Articoli marcati con tag ‘Brammo’

Brammo Empulse contro Suzuki GSXR 750

lunedì, 3 giugno 2013

Solitamente quando si parla di moto elettriche si pensa ad uno scooter o ad un mezzo utilitario destinato al trasporto casa-lavoro e non ad un mezzo emozionale in senso stretto. ma se vi dicessero che invece un costruttore americano che ha applicato un brevetto italiano ha dotato di cambio una moto elettrica con un motore da 60 cv e 90Nm di coppia , vi passerebbe per la testa l’idea che con un simile oggetto ci si possa ingarellare con un GSXR lungo strade di montagna? ebbene se avete questo dubbio vi suggerisco di guardare con attenzione questa successione di video.

Motore Enertia
Model: Empulse Empulse R
Motor Type: PMAC Motor Parker GVM IPM Motor
Motor Controller: Sevcon Gen 4 Sevcon Gen 4
Peak Motor Power: 40kW, @ 6,000 rpm (54 hp) 40kW, @ 4,500 rpm (54 hp)
Peak Continuous Current: 270 amps 270 amps
Final Drive: Direct Chain Drive (14/48) 520 O-ring chain Direct Chain Drive (14/48) 520 O-ring chain
Transmission: IET 6 speed gearbox with multi-plate, hydraulic activated wet clutch IET 6 speed gearbox with multi-plate, hydraulic activated wet clutch
Emissions: None None
Max Motor Torque: 63Nm (46.5 foot pounds) 90Nm (66 foot pounds)
Battery Pack
Battery Type Brammo Power™ BPM15/90 Lithium-Ion ( NCM Chemistry)
Battery Pack Capacity: 9.31 kWh (nominal), 10.2 kWh (max)
Battery Pack Voltage: 103.6 V (nominal)
Battery Life: 1,500 cycles to 80% capacity (100% DOD)
Recharge Time: Level I maximum charging time: 8 Hours. (0 – 99% SOC, no cell imbalances)
Level II maximum charging time: 3.5 Hours. (0 – 99% SOC, no cell imbalances)

Every 10 minutes of Level II charging adds up to 5 miles of range

Operating Cost
Fuel Efficiency: City: 438 MPG-e .54 litre/100km-e
Highway: 203 MPG-e 1.16 litre/100km-e
Combined: 279 MPG-e .84 litre/100km-e

MPG-e and litre/100km-e are measures that compare electric energy to gasoline. Actual efficiency will vary depending on riding style and other factors.

Empulse Performance
Empulse Performance: 105 mph (169 km/h)
Driving Range: City: 121 miles* (195 km)
Highway: 56 miles** (90 km)
Combined: 77 miles*** (124 km)

*SAE City Riding Range Test Procedure for Electric Motorcycles (variable speed, 19 mph / 30km/h average)

**SAE Highway / Constant Speed Riding Range Test Procedure for Electric Motorcycles (70 mph / 113 km/h sustained)

*** SAE Highway Commuting Cycle (.5 City weighting, .5 Highway weighting)

Regenerative Braking: Under deceleration, energy is returned to the battery system to both extend driving range and provide familiar rider feedback.
Data Collection: Brammo DDC™ (Dynamic Data Collection) records key motorcycle parameters at 1Hz (1 sample/second) for analysis and service support.
Empulse Dimensions
Weight: 470lbs. / 213kg
Seat Height: 31.5” 80.0 cm
Width: 31.8” (bar end-to-bar end) 80.77 cm
Height: 42.6” (highest portion of the dash) 108.2 cm
Length: 81.3” 206.5 cm
Ground Clearance: 7.3” 18.54 cm
Rake/Trail: 24° / 3.8″
Storage Capacity: Optional Brammo hard saddle bags and top trunk.
Carrying Capacity: Cargo Capacity 365 lbs. / 165.6 kg (805 lbs. / 365.1 kg total combined motorcycle, rider, passenger and cargo)
Wheelbase: 58.0” 147.32 cm
Warranty: 2 Years (Limited Factory Warranty) 1 year Fender-to-Fender Limited Warranty, 2 year Limited Powertrain Warranty (Batteries and Motor)
Colors: True Blood Red, Eclipsed Black, White Noise
Empulse Key Components
Frame: Brammo E-Beam™ Aluminum, Fabricated by Accossato in Italy
Sub-Frame: Tubular Steel, Fabricated by Accossato in Italy
Triple Clamps: Forged Aluminum
Swing Arm: Tubular Steel, Fabricated by Accossato in Italy
Suspension Front: Fully Adjustable 43mm Marzocchi Forks (Empulse uses Semi-Adjustable 43mm Marzocchi Forks)
Suspension – Rear: Fully Adjustable Sachs Shock (Empulse uses Semi-Adjustable Sachs Shocks)
Brakes – Front: Dual 310mm Brembo floating disk with twin four piston Hydraulic Brembo Brake Calipers, Radial Mount.
Brakes – Rear: Brembo single disk with dual piston Hydraulic Brembo Brake Caliper
Wheels (Front/Back): 17”x 3.5” Marchesini / 17” x 5.5” Marchesini
Tires (Front/Back): 120/70-17 AVON AV79 / 180/55-17 AVON AV80
Instrumentation: LCD display; speed, tach, odometer, gear position, energy consumption, battery status, estimated range and system status

  • Share/Bookmark

TTXGP USA Miller : La Motoczysz domina il week end ma la Brammo vince il campionato!

venerdì, 16 settembre 2011

da: http://motoelettriche.wordpress.com/

L’ultima tappa del campionato nazionale americano TTXGP ha visto tutte le big a stelle e strisce concorrere sul Circuito del Miller Motorsport Park (eccezion fatta per la Mission Motors assente)e spiccare il dominio della Motoczysz; dietro di lei si sono classificate con ritardi rilevanti in ordine l’ormai eterna seconda Lightning e terza la Brammo che grazie al podio si aggiudica anche la serie.

Le novità in gara non sono mancate : la Motoczysz ha fatto il suo primo debutto in pista con alla guida un pilota professionista come il veterano Shane Turpin , la Lightning è riuscita finalmente a far scendere in pista la seconda moto apparentemente identica alla prima ma con un diverso pacco batteria limitato a 7.5 kWh per rientrare nella categoria TTX75 mentre la Brammo ha confermato l’aggiornamento introdotto dall’appuntamento di Laguna Seca con un potenziamento del suo pacco batteria portato a oltre 13 kWh.

Conclusioni.

Le prestazioni della Motoczysz non hanno lasciato spiragli di fiducia agli avversari sin dalle prime libere il dominio è stato schiacciane sue infatti le libere , la Pole , la vittoria e il giro veloce ; i tempi di Shane Turpin attorno al 1.36 alto hanno battuto gli stessi fatti registrare dalle 600 cc. durante il week end segno di un‘incredibile competitività che sicuramente avrà lasciato qualche rimpianto al Boss Michael Czysz ripensando alla gara di Laguna Seca dove peccando di superbia ha ritardato il debutto di un pilota professionista sulla EPC1 risultando secondo al traguardo dietro alla Mission R che aveva già affrontato questa scelta.                                                                      La Lightning torna in pista dopo il record di velocità segnato sul lago salato di Bonneville orfana del suo pilota Barnes sostituito da Tim Hunt e fa debuttare proprio all’ultimo appuntamento la seconda moto riservata alla categoria TTX75 riconoscibile per una livrea completamente Black con ottimi riscontri dal punto di vista delle prestazioni visto il sorpasso con disinvoltura effettuato sul rettilineo ai danni della Brammo (vedi il video sottostante) .                                 La Brammo Empulse RR guidata da Stave Atlas è la nuova regina del campionato TTXGP USA pur avendo delle prestazioni inferiori rispetto a moto come la Motoczysz la sua costanza di partecipazione alle gare ha pagato nei punteggi finali mentre seconda in classifica si conferma ancora una volta la Moto Electra di Thad Wolff che pur essendo costruita completamente con pezzi commerciali era in lizza per la vittoria finale sino a quest‘ultimo appuntamento.

Classifica al traguardo:

Num.     Pilota                    team                      giro record

1)       Shane Turpin              Motoczysz           1:31.533
2)       Tim Hunt                   Lightning             1:39.604
3)       Steve Atlas                 Brammo              1:42.331
4)       Thad Wolff                  MotoElectra       1:45.472
5)       Ely Schless                  ProtoMoto          1:58.375
6)       Ted Rich                     Lightning            Rit

  • Share/Bookmark

Brammo Empulse ora anche carenata in versione RR: nuovi dettagli da Hell for Leather

sabato, 14 agosto 2010

brammo-empulserr-girl-630Vi avevamo parlato tempo fa della Brammo Empulse Naked e delle sue formidabili caratteristiche, ma a Laguna seca in occasione della gara iridata del campionato e-power, è stata presentata anche la versione RR che vedete in questa fotografia. benchè la moto sembri fatta per correre , non vi  intenzione almeno per ora da parte della Brammo di schierare il proprio mezzo sui blocchi di partenza con continuità in quanto l’azienda è concentrata al 100% sui veicoli di produzione … ma intanto emerge un dettaglio importantissimo. il motore raffreddato a liquido utilizzato da questo nuovo modello è stato realizzato dalla vincitrice del TT e della gara di Laguna Seca stessa, ovvero dalla  CZYSZ… emerge quindi un dettaglio di notevole importanza ovvero in primis che il motore di cui vi parliamo è opera della CZYSZ stessa che invece all’esordio aveva fatto uso di una terna di ETEK a spazzole collegati da un giro di catene , ed in seconda analisi che le qualità tecniche e di affidabilità di questo motore sembrano essere alla base delle formidabili prestazioni messe in evidenza dalla CZYSZ .

Peculiarità principale di questo motore sembra essere quella di poter lavorare in regime continuo per lunghi periodi . tuttavia l’esemplare schierato a Laguna Seca e messo nelle mani di Aaron Gobert ha subito un inconveniente tecnico dovuto ad un componente fabbricato in esterno che ha ceduto e quindi non e stato possibile schierare la motocicletta in gara… ma Brammo garantisce che rivedremo in pista la moto entro l’anno.

fonte: hellforleather.com

[nggallery id=89]

  • Share/Bookmark

EICMA 2009 all’insegna dell’ecosostenibilità. ci sarà uno spazio ibrido elettrico chiamato GREEN PLANET

venerdì, 16 ottobre 2009
conferenza stampa di presentazione dell'eicma

conferenza stampa di presentazione dell'eicma:

Milano 15 Ottobre 2009: Motorcafè è ospite della presentazione dell’ EICMA svoltasi presso l’ EXEDRA HOTEL a Milano S. Babila dove viene presentato alla stampa l’evento motociclistico italiano piu importante dell’anno.moderatore della conferenza Marino Bartoletti. la panoramica della situazione la fa Guidalberto Guidi, direttore dell’eicma: in sintesi ci dice che non sono tempi facili e le defezioni di Honda e Yamaha potevano realisticamente innescare defezioni a catena con effetto domino,  ma invece grazie ad una accurata gestione della situazione contingente,  il bilancio del salone fin qui e stato ottimo… non sono sono stati venduti TUTTI gli spazi espositivi disponibili , ma addirittura vi e una lista di 138 aziende che per accedere al salone spera in qualche defezione dell’ultimo minuto. la presenza straniera al salone e addirittura aumentata di circa 10 punti. tuttavia di fronte alle ottime prospettive del salone in se si contrappone un momento non facile per l’industria motociclistica italiana…se gli scooter tengono, i motocicli hanno registrato una importante flessione che difficilmente verrà recuperata anche in una eventuale inversione di tendenza e pertanto l’associazione dei costruttori è fortemente motivata a chiedere al Governo interventi di sostegno.

Motorcafe ha chiesto la parola per domandare al rappresentare dei costruttori di motocicli italiani se per caso non si stia perdendo troppo tempo per l’ingresso dell’italia nell’ambito delle due ruote elettriche che potrebbe invece costituire una formidabile opportunità di ricrescita al pari di quanto già avvenuto nel settore delle bici …  nel concreto escludendo offerta di importatori e di costruttori che applicando alla lettera le norme europee di fatto rimarcano prodotti cinesi al 99% non si vede una vera risposta made in italy di qualità a  marchi come MISSION MOTORS , BRAMMO , ZERO-X che già hanno fatto capolino nelle competizioni e che già sono presenti con prodotti pre- serie o che comunque saranno in vendita entro l’anno…  per non contare l’assenza di visibilità nell’ambito delle nascenti competizioni del settore come ad esempio la mancata partecipazione del team RONDINE con Alessio Corradi al TTXGP…

la risposta anziche dal rappresentante dei costruttori , arrivata da Guidi ,’è  che benchè le prospettive di sviluppo dell’elettrico siano a suo avviso estremamente interessanti , non esista ancora allo stato attuale di sviluppo  un prodotto realmente costruito ed acquistabile sul mercato nell’ambito delle due ruote pure e quindi esiste ancora lo spazio per reagire in maniera efficace , e che comunque le proposte italiane concretamente tangibili  saranno visibili propro in questo EICMA che per l’occasione ha allestito un autentico salone nel salone chiamato GREEN PLANET dove gli appassionati all’interno di un apposito villaggio ecosostenibile che non sarà diviso in stand ma all’interno (continua…)

  • Share/Bookmark

Brammo Enertia : produzione a pieno ritmo e in arrivo anche l’offroad

giovedì, 10 settembre 2009
Brammo Enertia in catena di produzione

Brammo Enertia in catena di produzione

Forse molti di voi avranno sentito parlare della Brammo in occasione del Tourist Trophy dedicato alle moto elettriche chiamato TTXGP . si tratta in pratica di un produttore americano che ha messo a punto uno dei primissimi esempi di moto elettrica destinato alla produzione in serie ed all’uso di consumo che si caratterizza anche dal punto di vista del design per l’essere stata interamente PENSATA per alloggiare delle batterie ed essere spinta da un motore elettrico (per le caratteristiche clicca qui). ebbene il Terzo posto al TTXGP e la visibilità pubblcicitaria hanno sicuramente contribuito a dare fiato agli ordinativi. sta di fatto che come dimostrano le fotografie messe su facebook dalla brammo stessa , la produzione è ora a pieno ritmo e dal resto anche il prezzo di 12.000 dollari la rende , limitatamente all’ambito dei veicoli elettrici esistenti , uno dei mezzi più competitivi sulla piazza. le performance d’altra parte sono piu che oneste: 100 km/h di velocità massima , 72 km di autonomia e una ricarica totale in 4 ore. si sta inoltre procedendo ai collaudi di una versione offroad. fonte: www.autobloggreen.com

[nggallery id=37]

  • Share/Bookmark

Nel 2010 parte il primo campionato mondiale per moto elettriche. intanto già a Luglio le “elettriche” corrono in OHIO!!!

giovedì, 25 giugno 2009
la Brammo , uno dei protagonisti del TTXGP

la Brammo , uno dei protagonisti del TTXGP

Grazie alla sapiente regia di Azhar Hussain ed all’efficace tam-tam dei blog di tutto il mondo , il TTXGP si è rivelato un successo, nonostante la non concomitanza con il TT “a benzina” e l’essersi disputato di venerdì , sia per interesse manifestato dal pubblico e dagli sponsor ,che per partecipazione di validi costruttori , di università e di validi assemblatori , e pertanto per iniziativa del presidente della FIM Vito Ippolito , si è deciso di estendere il progetto TTXGP non più solo all’isola di Man , ma ad un campionato mondiale sempre sotto la guida di Azhar Hussain.

Ora che la decisione è stata presa bisognerà stabilire un regolamento condiviso e stilare un calendario . Ippolito ritiene che presto questo campionato potrà sostituire per importanza l’attuale moto GP , tutto sta a vedere quale sarà la risposta dei costruttori. ci si aspetta che quantomeno chi già produce moto elettriche faccia di tutto per esserci al più presto. al momento è quasi certa la partecipazione dei principali partecipanti al TTXGP quali Brammo , Agni e Mission Motors.

Intanto è già stata organizzato un nuovo appuntamento in pista che vedrà protagonisti i più importanti partecipanti del TTXGP e si disputerà in OHIO il 24-26 Luglio. ci aspettiamo già qualche ulteriore dichiarazione ufficiale per allora.

  • Share/Bookmark

Photo Gallery del TTXGP 2009

sabato, 13 giugno 2009

[nggallery id=5]

fonte www.ttxgp.com

  • Share/Bookmark

Rob Barber con la anglo indiana AGNI trionfa al TTXGP. inseguono la XXL di Schoenfelder e la Brammo di Buckley. (in Italian and English)

venerdì, 12 giugno 2009
Barber su AGNI

Barber su AGNI

(IT)12 Giugno 2009 , Isola di Man – La prima competizione mondiale per motociclette ad emissioni zero denominata TTX GP e disputatasi su un unico giro di 61 km del celebre circuito sull’isola di si è conclusa oggi pomeriggio.
Il vincitore della classe PRO già rivelatosi agguerritissimo nella giornata di prove di giovedì è stato Rob Barber alla guida della AGNI, che ha chiuso il giro in 25 minuti e 53 secondi migliorando di quasi un minuto il tempo delle prove alla media oraria di 87,434 miglia.
Vincitore invece della classe OPEN  è stato Chris Heath alla guida della americana Electric Motorsport.
Alcune considerazioni aggiuntive… sulla base dei risultati si può dire che ha pagato la semplicità dei progetti e la leggerezza dei mezzi nei confronti di soluzioni ipertecnologiche. la superpotente Mission ha evidentemente peccato in agilità ed ha preso la “paga” dalla Brammo che di fatto ha una base telaistica da motoleggera , e anche la avveniristica Cszycs con 3 motori controrotanti e batterie in gischi di fibra di carbonio , è stata terminata troppo tardi e non si è mostrata ancora pronta , al contrario di   AGNI e XXL che si son dimostrate più a punto e meglio sfruttabili con la prima che ha surclassato tutti di grande misura… bisognerebbe anche valutare il peso fattore umano… al TT non si vince senza manico e sicuramente Barber è stato in grado di cavare il meglio da questa moto in un circuito dove l’abilità , il coraggio e l’astuzia conta sicuramente tantissimo. senz’altro la guida dell’elettrico richiede peculiarità per le quali non ci si può documentare più di tanto se non facendo esperienza diretta ed avvalendosi del proprio intuito …. occorre una guida pulita e bisogna lasciar scoorere la moto evitando staccate violente che non hanno alcuna efficacia nella ricarica rigenerativa … ad ogni modo Mission e Cszycs pur con un dispendio di mezzi notevole ne sono uscite con le ossa abbastanza rotte… chissà se l’anno prossimo si ripresenteranno.

(UK)June 12, 2009, Isle of Man – The electric bikes competing in the TTXGP, the world’s first zero carbon eGrandPrix, have completed the race. In the BEST BUY PRO Class, UK/India-based team Agni with rider Rob Barber secured first place with a time of 25mins 53secs and an average speed of 87.434mph. In the OPEN class US based electric motorsport secured the win with rider Chris Heath secured first place with a time of 34mins 17secs and an average speed of 66.022 mph.

Second and third place in the BEST BUY PRO Class were secured by the German XXL Racing Team with rider Thomas Schoenfelder (time: 29mins 04secs/average speed 77.841mph) and the US-based Brammo Bike with rider Mark Buckley (time: 30mins 2secs/average speed: 75.350mph), respectively.

In the OPEN Class, second and third places were secured by US based Barefoot Motors with rider Chris Petty (time: 36mins 23secs/average speed: 62.219mph) and team TORK from India with rider John Crellin (37mins 26secs/average speed: 60.475mph).

Is clear: the true winner of the TTXGP was the simplicity… who try to build expensive and weighy bike for try to found the best speed performance fail his goal. , Agni , XXL and Brammo realized over existing frames with a very simple project and with light frames beat of grat measure complex bike like Mission and Cszycs realized with aerospatial tecnology… and probably dont give the correct weight to the human factor… the driver still have big importance in TT and sure Barber with his bike made one masterpiece… who knows if in future the Mission and Cszycs will come again?

Full race results

BEST BUY PRO Class

Pos 1 AGNI X01 (Rob Barber) – Time: 25:53:50 – Speed: 87.434

Pos 2 XXL Racing Team (Thomas Schoenfelder) – Time: 29:04:93 – Speed: 77.841

Pos 3 Brammo (Mark Buckley) – Time: 30:02:64 – Speed: 75.350

Pos 4 Mission Motors (Thomas Montano) – Time: 30:33:26 – Speed: 74.091

Pos 5 HTBlauva (Paul Dobbs) – Time: 36.10.63 – Speed: 62.575

Pos 6 Brunel X-team (Stephen Harper) – Time: 56:27:89 – Speed: 40.092

OPEN Class

Pos 1 Electric Motorsport (Chris Heath) – Time: 34:17:30 – Speed: 66.022

Pos 2 Barefoot Motors (Chris Petty) – Time: 36:23:06 – Speed: 62.219

Pos 3 TORK (John Crellin) – Time: 37:26:01 – Speed: 60.475

  • Share/Bookmark