Articoli marcati con tag ‘contender’

TT Zero 2011 – Ecco come è andato il Tourist Tropy ElettricoIsle of Man TT Zero Results 2011

venerdì, 10 giugno 2011


Anche quest’anno MotoCZYSZ ha fatto man bassa del TT -zero vincendo tutto quel che c’era da vincere in una solenne doppietta con Michael Rutter e mark Miller. tuttavia , per un soffio , il veterano Rutter non è riuscito ad agguantare il premio di 10.000 sterline dedicato al primo team che riuscirà ad aggiudicarsi la gara ad una media superiore alle 100 miglia. Infatti con un risultato di 99,604 si è ormai arrivati ad un pelo dall’obbiettivo mentre invece sembra ormai passato un secolo da quando Rob Barber si aggiudicò la storica edizione del 2009 (nonchè prova unica dell’allora campionato TTXGP) a 88 miglia di media.

Peccato solo per la scarsità di concorrenti presenti! non si è vista l’italiana VERCARMOTO che potenzialmente ci sembrava un ottimo outsider , è letteralmente mancato il confronto diretto con l’altra “americana” ovvero la lightnight motors afflitta da molti guai di gioventù che qui ha letteralmente fatto il viaggio a vuoto… tanto valeva schierare la vecchia moto forse un pò troppo frettolosamente è stata messa nel cassetto e che invece , dato il livello medio dei partenti , aveva buone speranze di ben figurare.

Gli illustri sconosciuti: di fatto a contendere il risultato al superteam di CZYSZ che per mettere al sicuro il risultato si è affidato ad un superdriver c’erano : la Kingston University a cavallo della propria Ion Horse ,con un vero progetto inedito che si è pazzata 3° alla media di 88 miglia , un abisso dalla moto di Rutter , e a seguire la MIT EVT guidata dal veterano Allan Brew , una kit bike realizzata su base BMW S1000RR con la classica coppia di motori Agni gestita da controller Kelly motors, accoppiata che si può tranquillamente  e la PROZZA , una kit bike realizzata in giappone.

da segnalare che la velocità massima raggiunta dalla piu veloce delle due CZYSZ è stata di 149,5 Miglia orarie pari a ben 240 Km/h … decisamente non male dal momento che il tracciato è lungo ben 66 km ed è ricco di salite e discese…

In realtà il mancato raggiungimento delle 100 miglia orarie di media è stato semplicemente dovuto alla necessità di garantire con un buon margine di sicurezza il completamento del tracciato visto che 66 km a pieno regime sono pur sempre una percorrenza piuttosto elevata per una moto elettrica.

questo il risultato finale:

2011 TT Zero Results:
1. Michael Rutter (MotoCzysz) 99.604 mph
2. Mark Miller (MotoCzysz) 98.288 mph
3. George Spence (Kingston) 88.435 mph
4. Allan Brew (MIT EVT) 79.163 mph
5. Yoshinari Matsushita (Prozza TT) 69.877 mph
DNF John Burrows (Lightning Motorcycles)
DNF Roy Richardson (Imperial)
DNF Russ Mountford (Brunel)
DNF Dan Kneen (ManTTx)

fonte: http://www.motorcycle-usa.com/498/10253/Motorcycle-Article/Isle-of-Man-TT-Zero-Results-2011.aspx

[nggallery id=122]

MotoCzysz extends its TT Zero winning streak to two, with Michael Rutter taking the electric exhibition race ahead of teammate Mark Miller. The TT veteran Rutter missed the prestige of marking the first-ever electric powered 100 mph lap, and the attendant £10,000 bounty awarded by the Isle of Man government, by a scant 0.396 mph. A Kingston University entry piloted by George Spence completed the TT Zero podium, with only five of the nine entries completing laps.

A multiple TT podium finisher and North West 200 winner, Rutter quickly overtook his American teammate during the one-lap TT Zero race. Reports state The Blade got his Segway MotoCzysz E1PC up to a 149.5 mph top speed en route to victory.

Said Rutter in an official IOM Press Office press release: “99.6mph – that’s the story of my life. I tried to conserve battery life and stay smooth. It’s a totally different way of riding but I really enjoyed it. We only saw the bike on Wednesday, so I think if we had more time there would be more to come set-up wise.”

Rutter’s near 100 mph lap marks a modest improvement over the 96.820 mph best set by the race winning Miller in 2010. The inaugural electric TT race held at the isle, the 2009 TTXGP, saw Ron Barber pilot a Team AGNI bike to victory via a 87.434 mph lap.

The Blade gets up to speed on the MotoCzysz E1PC. Rutter would reach a near 150 mph top speed and just miss setting the first-ever electric-powered 100 mph lap at the Isle.

The Blade gets up to speed on the MotoCzysz E1PC. Rutter would reach almost 150 mph top speed and just missed setting the first-ever electric-powered 100 mph lap at the Isle.

Spence’s third place results nets Kingston University the £5000 University Prize, awarded to the fastest University entrant. The British research university bested the American effort from MIT (Read more on the MIT EV project in Backmarker: Old Meets New at the 2011 Isle of Man TT).

2011 TT Zero Results:

1. Michael Rutter (MotoCzysz) 99.604 mph

2. Mark Miller (MotoCzysz) 98.288 mph

3. George Spence (Kingston) 88.435 mph

4. Allan Brew (MIT EVT) 79.163 mph

5. Yoshinari Matsushita (Prozza TT) 69.877 mph

DNF John Burrows (Lightning Motorcycles)

DNF Roy Richardson (Imperial)

DNF Russ Mountford (Brunel)

DNF Dan Kneen (ManTTx)

source: http://www.motorcycle-usa.com/498/10253/Motorcycle-Article/Isle-of-Man-TT-Zero-Results-2011.aspx

[nggallery id=122]

  • Share/Bookmark

TTXGP UK e EURO :Prime prove a Brands HatchTTXGP Brands Hatch First Practice

domenica, 3 ottobre 2010

Tutti insieme appassionatamente: questa è la formula che ha movimentato l’evento TTXGP di questo fine setttimana , in quanto i partecipanti delle due categorie corrono insieme per poi prendere punti nelle rispettive formule ottenendo finalmente un parco partenti piu che dignitoso e contemporaneamente mettendo in evidenza confronti tra moto che non si erano mai visti prima…

Cronaca: cominciamo con il dire che stavolta ci sono le due Munch (già note come XXL nel TT 2009) , motociclette realizzate su base telaistica Laverda e con la collaborazione di Siemens per la parte motoristica e recentemente rinnovate nell’aerodonamica e caratterizzate per una trasmissione finale a cinghia dentata che evidentemente fa guadagnare qualcosa in efficienza globale.

A differenza di quanto avvenuto ad Assen dove ricordiamo c’era la concomitanza con la gara e-power di Imola , qui le due moto sono solo state annunciate ma finalmente sono davvero  della partita e dal resto erano molto attese dato il loor livello di competitività, e per loro le cose si sono messe subito bene con Himmelman in pole provvisoria staccando un 57,685 seguito a poca distanza da Brannetti su e-crp 1.2 con 58.038

La moto italiana realizzata dal team CRP racing sulla base delle esperienze in Moto2 e GP 125 è molto competitiva e segue a vista la Munch con Alessandro che sta imparando in fretta tutte le malizie della gestione in gara dell’energia, punto chiave della strategia di una gara TTXGP… il passo mostrato in prova comunque è ottimo. la Munch recentemente rinnovata è forte ma la eCRP è davvero a poca distanza quindi si puo lottaresul passo di gara… spesso infatti abbiam visto piloti distanziati anche di un secondo sul giro in prova , emergere poi sul passo di gara perche tutto sta al passo che le batterie ti permettono di compiere sull’intera gara e non sul singolo giro e sappiamo che come efficenza globale la “nostra” eCRP  è messa piuttosto bene.

Alessandro ha asserito: “avevo già corso qui a Brands Hatch ma con il bagnato… con l’asciutto è veramente fantastico.spero di mantenermi con questo passo per tutto il weekend”

Al terzo posto c’è la Campus , proposta su base R6 dall’ateneo belga di Spa francorchamp e guidata questa volta da Gregory Fastro con un tempo di 59,105.

Al quarto posto , nonchè primo dei britannici , James Mc Bride con la ManTTXHK2 sono un secondo dietro la Campus e dovrà fare qualche aggiustamento al settaggio della sospensione posteriore per migliorare il tempo che comunque tra i contendenti britain risulta decisamente interessante.

Quinto posto per la sempre velocissima Jenny TinMouth evidentemente qui alle prese con qualche problema tecnico , perche il passo evidenziato qui non è lo stesso di sempre… credo che la rivedremo piu veloce molto presto…ad ogni modo questo tempo è stato fatto con soli tre passaggi e dentro il team non c’0era preoccupazione.

Sesto posto sorprendentissimo per il debuttante team cinese TEAM Z con alla guida dell’altrettanto debuttante Chi Fung Ho… siamo molto curiosi di sapere in merito a questa moto perche sappiamo che la Cina è uno dei paesi piu tecnologicamente avanzati nel settore dei veicoli elettrici eed ha tutto l’interesse ad essere della partita. vero che potrebbe trattarsi di una iniziativa priovata ma quantomeno sappiamo quasi per certo che CHi fung non è il solito gentleman driver a bordo di una mavizen privata… immediatamente dopo al settimo posto troviamo la seconda MUnch guidata però stavolta non dall’italiano Scrocchi come avvenne ad Imola , ma dal tedesco Thomas Schuricht.

Con uno schieramento di partenza di ben 14 moto di cui 9 in 5 secondi , simo di fronte ad una gare ben al di sopra dei soliti standard della TTXGP… il weeekend promette MOLTO bene…

First official practice for the weekend got underway this morning. This was the first time that the teams from the TTXGP UK and European Championships got to size each other up. There were fourteen riders that took part this morning, just missing Rob Moon from Team Agni whose team are still readying the bike after Assen. The track was mainly dry, but with some damp patches around Druids, some riders were complaining of having to back off to avoid a front end washout.

The Europeans seem to have the measure of the UK teams, even on home soil with Matthias Himmelmann of Munch Racing topping the lap times, with a blistering 57.685 seconds, closely followed by Alessandro Brannetti of CRP Racing and Gregory Fastro of Campus Francorchamps with times of 58.038 second and 59.105 seconds, respectively. CRP and Campus seem set to be repeating their close battle at the TT Assen Circuit just a week ago.

Alessandro said, “I love the track here at Brands Hatch. I’ve only been here in the wet before; it’s fantastic in the dry. I hope that it stays this way for the weekend.” Making a few minor changes to the suspension for this evening’s session, Alessandro, currently tying at the top of the TTXGP EURO Championship has got to be a strong contender for pole.

The fourth quickest time is the first of the Brits, James McBride on the ManTTX HK2 machine, just over a second behind slower than Campus. The team are happy with James’ performance and he will be making some adjustments to the rear suspension set up for this evening’s qualifying session.

Jenny Tinmouth (Team Agni) closely followed James’ time, but only running for 3 laps for a quick shake down seems happy and confident of continuing her strong performance in the championship this weekend.

Newcomers to the series, Team Z with Chi-Fung Ho riding for them has set an impressive sixth quickest time this morning of 1:01.457, finishing ahead of the second Munch Racing rider, Thomas Schuricht.

With the top 9 riders setting times just 5 seconds apart, this weekend is already shaping up to be an exciting spectacle. More teams, more bikes and close times, this is going to be an awesome warm-up before the World Final/UEM at Albacete, Spain in a couple of weeks!

  • Share/Bookmark