Articoli marcati con tag ‘dedicato’

Nuovi dettagli riguardo al VETEG ASTY 150

giovedì, 22 settembre 2011

Nello scorso weekend, a Bergamo in occasione dell’expo dedicato alla mobilità sostenibile collocato in Piazza Pontida , presso lo stand della ECO-RENT.IT abbiamo avuto modo di vedere un’alteprima della versione definitiva dello scooter VETEG ASTY 150.

Come già accennato la settimana scorsa, si trattava di un veicolo non in versione definitiva, ma comunque in veste di prototipo pre serie effettivamente funzionante:

Caratteristiche peculiari , il motore raffreddato a liquido da ben 13KW continui e la batteria LiFePo4 da ben 4,3 kw (90Ah a 48v) capace di garantire una autonomia di 120 km in ciclo misto con velocità di punta di ben 100KM/h . tutte caratteristiche che ne hanno permesso l’omologazione per l’uso autostradale.

Ciclistica:

L’avantreno a livello delle sospensioni è estremamente tradizionale data la presenza di una forcella montata su unica piastra con steli di tipo classico , lo stesso non si può dire sul piano dell’impianto frenante data la presenza di un freno a disco periferico lavorato da una pinza radiale ricavata dal pieno a doppio pistoncino.

Sul retrotreno invece notiamo la presenza di forcellone in fusione di alluminio (nell’esemplare da noi provato era addirittura fuso in terra) controllato da un monoammortizzatore orizzontale di tipo “tirato” (come sull’ emax) che permette quindi di lasciare molto spazio alle batterie , collocate in basso nella parte bassa del telaio.

Il telaio è in fusione di alluminio e si divide in due travi che poi si snodano verso il forcellone , mentre il telaietto a sua volta in fusione è avvitato alla base dello stesso ed a sua volta incorpora parte delle batterie nonchè il motore stesso, collocato sotto la sella. soluzione questa cara al progettista Brioschi e di fatto “copiata” anche dalla Mission per la propria TTXGP.

La trasmissione del moto verso la ruota (entrambe da 16pollici) avviene attraverso un doppio giro di catene ed il fulcro del pignone viene ad essere coassiale al perno del forcellone. la seconda catena invece , chiusa in bagno d’olio porta il moto dal pignone al motore vero e proprio. soluzione questa che di fatto annulla il tiro catena e permette una ottimale distribuzione dei pesi.

Styling: è piuttosto diverso dall’esemplare visto all’eicma: il gruppo ottico a “buco di chiave” è stato rimpiazzato con un gruppo ottico triangolare di forme piu tradizionali ed in generale gli scudi sono meno ampi e piu tondeggianti di come apparivano nella prima versione. anche il sottosella cambia così come la veste cromatica che non è più bicolore . il risultato finale è estremamente gradevole e dà molto più l’idea di uno scooter sportivo a benzina che di uno scooter nato per non inquinare e per portare dal punto A al punto B. peccato che renda più dal vero che non in foto.

Alla guida:

Trattandosi di un esemplare preserie con diversi particolari tecnici non definitivi , non abbiamo potuto fare un test vero e proprio ma semplicemente farci un ‘idea delle doti principali di questo veicolo: tanto per cominciare il peso di soli 100 kg con una distribuzione sui due assi abbastanza buona. il passo lungo ma non eccessivo dà un buon senso di stabilità , mentre le sospensioni trasmettono un buon feeling e di fatto risultano un buon compromesso tra le esigenze di comfort e stabilità. l’Appeal  generale comunque è più da moto che da scooter.

L’accelerazione è davvero molto buona… i 13Kw si sentono tutti ed il ritardo di risposta necessafrio ad ottimizzare il consumo di energia obbiettivamente è molto limitato. La spinta è davvero vigorosa e i vari “125″ che incontro nel traffico non riescono a starmi a fianco. Anche la frenata è davvero generosa… oserei dire quasi mostruosa all’anteriore seppur estremamente modulabile.

I Prezzi: estremanete competitivi seppur ritoccati verso l’alto rispetto alle stime iniziali: 4800€ + iva per la versione base con disco tradizionale e telaietto reggisella in alluminio. 5300+iva per la versione con disco periferico e telaietto sottosella in magnesio. possono sembrare prezzi alti rispetto a corrispondenti modelli a benzina (che però sono ben piu poveri ciclisticamente e di fattura piu ecnomica) ma siamo lontani anni luce dalla concorrenza se lo paragoniamo ai 13.000 euro abbondanti del VECRIX Li+ con batteria da 5,2 kw o gli 11.400€ della versione con batteria da 3,7 kw secondo quanto riportato dall’importatore svizzero www.vectrix.ch in quanto la versione al litio non è attualmente disponibile in italia.

[nggallery id=124]

  • Share/Bookmark

BERGAMO 17-18 Settembre:Eco srl presenta in anteprima lo scooter elettrico VETEG ASTY 150

giovedì, 15 settembre 2011

Bergamo : durante il weekend in occasione dell’Expo dedicato alla mobilità sostenibile che si terrà il 17-18 Settembre , la Eco srl mostrerà in anteprima mondiale la versione ormai quasi definitiva dello scooter che fanto ha fatto parlare in occasione dell’EICMA 2010 : il VETEG ASTY 150.

Le ragioni di tanto interesse sono facilmente intuibili:Tanto per cominciare, il veicolo prodotto dall’azienda bergamasca è  il primo scooter al mondo concepito per accedere alle autostrade italiane in quanto equivalente in tutto e per tutto ad un motocicloda 150 c.c.

Ma le peculiarità di ASTY non si fermano qui… stiamo parlando di uno scooter a ruota alta progettato con largo impiego di leghe leggere , dotato di telaio in alluminio , di un freno anteriore periferico Braking dotato di pinza a doppio pistoncino , di un retrotreno decisamente piu motociclistico che scooteristico dato che abbiamo un monoammortizzatore orizzonatle con forcellone e telaietto reggisella pressofusi in magnesio ,ed uno styling caratterizzato da linee particolarmente spigolose ed aggressive. Di particolare pregio anche le leve al manubrio pluriregolabili e snodate, sempre Braking, con serbatoio dell’olio di tipo ‘racing’.
E che dire del cruscotto costituito da un tablet touchscreen a colori da 7 pollici, con GPS integrato, connessione Bluetooth, ingresso per MP3, video e TV!

Ma il punto forte sono le prestazioni: con una potenza di 13kw grazioe ad un motore brushless raffreddato a liquido, offre un range di 120 km ed una velocità massima di 100 km/h grazie alla batterie al LiFePo4 da 48V da oltre 90ah ASTY 15o , e sarà di fatto il solo prodotto realmente acquistabile in grado di entrare in autostrada , ed udite udite i prezzi annunciati sono decisamente interessanti. se volete saperne di piu andate  a vederlo a Bergamo il sabato e la domenica 17-18 settembre di fronte a palazzo Frizzoni dove sarà presente un esemplare preserie effettivamente funzionante. per ogni informazione contattate la eco srl allo 035.5293888

fonti: www.eco-rent.it

foto:motoblog.it

  • Share/Bookmark

A Mercato San Severino (Sa) la Fmi-Campania presenta le ultime novità sul Turismo e Moto D’epoca

lunedì, 31 gennaio 2011

Sabato 5 febbraio alle ore 17,00 presso la sede del Lions Club di Via Paolo Borsellino in Mercato San Severino, provincia di Salerno, saranno illustrate le ultime novità del Settore Utenza, Turismo e Moto d’Epoca Fmi in Campania. Il comitato regionale ha deciso di dare vita alla Commissione Turistica Regionale che avrà il compito di recepire tutte le istanze del mondo mototuristico regionale per approntare al meglio il calendario ed il regolamento del Trofeo Turistico Regionale per la nuova stagione 2011. A guidare la commissione sarà Antonino Schisano, che potrà contare sull’appoggio di Valerio Greco, delegato provinciale di Salerno e coordinatore regionale dell’Area Utenza. A comporre la commissione saranno: Michele Sparano che curerà l’aspetto tecnico-regolamentare, Enzo Bruno preposto alla parte sportiva, e Felice Mele addetto alle relazioni tra il mondo bikers ed FMI. Ci sono novità anche nel settore Moto D’epoca; si rinnova per il 2011 il Campionato Regionale Gimkana dedicato alle moto d’epoca ed aperto anche a tutti i tipi di motoveicoli, dal ciclomotore ai quad, ai motoveicoli a tre ruote.
L’organizzazione del Campionato Regionale Gimkana sarà affidata al Coordinamento Gimkana, facente parte della Commissione Turistica Regionale. I membri sono Enzo Tomassetti, delegato provinciale di Avellino e Benevento, Erminio Tortora, presidente del Moto Club Nuceria Bikers e Giovanni Di Iorio, esaminatore del Registro Storico. Quest’ultimo avrà anche il compito di curare la promozione del campionato presso i moto club interessati, ed il controllo sulla corretta applicazione del regolamento. Maggiori informazioni potranno aversi ciccando sul sito www.federmoto.it, e recandosi sulla sezione dedicata al comitato regionale campano.
ALFREDO DI COSTANZO

  • Share/Bookmark

Conclusa l’”altra” Laguna Seca ovvero il campionato e-Power FIM – MotoCZYSZ sbaraglia prove e gara!

martedì, 27 luglio 2010

1E un vero peccato che un campionato che comincia dedicato alle moto elettriche che gode del favore dell’ “ufficialità” da parte della FIM sia poi TOTALMENTE ignorato dagli organi di stampa ufficiali… davvero difficile raccogliere notizie sul tema.  Di fatto , soltanto noi e  di comune intento http://motoelettriche.wordpress.com ci sforziamo di farlo con una certa regolarità, tempo permettendo.

Nella nottata del sabato ci giungeva da Twitter il primo risultato  delle prime prove da Laguna Seca del Campionato e-Power:

1)MotoCZYSZ con 1,50
2)LightNight Racing 1,51
3)Christalite 1,54
4)Betti Moto 1,57

fuori Classifica la Brammo

Quanto alla gara, l’esito e stato un susseguirsi di colpi di scena.

La Lightnight ovvero la Ducati gialla elettrificata denominata flying banana che piu volte si e distinta per la notevole accelerazione, è scattata in testa si da subito e già dal primo giro accumulava un vantaggio di 5 secondi . proseguiva quindi  ad allungare con una progressione costante en  reggolare, culminata con il record della pista pari a 1.44.928 fino a quando a partire dal 6 giro è iniziato il calo della lightnight che è coinciso con la rimonta della MotoCzysz guidata per l’occasione dal pilota costruttore Michael Czysz rimonta che si conclude in un nuovo record della pista pari a 1’44.496 e con un sorpasso al fulmicotone a poche curve dalla fine.

Il team Betti ha raddrizzato in gara l’esito di un weekend che sembrava nato male. ottimo quindi il sorpasso di Thomas Betti ai danni di Matthias Himmelman che vale una 4a posizione.

Notevole è stata la moria di compoinenti e di motori durante tutto il weekend con particolari problematiche a carico della Epo Bike che però e stata generosamente aiutata dai team concorrenti dimostrando il notevole grado di solidarietà tra i team del campionato uniti dalla causa comune dellelettrico.

questa la classifica:

Classifica Finale FIM e-Power Mazda Raceway Laguna Seca

1. Michael Czysz (Motoczysz E1PC), 9 laps, 16:02.596
2. Michael Barnes (Lightning), -1.238 seconds
3. Thijs De Ridder (DR Motors), -36.649
4. Thomas Betti (Betti Moto Torpedine), -93.224
5. Matthias Himmelmann (Munch Team), -93.471
6. Luciano Betti (Betti Moto Torpedine), -1 lap
7. Christian Amendt (Epo-bike.de Honda), -2 laps
8. Ely Schless (Proto Moto), RIT

  • Share/Bookmark

21-23 Maggio 8° edizione del raduno gratuito Honda4Fest

giovedì, 25 marzo 2010

2009-honda-cb1100-f-2
Nella splendida cornice dell’Appennino Tosco-Emiliano, tornano a rombare i
favolosi quattro cilindri Honda degli anni Settanta. Nel weekend dal 21 al 23
maggio, si potraÌ? rivivere la magica atmosfera che unisce gli appassionati di
queste strepitose Honda.
EÌ? ormai tutto pronto per l’ottava edizione dell’Honda4Fest, il raduno gratuito
dedicato alle Honda CB Four e aperto a tutte le moto e a tutti motociclisti che
abbiano il desiderio di trascorrere due giorni diversi dal solito.
L’evento eÌ? organizzato dalla community di Honda4Fun (www.honda4fun.com), il
sito che da diversi anni eÌ? diventato il riferimento per tutti gli appassionati
delle mitiche e indimenticabili Honda Four.
La festa si svolgeraÌ?, come gli scorsi anni, a Cereglio (BO) presso il centro
sportivo I PraÌ?. Il programma di quest’anno prevede, tra lâ?Taltro, due
concerti: uno venerdiÌ? sera con gli Schermonero e uno sabato sera con The H.
EÌ? previsto anche un raid turistico-gastronomico nel pomeriggio di sabato e
l’assistenza tecnica per modifiche, tuning o svago ludico sulle Four, effettuata
dall’officina A ruota Libera di Varese.
Gli sponsor della manifestazione sono EpocaRicambi (www.epocaricambi.com), Gabel
(www.gabelgroup.com), Studio Infortunistico IMF (www.studioimf.it), Libreria
dell’Automobile (www.libreriadellautomobile.it) e Brhema Paint
(www.brhemapaint.it).
Per maggiori informazioni sul raduno: www.honda4fun.com/h4fest. Honda4Fun
Honda4Fun nasce quasi per scherzo il 30 maggio del 2001, ed eÌ? diventato
rapidamente il sito piuÌ? autorevole per gli appassionati di Honda Four. A
tuttâ?Toggi, Honda4Fun ha totalizzato piuÌ? di 1.000.000 accessi, con una media
giornaliera che nellâ?Tultimo anno ha superato abbondantemente le 1.000 visite
medie quotidiane. Dal 2007 Honda4Fun eÌ? il Registro Storico di marca Honda CB
Four riconosciuto dalla FMI.

  • Share/Bookmark

Westfield presenta la i-Racer monoposto 100% elettrica

martedì, 12 gennaio 2010
la Westfield 01 che correrà nella EV-Cup

la Westfield 01 che correrà nella EV-Cup

La britannica Westfield sta mettendo a punto un veicolo completamente elettrico dedicato alle competizioni su pista. obbiettivo dell’azienda è raggiungere una velocità massima di 180 km/h ed una autonomia di almeno 90 km ed una accelerazione da 0-100 in meno di 5 secondi e lo sviluppo del veicolo e ancora in corso.

Le batterie sono del tipo Litio-Ferro-Fosfato e i motori sono due, ciascuno da 40 KW per 500N/m ..una coppia davvero ragguardevole.

la vettura sarà schierata nella EVCUP nel 2011.

Caractéristiques de l’iRacer

Général:

Poids- 600kg
Longueur – 3600mm
Largeur – 1635mm

Technique :

Motorisation électrique – Oxford Yasa Motors, 80Kw, 1000Nm
Batteries – 170kg, Lithium Phosphate

Performances:

0-100 km/h – Meno di 5 secondes
Velocità Massima- 180 km/h (controllata elettronicamente)
Autonomia – 90 km
Tempo di carica – 2 ore

fonte:http://www.avem.fr

  • Share/Bookmark

Raffica di Novità ELETTRICHE all’ EICMA 2009 (con gallery)

mercoledì, 11 novembre 2009
il veicolo elettrico presentato dalla coreana Hyosung

il veicolo elettrico presentato dalla coreana Hyosung

10 Novembre 2009 . il salone dell’EICMA 2009 sembra non risentire della crisi e trova nuova linfa vitale dando speciale attenzione ai veicoli elettrici ed ibridi.

dobbiamo sottolineare che il citato Green Planet ovvero il padiglione che doveva essere interamente dedicato ai veicoli elettrici ed ibridi alla fine , per accontentare tutte le adesioni al salone e stato a mio avviso compresso un pò troppo e quindi molti veicoli ecologici di indubbio interesse si sono ritrovati sparpagliati un pò dappertutto nei vari padiglioni. cio non toglie che sono state presentate interessantissime novità anche da grossi costruttori.

diamo una breve descrizione di tutto quello che abbiamo avuto modo di vedere marca per marca e poi via via ci soffermeremo sui dettagli:

emax1E-max:l’azienda cino-tedesca oltre a confermare la gamma precedente 90 e 110s inserisce un modello interamente nuovo e con batterie al litio: il CITY sia in versione a 2 ruote che in versione a 3 ruote. a dire il vero il design e davvero parecchio azzardato e non so come verrà accolto dal pubblico ma bisogna rendere merito al fatto che il prodotto si rivela performante con ben 4000w, grazie al telaio in alluminio ed alle batterie pesanti solo 13 kg capace di ottime prestazioni con una accelerazione mozzafiato ed ad un prezzo annunciato come molto competitivo
tn_PB103344Elmoto: la casa tedesca si presenta con un prodotto davvero interesante. stilisticamente si rifà un pò alla brammo. utilizza un gruppo telaio – sospensioni che e a metà strada tra una moto da trial ed una bicicletta da downing ed e equipaggiata con un motore nella ruota posteriore da 2000w.
Ecolive: giovane impresa britanica che produce una gamma di veicoli facenti uso di tecnologia cinese , ma che si appresta a realizzare anche la BOLT, un motociclo presente al salone in forma di prototipo , capace di ben 15kw e dotata di un motore AC raffreddato a liquido con batterie al litio ferro fosfato. velocità 240 orari , autonomia circa 200 km.
Italiainmoto: la casa italiana aggiorna i propri modelli di origine cinese dotandoli di un gruppo motore-controller studiato in italia con il politecnico di Milano e realizzato presso una azienda bergamasca. in questo modo vengono aggiunte alcune interessanti funzioni quali la gestione della potenza in funzione della distanza da percorrere e l’invio di sms tramite bluetooth al proprio cellulare per funzioni di sicurezza.

Ecomission: l’azienda genovese presenta una vasta gamma di veicoli di origine orientale.
Quantya
: presente al green Planet con il modello stradale , il cross ed il supermotard , ala casa italo elvetica continua il proprio impegno nella evoluzione dei veicoli. per il futuro non e escluso lo sviluppo di una motorizzazione brushless dotata di un controller frutto di una progettazione integrata oltre che di successive evoluzioni dell’apparato sospensioni e telai così come continua l’impegno nelle competizioni specifiche avvalendosi di piloti di provata efficacia.
Ducati Energia: presente con il già annunciato FREE DUCK di cui forniremo ulteriori dettagli
Hyosung
: e una delle piu importanti novità assolute del salone: la casa coreana di concerto con la S&T motors , partner tecnologico di SAMSUNG , si presenta con ben 2 modelli elettrici con batterie al litio , il 2.o pagagonabile ad un 50 c.c. ed il 4.0 paragonabile ad un 125 c.c.  annunciati con prestazioni e durate giudicate molto interessanti.
(articolo in costruzione. vedere a fondo pagina per la gallery)
tn_PB103320Vema GMBH: l’azienda tedesca di wolfsburg specializzata nello studio di progetti di elettrificazione si presenta con una Derbi 125 profondamente modificata per alloggiare un motore elettrico raffreddato a liquido da 22kw dotata di batterie litio ferro fosfato collocate nella zona anteriore dove normalmente andrebbe collocato il radiatore. il motore invece di generose dimensioni e collocato al centro e connesso alla ruota posteriore con una tradizionle catena. Partners di Vema sono la Volkswagen , la Derbi , la Maruti e la FEV mwntre per quel che riguarda le batterie impiegate il partner e la canadese Delaware Power Sistems.
Piaggio: presentato il ben conosciuto Calessino Elettrico e  l’ MP3 ibrido. il primo ci e piaciuto molto per la cura della realizzazione e per il fatto che ha ottime posibilità di poter essere pimpiegato in aree turistiche. il secondo e interessante…ma ci crediamo che la soluzione proposta da peugeot sia piu performante oltre che decisamente (a gusto nostro) piu gradevole alla vista.
Garelli: la casa cino-brianzola presenta lo X’ Or un interessantissimo progetto di motociclo ibrido parallelo che però non sappiamo quanto sia vicino allo produzone. anche il design e molto curato.
tn_PB103268Xor motors: la casa francese non si accontenta di prendere due piccioni con una fava… ne vuol prendere anche 4 o cinque  visto che parliamo di uno scooter elettrico che però e anche pieghevole e si presenta con un design rivoluzionario. francamente apprezziamo molto anche il livello tecnologico del veicolo . realizzato con largo uso di alluminio e caratterizzato da un design decisamente avanzato si distingue anche per le performance: nella gamma ci sono un “50″ da 3000w e 45 km/h, pesante 76kg e capace di fare 50-70 km con una carica. il “125″ capace invece di 105 km/h sempre per 50-70 km di autonomia . tutti i motori impiegati sono brushless
Kreidler: il glorioso marchio tedesco rinasce con una produzione basata su scooter e motoleggere di chiara origine cinese. presente in gamma anche uno scooter elettrico dal prezzo di listino 2190 euro dotato di motore brushless nella ruota e batterie al litio.
Jonway: azienda cinese che si caratterizza per una vasta gamma di scooter tra cui spiccano due scooter elettrici di cui uno di dimensioni addirittura superiori al glorioso vectrix con potenza fino a 5000w di picco mentre l’altro di dimensioni medi sempre con una potenza massima di 5000w ed il classico (per la produzione cinese) motore-ruota brushless.
tn_PB103421Peugeot: e finalmente arrivato anche in versione scoperta il mitico veicolo ibrido peugeot dotato di due motori elettrici nelle ruote anteriori e di un motore posteriore dotato di compressore.
tn_PB103313Waytel:presente al green village la marca italiana che si contraddistingue per le biciclette a pedalata assistita dotate di motore nella ruota anteriore e di trasmissione cardanica nella ruota posteriore. la novità e che ora esiste anche un modello che oltre alle classiche ruote da 28 e da 26 pollici , monta una ruota posteriore da 26 ed una anteriore da 24 per previlegiare l’agilità e permettere l’alloggiamento di un grande cestone nella ruota anteriore senza compromettere le dimensioni generali.
Swaygo: l’azienda sudafricana (che fa però largo uso di componenti cinesi) sta mettendo a punto un quadriciclo ad assetto variabile dotato di batterie al LI Fe Po4 collocate nel pianale che appunto si guida come una moto. dotato di 2 motori da 4000 w ciascuno collocati nelle ruote posteriori non necessita di differenziale a causa della gestione elettronica degli stessi.
itri: azienda di ricerca taiwanese finanziata dal governo che propone tre prototipi di veicoli elettrici a tre ruote dotati di batterie al litio il cui uso verosimilmente potrebbe essere quello di velotaxi piuttosto che per il diporto leggero in aree private.
Guewer:azienda cinese che dispone di una vasta gamma di veicoli a pedalata assistita nonche di scooter garantiti per il trasporto di persone fino a 165 kg. dotati di batterie sia al litio che al piombo i veicoli di questa azienda sembrano robusti e ben curati, evidentemente la realizzazione e accuratamente seguita anche dall’importatore olandese.
Scan11112009_155642Sanyou:la casa cinese  dispone di una gamma di ben tre scooter di taglia europea. lo Janus che si rifà al filone Runner , l’SY3000D (B01)  le cui forme ricordano la Vespa e che  dotato di motori fino a 5000w , ed infine un vero gigante… l’ SY3000D(T3B) lungo ben 2160 cm anche esso dotato di motore da 5000W  e con una autonomia massima di 80 km
Yadea:Casa cinese che si caratterizza per modelli di tipo utilitario il cui design però e un pò piu curato della media dei produttori compaesani. peccato per le scarse potenze che lo rendono adatto soprattutto per l’uso in piano)
Vectrix:presente all’eicma nel padiglione del Green Village lancia un messaggio inequivocabile: ci siamo ancora e stiamo lavorando sodo. molti i progetti per il futuro ma prima di tutto nei piani della risorta azienda vi e quello di rimettere in vendita i modelli esistenti e di ridare  vita all’assistenza  anche dei modelli già venduti dalla gestione precedente. a medio termine dovrebbe arrivare una versione al litio del Vx1 , mentre invece non ci saranno il VX1E depotenziato e il VX2 realizzato su base e-max che , mai entrati in produzione , verranno definitivamente abbandonati.

[nggallery id=63]

  • Share/Bookmark

la “fiaba della settimana”… l’ auto magnetica che non richiede carburante ne ricariche esterne.

sabato, 3 ottobre 2009

auto-magnetica

Ebbene si, a rendere ancora piu complicato il lavoro diinformare e far crescere di credibilità l’auto elettrica , ci si mettono anche i tanti profeti del moto perpetuo o quasi che a volte in maniera maldestra , ma sempre piu spesso in maniera efficace, anche con il compiacente appoggio di organi di stampa poco competenti che badano solo allo scoop , riescono a catturare l’attenzione del pubblico per calamitare l’attenzione su una presunta scoperta salvo poi lasciare cadere tutto nel silenzio assoluto se poi questa si rivela l’ennesima bufala. in piu a far giocoforza a tutto questo c’è il fatto che molta gente ha le idee un pò confuse su che cosa siano le leggi della termodinamica..  . recentemente , durante un evento dedicato alla promozione dell’ uso delle biciclette a pedalata assistita , ho avuto modo di notare che mentre ne illustravo il funzionamento e le peculiarità una delle domande piu frequenti era: “ma la bici elettrica si carica mentre pedali?” notare che la domanda e stata posta da diversi giornalisti oltre che da curiosi e privati cittadini… quindi ciò che io davo per acquisito da tutti ovvero che non possiamo recuperare energia quando la stessa ci serve per muoverci mentre invece possiamo recuperare il piu possibile su quella che ci serve per frenare o mentre scendiamo da una discesa. questo principio sembra pero sconosciuto alla Magnetic Air Cars , una azienda di Silicon Valley che annuncia di essere pronta per il 2010 con un veicolo magnetico che utilizza l’aria compressa.  il concetto sarebbe l’evoluzione di un veicolo ad aria compressa nato nel 1932. in buona sostanza si trattarebbe di un vecolo che avrebbe facoltà di generare energia meccanica comprimendo aria attraverso un compressore. l’energia per comprimere l’aria verrebbe ricavata attraverso energia solare, supercapacitori , un motore magnetico ed un compressore magnetico… il compressore girerebbe a svariati milioni di giri al minuto.

in buona sostanza il veicolo accumulerebbe energia solare allo scopo di immagazzinare aria compressa per sospingere il veicolo. ma quanta aria deve immagazzinare per avere una autonomia decente? a che pressione? che potenza serve per comprimere l’aria che sta in un veicolo ad alta pressione? e il flusso di aria compressa generato mentre mi muovo sarà in grado di compensare quello consumato? purtroppo il problema e che tutta questa aria fritta contribuisce ad alzare il muro di diffidenza verso i mezzi elettrici che invece già esistono e sono già in grado di dare prestazioni ed autonomie in linea con l’uso cittadino ed extraurbano ed in prospettiva di ricarica veloce anche di quello a lungo raggio ragionando su autonomie possibili (attualmente e solo un problema di costi delle batterie) di 350-450 km con la prospettiva di quintuplicarle con le batterie della prossima generazione .

  • Share/Bookmark