Articoli marcati con tag ‘divertimento’

La superbike elettrica eCRP da oggi noleggiabile tramite i cofanetti regalo Motori Accesi di Smartbox® !!!

domenica, 7 agosto 2011

eCRPDa agosto la eCRP, la moto elettrica da competizione di CRP Racing, entra a far parte del mondo di Smartbox®, marchio n.1 in Italia nel mercato dei cofanetti regalo secondo la Ricerca Ipsos 2010  “The perfect Gift”.

Con l’acquisto di Motori Accesi, sarà quindi possibile prenotare un test in pista sulla eCRP1.4, la moto che da due anni corre nei campionati mondiali di moto elettriche e che nel 2010 ha conquistato il titolo di Campione d’Europa e Vice Campione del mondo.

L’offerta prevede di poter scendere in pista in un regolare circuito e di poter scegliere in accordo con gli organizzatori il giorno per poter provare l’ebbrezza di cavalcare una vera moto racing, con il supporto dello staff tecnico. Ciascun cofanetto tematico Smartbox® contiene una pratica guida con una selezione fino a 340 attività tra escursioni e attività avventurose ed emozionanti per gli sportivi e gli intrepidi sempre a caccia di nuove sfide, soggiorni in centri benessere per chi vuole coccolarsi, notti romantiche in dimore eleganti per chi ama il lusso, degustazioni o pernottamento con cena gourmet per chi apprezza la buona tavola. Chi riceve Smartbox® in regalo potrà selezionare l’attività o il soggiorno che predilige e poi prenotare direttamente presso la struttura, in qualsiasi momento dell’anno e senza restrizioni previa verifica delle disponibilità. Basterà poi presentare al proprio arrivo l’assegno regalo in dotazione nella Smartbox® e prepararsi al divertimento! Diventa pilota per un giorno della eCRP e prova l’adrenalina dell’elettrico.

Prepara casco e tuta, la eCRP ti aspetta!

  • Share/Bookmark

Una giornata con i Quad

giovedì, 20 gennaio 2011

Inizialmente ero diffidente verso l’utilità ed il divertimento che gli Atv, meglio conosciuti come Quad, potessero offrire. Li vedevo come goffi quattro ruote, la cui funzione era solo quella di permettere ai loro proprietari di apparire. Grazie a varie esperienze professionali, dove ho avuto modo di testare la validità di questa particolare tipologia di veicoli, mi sono ricreduto, ed oggi li guardo con enorme interesse. Ultimamente ho partecipato ad un “Quad Tour” organizzato dalla Moto Ok, dealer gestito da Alfredo Iannaccone, che più che un imprenditore, sembra un incrocio tra Reinhold Messner ed Umberto Nobile. Terreno della passeggiata è stata la montagna che capeggia la cittadina di Monteforte Irpino, in provincia d’Avellino. Premetto che i trenta all terrain vehicle presenti hanno seguito un percorso che normalmente è battuto da chi ha cura la prevenzione della montagna, dove è stato possibile incontrare molti cicloturisti e appassionati di trekking. Nessuna modifica o cambiamento è stato fatti sull’originalità dei sentieri battuti. Ho scoperto dopo sei ore trascorse in sella, che i quad non solo sono divertenti come mezzi per praticare dello sport, ma sono utili anche sotto il profilo di strumenti da lavoro. Ogni domenica mattina la Moto Ok organizza dei tour, dove si entra in contatto con la natura divertendosi: “Vogliamo – dice Iannaccone – far scoprire le meraviglie paesaggistiche locali in modo sicuro. E’ un modo diverso di vivere l’Off Road. Non siamo affatto dei nemici dell’ambiente, e lo viviamo nel rispetto assoluto della sua integrità. Chi ha un suo quad può aggregarsi, mentre chi non ne possiede uno, può noleggiarlo da noi. Sono uno sballo assoluto, perché hanno quattro ruote come un’auto, ma il manubrio di una moto. E’ bello cercare di fare quello che faresti con una moto in sella ad un qualcosa che assomiglia più ad un’auto! I percorsi cambiano a seconda dell’esperienza dei guidatori, ma bastano poche uscite per scoprirsi amanti del genere. Mare, montagna, neve, fango, sabbia non esistono terreni che non possono essere percorsi in sella al quad. Attraverso la nostra passione, cerchiamo di far conoscere realtà e culture diverse, e così per fine febbraio stiamo organizzando un raid africano nel Sahara, aperto sia alle due sia alle quattro ruote. Chi ha voglia di seguirci, può trovare i contatti sul nostro sito, www.motook.it”.

  • Share/Bookmark

Anteprima assoluta nuovo spot MCC SMART… sorprendentemente efficiente.

martedì, 16 febbraio 2010
clicca sull'immagine per vedere il nuovo spot

clicca sull'immagine per vedere il nuovo spot

Love Story è solo il primo di altre 6 mini-storie Smart, diverse tra loro, ma tutte molto divertenti, provocatorie, brillanti, unite dalle caratteristiche comunicative del brand, che rendono la Smart unica e inimitabile: originalità ,piccole dimensioni, spazio, bassi consumi.
La casa automobilistica tedesca, infatti, ha realizzato sei cortometraggi pubblicitari, pianificati inizialmente sul web e successivamente in tv, girati dal regista Kasper Wendendhal, in cui suspence e divertimento giocano da protagonisti.

vi invitiamo a vederlo cliccando sull’immagine iniziale o visitando il sito: http://www.be-smart.tv/

  • Share/Bookmark

La superbike all’americana si chiama MOTUS! V4 OHC , 1600 c.c. aste e bilancieri a iniezione diretta.

domenica, 24 gennaio 2010

motus-mts01-1263939192In effetti quando si parla di moto e si parla di america l’unica cosa che viene in mente a tutti è HARLEY DAVIDSON… ma quanti si sono chiesti per quale ragione nessuno nel nuovo continente si sia mai preso la briga di portare la filosofia automobilistica americana sportiva dei V8 stock block su una motocicletta? beh in effetti la soluzione piu sensata sarebbe stata quella di proporre un V4 aste e bilancieri opportunamente dimensionato per fornire coppia a profusione e tanto divertimento. e il caso della MOTUS dove appunto la ricetta viene rispettata in pieno fino all’ultimo ingrediente. il progetto e di una azienda del michigan, la KATECH che ha già lavorato per conto di GM e di PRATT,  la distribuzione aste e bilancieri permette di contenere le dimensioni delle testate a due valvole per cilindro che infatti risultano molto compatte. il raffreddamento è a liquido e l’iniezione diretta al fine di migliorare il rendimento. il risultato in termini di prestazioni sono 140 CV per una coppia di 12 pound/feet…lascio agli appassionati di roba oltreoceano il compito di stabilire se e tanta o poca.. quanto alla trasmissione il cambio dovrebbe essere collocato a T dietro al motore un poco sarebbe dovuto essere nel Guzzi VA10 non a caso progettato durante la gestione americana della moto Guzzi (ma italianissimo) e la trasmissione presumibilmente a catena o a cinghia. il telaio visto nei bozzetti e del tipo a traliccio.

[nggallery id=76]

  • Share/Bookmark

eCRP 01 – Il Video della prima TTXGP italiana su youtube.

giovedì, 21 gennaio 2010

Crp technologies ha pubblicato nella giornata odierna un suggestivo video dove in buona sostanza si parla della storia della CRP racing e di che cosa ha spinto questa azienda che si occupa in primis di ricerca e di nuove tecnologie attraverso l’esperienza nelle corse. riportiamo alcune delle dichiarazioni che emergono nel video:  “stiamo per portare nel TTXGP tecnologie che abbiamo portato in formula uno e nel GP” “la Reattività e l’entusiasmo di Azhar ci ha convinto ad entrare in questo campionato. Azhar è stato in grado di creare attorno al TTXGP un interesse incredibile in un brevissimo periodo di tempo. nessun altro al mondo è in grado di gestire e far conoscere un campionato elettrico come ha fatto azhar” , “l’idea e di portare nel ttxgp la nostra tecnologia soprattutto nella capacità di problem solving”. dal resto con un bagaglio di esperienza come quello della CRP techologies coinvolta per la progettazione integrata di componenti  in Formula 1 , nel campionato Nascar , nella Moto GP e nella nascente Moto2 sicuramente la TTXGP e una opportunità formidabile per mettere già un piede nel futuro e contriobuire all’evoluzione dei veicoli del prossimo decennio. con la TTXGP la sperimentazione per la mobilità del futuro diventa spettacolo , divertimento e passione. perchè non cogliere questa occasione?

vi lasciamo alla visione del video.

  • Share/Bookmark

la Nuova CB1300S ABS

lunedì, 30 novembre 2009
la Nuova CB 1300 S

la Nuova CB 1300 S

Una moto davvero “importante”; la CB1300S ABS è la Regina delle Naked Honda, ovvero quella di maggior dimensioni, cilindrata e coppia! Il punto focale del suo styling è il massiccio propulsore 4 cilindri in linea (DOHC) ad iniezione elettronica (PGM-FI) e raffreddato a liquido, che offre il massimo divertimento. E, se da un lato questo motore assicura grandi emozioni, dall’altro garantisce anche un controllo assoluto – con prestazioni ai medi regimi superiori a quelle di ogni rivale. L’accelerazione è sempre potente e trascinante, mentre l’erogazione è lineare e sensibile in ogni situazione alle richieste del pilota.

Un telaio in acciaio a doppia trave perimetrale, leggero e rigido, contribuisce a rendere sempre prevedibile il comportamento della moto. Le sospensioni ad alte prestazioni sono essenziali per il controllo e il comfort, mentre l’efficacia dell’ABS Combinato rende sempre ben bilanciata l’azione frenante.

È stata migliorata anche la maneggevolezza, grazie ad un interasse relativamente ridotto ed un’altezza da terra che risulta ben contenuta per una moto di queste dimensioni. La sella, sotto la quale è disponibile un vano portaoggetti (protetto da serratura), è confortevole e offre ampio spazio al passeggero.

La CB1300S ABS si distingue per l’elegante semicarenatura, con un cupolino fumé che, in velocità, protegge significativamente il pilota dalle turbolenze. Lo styling anteriore, compatto ed aerodinamico, integra le feritoie che deviano il flusso d’aria lontano dal guidatore. La moto dispone inoltre di un elegante cruscotto sdoppiato, dotato non solo di indicatori elettronici per tachimetro e contagiri, orologio digitale LCD e indicatore del carburante, ma anche di un computer di bordo multifunzione, che calcola i parametri di viaggio e la temperatura esterna.

(continua…)

  • Share/Bookmark

EKRAD sta preparando un Quad elettrico

lunedì, 12 ottobre 2009

ekrad-equad-front-quarter-630ricorderete tempo fa quando vi parlammo della tedesca EKRAD che stava appunto lavorando ad un veicolo da cross molto potente ed estremamente curato nella realizzazione. oggi invece alla Ekrad stanno lavorando ad un quad elettrico con batterie al litio polimeri e le ragioni per farlo sono molteplici. in primo luogo su un veicolo di queste dimensioni non vi e alcun problema a stipare le batterie necessarie per fare un buon risultato in termini di prestazioni ed aurtonomia. in secondo luogo la destinazione d’uso. un quad elettrico seppur costoso può essere  noleggiato in strutture dove si fa fuoristrada , escursioni ecc  e quindi avrebbe degli immediati riscontri per la produzione equad-prototype-2senza aspettare il calo del costo delle batterie . inoltre va anche detto che i quad hanno un elevato costo finale specifico quindi none impossibile fare un quad elettrico che costi come uno a benzina. il mezzo in questione e interessante sia per il design che per la fattura ma soprattutto per il divertimento di guida che e in grado di offrire con OLTRE 50 cavalli di potenza!

ad ogni modo vi suggeriamo di visualizzare il video dove potrete gustare le performances di questo mostriciattolo… fonte: www.autobloggreen.com

  • Share/Bookmark

Yamaha sta pensando una moto Turbodiesel

mercoledì, 15 luglio 2009
yamaha diesel - fonte:  Hell For Leather

yamaha diesel - fonte: Hell For Leather

Quando tempo fa sul forum di Motorcafè si parlava di moto e scooter turbodiesel in seguito ad una intervista in cui il mitico Giulio Cesare Carcano , il papà del bicilindrico Guzzi , proponeva proprio questa tipologia di motorizzazione , ebbene si scatenò il putiferio assoluto… si disse che la moto era un mezzo emozionale e quindi in quanto tale non poteva convivere con un rumore da trattore e il puzzo di gasolio… ed allora mi sono ricordato le polemiche che si scatenarono ai tempi della Giulia Diesel con motore Perkins dove si disse a chiare lettere che con quel prodotto l’Alfa Romeo stava “sputtanando” l’immagine di una gloriosa automobile oltre che il proprio marchio e che il diesel non avrebbe mai preso piede nell’autotrazione. oggi più del 50% delle auto immatricolate sono a gasolio.

Cosa impedisce quindi con la tecnologia attuale di creare diesel veloci adatti alle moto? uno degli ostacoli maggiori è sicuramente il conservatorismo dei mtociclisti che per certi aspetti non vedendo il motociclo come un mezzo per recarsi dal punto A al punto B  ma come un mezzo per divertimento puro il cui acquisto fa seguito ad un desiderio magari covato per anni , è comprensibile che fatichi ad accettare qualsiasi rivoluzione in corsa che riguardi la sonorità dello scarico o l’odore del carburante da immettervi nè di cambiare le proprie abitudini radicalmente come avviene con l’elettrico.

Ad ogni modo yamaha ci crede e stando alle nostre fonti ha in avanzata fase di studio un motociclo turbodiesel 4 cilindri dotato di intecooler e con prestazioni interessanti. gli esempi di motocicli diesel visti fino ad oggi erano davvero pochi. ricordiamo la indiana Enfield diesel dotata di motore lombardini agricolo così come diversi esperimenti di dieselizzazione visti in germania tra cui quella di un grosso chopper e poi ovviamente l’esempio più eclatante , l’enduro diesel motorizzata con il motore della SMART di cui vi parlammo tempo fa http://www.motorcafe.it/?tag=enduro-diesel ma nel caso specifico invece la Yamaha vorrebbe destinare questa motorizzazione a modelli di largo utilizzo e la disposizione degli organi principali sarebbe studiata appositamente per una moto, pertanto l’intercooler troverebbe posto in un finto serbatoio che fungerebbe anche da airbox , mentre il serbatoio vero sarebbe collocato sotto la sella ed il turbocompressore sarebbe collocato a fianco del motore.  i motori impiegati sarebbero a due e 4 cilindri direttamente derivati dagli attuali motori a benzina. fonte: Hell For Leather

  • Share/Bookmark