la sua stagione turistica regionale, in particolare nel periodo compreso tra aprile e ottobre: “Trenta raduni – spiega Greco – di cui otto aventi carattere nazionale ed un Rally Fmi, sono il bilancio di un anno che ha trasformato la regione in un mondo da scoprire in sella alla propria due ruote. L’idea del raduno è in evoluzione, e nostro intento è rendere l’uscita in moto in un’esperienza che abbini il piacere della guida a quelli della conoscenza artistica, storica, culturale e della enogastronomia dei luoghi dove si celebra l’evento. Il tutto per esaltare e valorizzare ancor di più le variegate peculiarità campane. Importanti novità sono in arrivo, e invito i motociclisti della mia regione a prendere contatto con il comitato regionale, per vivere insieme la nostra passione”.
ALFREDO DI COSTANZO

  • Share/Bookmark

Il Gruppo CRP al debutto di Racing Professional Motor Show

martedì, 16 novembre 2010


Test dimostrativo il 2 dicembre ore 11.00 presso la Motorsport Arena, Area 48  per la moto elettrica eCRP, vincitrice del titolo europeo.

Il Gruppo CRP sarà presente in veste di espositore al debutto di Racing Professional Motor Show, il salone dell’eccellenza del motorsport professionale che si terrà a Bologna dal 2 al 4 dicembre.

L’evento si inserisce all’interno della edizione 2010 del Motor Show di Bologna al fine di promuovere il business to business presso il padiglione 33 del quartiere fieristico.

CRP ha confermato la propria partecipazione a Racing Professional Motor Show per portare la propria testimonianza di grande rilievo nel panorama internazionale dell’industria del motorismo da competizione con l’obiettivo di promuovere i propri brand e sostenere la sua appartenenza ad un territorio, famoso e celebrato in tutto il mondo per la sua eccellenza.
Tra le novità di quest’anno, emerge innanzitutto la presenza in stand della moto elettrica da corsa eCRP 1.2 che scenderà sul tracciato del Motor Show presso l’area 48 il 2 dicembre alle ore 11.00, per dare ai visitatori il piacere di poter vedere di persona la prima moto racing made-in-Italy campione d’Europa, guidata da Alessandro Brannetti.

A Bologna con il Gruppo CRP non si parlerà solo del futuro del motorsport, ma si potrà ammirare anche la Moto2 di ADV, la AT02, impegnata nel MotoGP 2010, che si è avvalsa della collaborazione del gruppo CRP per la realizzazione ingegneristica, inoltre CRP Technology presenterà anche un nuovo materiale per la tecnologia additiva (Additive Manufacturing), il Windform XT 2.0, che rappresenta una evoluzione del prestigioso ed eccellente Windform XT, il materiale più performante della famiglia Windform.

Appuntamento a Bologna al RPM dal 2 al 4 dicembre presso lo stand 123, padiglione 33 e in pista al padiglione 48 il 2 dicembre ore 11 con Alessandro Brannetti e la eCRP 1.2, la moto elettrica campione d’Europa del TTXGP 2010

  • Share/Bookmark

Sterile il paragone tra la Sbk e la Motogp

martedì, 13 luglio 2010

rossi biaggiDopo essersi conclusi i test di Valentino Rossi a Brno in sella alla Yamaha R1 utilizzata da Cal Crutchlow nei giorni di gara precedenti, parte della stampa nazionale ha sottolineato non solo l’ottimo crono registrato dal tavulliese, 1.59.1, ma addirittura ha lanciato un messaggio non tanto velato di manifesta superiorità del numero 46 sia sul leader in classifica, sia sugli altri piloti che gareggiano nel mondiale dedicato alle derivate di serie. Il messaggio di questi miei colleghi è questo: Rossi con una spalla malandata, con una tibia neo fratturata, avrebbe chiuso il conto tra la Motogp e la Sbk, a netto vantaggio della prima. Chi sostiene questa tesi, però, ignora, o finge di ignorare, che Rossi ha girato con gomme Pirelli evoluzione 2011, ed ha realizzato il tempo al penultimo giro con una copertura morbida. Chi conosce, poi, un minimo l’universo delle gare, sa bene che il lunedì successivo la gara, quando ci sono i test, i tempi sul giro calano sensibilmente grazie alle maggiori informazioni raccolte per il setting, ed alla pista meglio gommata. Tanto di cappello al tempo di Rossi, ma chi afferma che la partita è chiusa, a mio parere ha solo fame di scoop e polemica. Il paragone tra i tempi di Rossi e, ad esempio quelli di Biaggi e Crutchlow, pur essendo ripresi sulla stessa pista, non è proponibile. Il tempo di 1.59.291 dell’inglese è stato rilevato in configurazione da gara, e sia il pilota Yamaha, sia il romano, non solo hanno corso con gomme non evolute, ma in funzione della gara. Questi due non avevano l’obiettivo di essere in assoluto i più veloci sul giro secco, ma al contrario di arrivare per primi al traguardo. Per concludere, a mio avviso, dovrebbe concludersi quest’opera di paragoni inutili tra le due massime categorie mondiali della velocità. E’ come se si volesse paragonare le mele con le pere, il giorno con la notte. Articoli simili, poi, non fanno altro che infuocare una sterile polemica, come se esistessero appassionati di sera A e di serie B. Chi, come me, ama le moto, ama le gare, che si tratta di una gara del Civ, o del trofeo regionale di turno, se c’è spettacolo, si emoziona tanto e quanto davanti una gara della Motogp o della Sbk. Suggerisco a costoro, di interrogarsi, invece, sul perché in Motogp da due anni a questa parte, manchi lo spettacolo, invece di sparare contro la Sbk, che Biaggi o non Biaggi, fenomeni o semplici rider, affascina sempre per l’alto contenuto di adrenalina che le sue gare regalano. Quando in tv trasmettono le due gare del campionato organizzato dalla In front Motor Sport, è proprio il caso di esclamare: tutti in piedi sul divano!.
ALFREDO DI COSTANZO

  • Share/Bookmark

Raffica di Novità ELETTRICHE all’ EICMA 2009 (con gallery)

mercoledì, 11 novembre 2009
il veicolo elettrico presentato dalla coreana Hyosung

il veicolo elettrico presentato dalla coreana Hyosung

10 Novembre 2009 . il salone dell’EICMA 2009 sembra non risentire della crisi e trova nuova linfa vitale dando speciale attenzione ai veicoli elettrici ed ibridi.

dobbiamo sottolineare che il citato Green Planet ovvero il padiglione che doveva essere interamente dedicato ai veicoli elettrici ed ibridi alla fine , per accontentare tutte le adesioni al salone e stato a mio avviso compresso un pò troppo e quindi molti veicoli ecologici di indubbio interesse si sono ritrovati sparpagliati un pò dappertutto nei vari padiglioni. cio non toglie che sono state presentate interessantissime novità anche da grossi costruttori.

diamo una breve descrizione di tutto quello che abbiamo avuto modo di vedere marca per marca e poi via via ci soffermeremo sui dettagli:

emax1E-max:l’azienda cino-tedesca oltre a confermare la gamma precedente 90 e 110s inserisce un modello interamente nuovo e con batterie al litio: il CITY sia in versione a 2 ruote che in versione a 3 ruote. a dire il vero il design e davvero parecchio azzardato e non so come verrà accolto dal pubblico ma bisogna rendere merito al fatto che il prodotto si rivela performante con ben 4000w, grazie al telaio in alluminio ed alle batterie pesanti solo 13 kg capace di ottime prestazioni con una accelerazione mozzafiato ed ad un prezzo annunciato come molto competitivo
tn_PB103344Elmoto: la casa tedesca si presenta con un prodotto davvero interesante. stilisticamente si rifà un pò alla brammo. utilizza un gruppo telaio – sospensioni che e a metà strada tra una moto da trial ed una bicicletta da downing ed e equipaggiata con un motore nella ruota posteriore da 2000w.
Ecolive: giovane impresa britanica che produce una gamma di veicoli facenti uso di tecnologia cinese , ma che si appresta a realizzare anche la BOLT, un motociclo presente al salone in forma di prototipo , capace di ben 15kw e dotata di un motore AC raffreddato a liquido con batterie al litio ferro fosfato. velocità 240 orari , autonomia circa 200 km.
Italiainmoto: la casa italiana aggiorna i propri modelli di origine cinese dotandoli di un gruppo motore-controller studiato in italia con il politecnico di Milano e realizzato presso una azienda bergamasca. in questo modo vengono aggiunte alcune interessanti funzioni quali la gestione della potenza in funzione della distanza da percorrere e l’invio di sms tramite bluetooth al proprio cellulare per funzioni di sicurezza.

Ecomission: l’azienda genovese presenta una vasta gamma di veicoli di origine orientale.
Quantya
: presente al green Planet con il modello stradale , il cross ed il supermotard , ala casa italo elvetica continua il proprio impegno nella evoluzione dei veicoli. per il futuro non e escluso lo sviluppo di una motorizzazione brushless dotata di un controller frutto di una progettazione integrata oltre che di successive evoluzioni dell’apparato sospensioni e telai così come continua l’impegno nelle competizioni specifiche avvalendosi di piloti di provata efficacia.
Ducati Energia: presente con il già annunciato FREE DUCK di cui forniremo ulteriori dettagli
Hyosung
: e una delle piu importanti novità assolute del salone: la casa coreana di concerto con la S&T motors , partner tecnologico di SAMSUNG , si presenta con ben 2 modelli elettrici con batterie al litio , il 2.o pagagonabile ad un 50 c.c. ed il 4.0 paragonabile ad un 125 c.c.  annunciati con prestazioni e durate giudicate molto interessanti.
(articolo in costruzione. vedere a fondo pagina per la gallery)
tn_PB103320Vema GMBH: l’azienda tedesca di wolfsburg specializzata nello studio di progetti di elettrificazione si presenta con una Derbi 125 profondamente modificata per alloggiare un motore elettrico raffreddato a liquido da 22kw dotata di batterie litio ferro fosfato collocate nella zona anteriore dove normalmente andrebbe collocato il radiatore. il motore invece di generose dimensioni e collocato al centro e connesso alla ruota posteriore con una tradizionle catena. Partners di Vema sono la Volkswagen , la Derbi , la Maruti e la FEV mwntre per quel che riguarda le batterie impiegate il partner e la canadese Delaware Power Sistems.
Piaggio: presentato il ben conosciuto Calessino Elettrico e  l’ MP3 ibrido. il primo ci e piaciuto molto per la cura della realizzazione e per il fatto che ha ottime posibilità di poter essere pimpiegato in aree turistiche. il secondo e interessante…ma ci crediamo che la soluzione proposta da peugeot sia piu performante oltre che decisamente (a gusto nostro) piu gradevole alla vista.
Garelli: la casa cino-brianzola presenta lo X’ Or un interessantissimo progetto di motociclo ibrido parallelo che però non sappiamo quanto sia vicino allo produzone. anche il design e molto curato.
tn_PB103268Xor motors: la casa francese non si accontenta di prendere due piccioni con una fava… ne vuol prendere anche 4 o cinque  visto che parliamo di uno scooter elettrico che però e anche pieghevole e si presenta con un design rivoluzionario. francamente apprezziamo molto anche il livello tecnologico del veicolo . realizzato con largo uso di alluminio e caratterizzato da un design decisamente avanzato si distingue anche per le performance: nella gamma ci sono un “50″ da 3000w e 45 km/h, pesante 76kg e capace di fare 50-70 km con una carica. il “125″ capace invece di 105 km/h sempre per 50-70 km di autonomia . tutti i motori impiegati sono brushless
Kreidler: il glorioso marchio tedesco rinasce con una produzione basata su scooter e motoleggere di chiara origine cinese. presente in gamma anche uno scooter elettrico dal prezzo di listino 2190 euro dotato di motore brushless nella ruota e batterie al litio.
Jonway: azienda cinese che si caratterizza per una vasta gamma di scooter tra cui spiccano due scooter elettrici di cui uno di dimensioni addirittura superiori al glorioso vectrix con potenza fino a 5000w di picco mentre l’altro di dimensioni medi sempre con una potenza massima di 5000w ed il classico (per la produzione cinese) motore-ruota brushless.
tn_PB103421Peugeot: e finalmente arrivato anche in versione scoperta il mitico veicolo ibrido peugeot dotato di due motori elettrici nelle ruote anteriori e di un motore posteriore dotato di compressore.
tn_PB103313Waytel:presente al green village la marca italiana che si contraddistingue per le biciclette a pedalata assistita dotate di motore nella ruota anteriore e di trasmissione cardanica nella ruota posteriore. la novità e che ora esiste anche un modello che oltre alle classiche ruote da 28 e da 26 pollici , monta una ruota posteriore da 26 ed una anteriore da 24 per previlegiare l’agilità e permettere l’alloggiamento di un grande cestone nella ruota anteriore senza compromettere le dimensioni generali.
Swaygo: l’azienda sudafricana (che fa però largo uso di componenti cinesi) sta mettendo a punto un quadriciclo ad assetto variabile dotato di batterie al LI Fe Po4 collocate nel pianale che appunto si guida come una moto. dotato di 2 motori da 4000 w ciascuno collocati nelle ruote posteriori non necessita di differenziale a causa della gestione elettronica degli stessi.
itri: azienda di ricerca taiwanese finanziata dal governo che propone tre prototipi di veicoli elettrici a tre ruote dotati di batterie al litio il cui uso verosimilmente potrebbe essere quello di velotaxi piuttosto che per il diporto leggero in aree private.
Guewer:azienda cinese che dispone di una vasta gamma di veicoli a pedalata assistita nonche di scooter garantiti per il trasporto di persone fino a 165 kg. dotati di batterie sia al litio che al piombo i veicoli di questa azienda sembrano robusti e ben curati, evidentemente la realizzazione e accuratamente seguita anche dall’importatore olandese.
Scan11112009_155642Sanyou:la casa cinese  dispone di una gamma di ben tre scooter di taglia europea. lo Janus che si rifà al filone Runner , l’SY3000D (B01)  le cui forme ricordano la Vespa e che  dotato di motori fino a 5000w , ed infine un vero gigante… l’ SY3000D(T3B) lungo ben 2160 cm anche esso dotato di motore da 5000W  e con una autonomia massima di 80 km
Yadea:Casa cinese che si caratterizza per modelli di tipo utilitario il cui design però e un pò piu curato della media dei produttori compaesani. peccato per le scarse potenze che lo rendono adatto soprattutto per l’uso in piano)
Vectrix:presente all’eicma nel padiglione del Green Village lancia un messaggio inequivocabile: ci siamo ancora e stiamo lavorando sodo. molti i progetti per il futuro ma prima di tutto nei piani della risorta azienda vi e quello di rimettere in vendita i modelli esistenti e di ridare  vita all’assistenza  anche dei modelli già venduti dalla gestione precedente. a medio termine dovrebbe arrivare una versione al litio del Vx1 , mentre invece non ci saranno il VX1E depotenziato e il VX2 realizzato su base e-max che , mai entrati in produzione , verranno definitivamente abbandonati.

[nggallery id=63]

  • Share/Bookmark

la “fiaba della settimana”… l’ auto magnetica che non richiede carburante ne ricariche esterne.

sabato, 3 ottobre 2009

auto-magnetica

Ebbene si, a rendere ancora piu complicato il lavoro diinformare e far crescere di credibilità l’auto elettrica , ci si mettono anche i tanti profeti del moto perpetuo o quasi che a volte in maniera maldestra , ma sempre piu spesso in maniera efficace, anche con il compiacente appoggio di organi di stampa poco competenti che badano solo allo scoop , riescono a catturare l’attenzione del pubblico per calamitare l’attenzione su una presunta scoperta salvo poi lasciare cadere tutto nel silenzio assoluto se poi questa si rivela l’ennesima bufala. in piu a far giocoforza a tutto questo c’è il fatto che molta gente ha le idee un pò confuse su che cosa siano le leggi della termodinamica..  . recentemente , durante un evento dedicato alla promozione dell’ uso delle biciclette a pedalata assistita , ho avuto modo di notare che mentre ne illustravo il funzionamento e le peculiarità una delle domande piu frequenti era: “ma la bici elettrica si carica mentre pedali?” notare che la domanda e stata posta da diversi giornalisti oltre che da curiosi e privati cittadini… quindi ciò che io davo per acquisito da tutti ovvero che non possiamo recuperare energia quando la stessa ci serve per muoverci mentre invece possiamo recuperare il piu possibile su quella che ci serve per frenare o mentre scendiamo da una discesa. questo principio sembra pero sconosciuto alla Magnetic Air Cars , una azienda di Silicon Valley che annuncia di essere pronta per il 2010 con un veicolo magnetico che utilizza l’aria compressa.  il concetto sarebbe l’evoluzione di un veicolo ad aria compressa nato nel 1932. in buona sostanza si trattarebbe di un vecolo che avrebbe facoltà di generare energia meccanica comprimendo aria attraverso un compressore. l’energia per comprimere l’aria verrebbe ricavata attraverso energia solare, supercapacitori , un motore magnetico ed un compressore magnetico… il compressore girerebbe a svariati milioni di giri al minuto.

in buona sostanza il veicolo accumulerebbe energia solare allo scopo di immagazzinare aria compressa per sospingere il veicolo. ma quanta aria deve immagazzinare per avere una autonomia decente? a che pressione? che potenza serve per comprimere l’aria che sta in un veicolo ad alta pressione? e il flusso di aria compressa generato mentre mi muovo sarà in grado di compensare quello consumato? purtroppo il problema e che tutta questa aria fritta contribuisce ad alzare il muro di diffidenza verso i mezzi elettrici che invece già esistono e sono già in grado di dare prestazioni ed autonomie in linea con l’uso cittadino ed extraurbano ed in prospettiva di ricarica veloce anche di quello a lungo raggio ragionando su autonomie possibili (attualmente e solo un problema di costi delle batterie) di 350-450 km con la prospettiva di quintuplicarle con le batterie della prossima generazione .

  • Share/Bookmark