Articoli marcati con tag ‘americano’

Brammo Empulse contro Suzuki GSXR 750

lunedì, 3 giugno 2013

Solitamente quando si parla di moto elettriche si pensa ad uno scooter o ad un mezzo utilitario destinato al trasporto casa-lavoro e non ad un mezzo emozionale in senso stretto. ma se vi dicessero che invece un costruttore americano che ha applicato un brevetto italiano ha dotato di cambio una moto elettrica con un motore da 60 cv e 90Nm di coppia , vi passerebbe per la testa l’idea che con un simile oggetto ci si possa ingarellare con un GSXR lungo strade di montagna? ebbene se avete questo dubbio vi suggerisco di guardare con attenzione questa successione di video.

Motore Enertia
Model: Empulse Empulse R
Motor Type: PMAC Motor Parker GVM IPM Motor
Motor Controller: Sevcon Gen 4 Sevcon Gen 4
Peak Motor Power: 40kW, @ 6,000 rpm (54 hp) 40kW, @ 4,500 rpm (54 hp)
Peak Continuous Current: 270 amps 270 amps
Final Drive: Direct Chain Drive (14/48) 520 O-ring chain Direct Chain Drive (14/48) 520 O-ring chain
Transmission: IET 6 speed gearbox with multi-plate, hydraulic activated wet clutch IET 6 speed gearbox with multi-plate, hydraulic activated wet clutch
Emissions: None None
Max Motor Torque: 63Nm (46.5 foot pounds) 90Nm (66 foot pounds)
Battery Pack
Battery Type Brammo Power™ BPM15/90 Lithium-Ion ( NCM Chemistry)
Battery Pack Capacity: 9.31 kWh (nominal), 10.2 kWh (max)
Battery Pack Voltage: 103.6 V (nominal)
Battery Life: 1,500 cycles to 80% capacity (100% DOD)
Recharge Time: Level I maximum charging time: 8 Hours. (0 – 99% SOC, no cell imbalances)
Level II maximum charging time: 3.5 Hours. (0 – 99% SOC, no cell imbalances)

Every 10 minutes of Level II charging adds up to 5 miles of range

Operating Cost
Fuel Efficiency: City: 438 MPG-e .54 litre/100km-e
Highway: 203 MPG-e 1.16 litre/100km-e
Combined: 279 MPG-e .84 litre/100km-e

MPG-e and litre/100km-e are measures that compare electric energy to gasoline. Actual efficiency will vary depending on riding style and other factors.

Empulse Performance
Empulse Performance: 105 mph (169 km/h)
Driving Range: City: 121 miles* (195 km)
Highway: 56 miles** (90 km)
Combined: 77 miles*** (124 km)

*SAE City Riding Range Test Procedure for Electric Motorcycles (variable speed, 19 mph / 30km/h average)

**SAE Highway / Constant Speed Riding Range Test Procedure for Electric Motorcycles (70 mph / 113 km/h sustained)

*** SAE Highway Commuting Cycle (.5 City weighting, .5 Highway weighting)

Regenerative Braking: Under deceleration, energy is returned to the battery system to both extend driving range and provide familiar rider feedback.
Data Collection: Brammo DDC™ (Dynamic Data Collection) records key motorcycle parameters at 1Hz (1 sample/second) for analysis and service support.
Empulse Dimensions
Weight: 470lbs. / 213kg
Seat Height: 31.5” 80.0 cm
Width: 31.8” (bar end-to-bar end) 80.77 cm
Height: 42.6” (highest portion of the dash) 108.2 cm
Length: 81.3” 206.5 cm
Ground Clearance: 7.3” 18.54 cm
Rake/Trail: 24° / 3.8″
Storage Capacity: Optional Brammo hard saddle bags and top trunk.
Carrying Capacity: Cargo Capacity 365 lbs. / 165.6 kg (805 lbs. / 365.1 kg total combined motorcycle, rider, passenger and cargo)
Wheelbase: 58.0” 147.32 cm
Warranty: 2 Years (Limited Factory Warranty) 1 year Fender-to-Fender Limited Warranty, 2 year Limited Powertrain Warranty (Batteries and Motor)
Colors: True Blood Red, Eclipsed Black, White Noise
Empulse Key Components
Frame: Brammo E-Beam™ Aluminum, Fabricated by Accossato in Italy
Sub-Frame: Tubular Steel, Fabricated by Accossato in Italy
Triple Clamps: Forged Aluminum
Swing Arm: Tubular Steel, Fabricated by Accossato in Italy
Suspension Front: Fully Adjustable 43mm Marzocchi Forks (Empulse uses Semi-Adjustable 43mm Marzocchi Forks)
Suspension – Rear: Fully Adjustable Sachs Shock (Empulse uses Semi-Adjustable Sachs Shocks)
Brakes – Front: Dual 310mm Brembo floating disk with twin four piston Hydraulic Brembo Brake Calipers, Radial Mount.
Brakes – Rear: Brembo single disk with dual piston Hydraulic Brembo Brake Caliper
Wheels (Front/Back): 17”x 3.5” Marchesini / 17” x 5.5” Marchesini
Tires (Front/Back): 120/70-17 AVON AV79 / 180/55-17 AVON AV80
Instrumentation: LCD display; speed, tach, odometer, gear position, energy consumption, battery status, estimated range and system status

  • Share/Bookmark

TTXGP arriva a Brands Hatch per la sua penultima tappa di uno storico 2010 TTXGP COMES TO BRANDS HATCH FOR ITS PENULTIMATE DATE IN A HISTORIC 2010.

giovedì, 30 settembre 2010

- TTXGP UK and TTXGP EURO Finali di campionato a Brands Hatch
- Qualifiche al Sabato , Gara la domenica per il piu grande evento mai organizzato nell’ambito delle moto elettriche.
- La piu grande griglia di partenza mai vista tra veicoli elettrici.
-9 Nazionalità – 15 moto.
- I Qualificati saranno ammessi alla finale mondiale TTXGP /UEM ad Albacete
- World Final in Albacete il24 ottobre 2010

TTXGP arriva a Brands Hatch per concludere un campionato emeozionate e ricco di colpi di scena,

Il Campionato 2010 è stato dominato dal team vincitore della gara TTXGP 2009 disputatasi all’isola di Man ovvero il Team Agni( che nell’occasione vinse con Rob Barber) in quale ha dominato nel campionato inglese  ed in quell americano con entrambe le moto.

Il team Hussars , ovvero il team dell’esercito britannico schierante un Mavizen guidata da Pete Ward ha finora ottenuto brillanti prestazioni nonostantela mancanza di esperienza.

Tra i “pionieri” del 2009 confermatisi nel 2010 abbiamo anche il team indiano TORK che ha portato alla vittoria una delle proprie moto e si è difeso nel migliore dei modi fino ad oggi.
Anche la Kingston University , a sua volta tra i pionieri , è della partita ee sta lottando per arrivare al suo primo podio.
Brands Hatch vedrà anche il ritorno dalla svezia del MORRIS MOTORCYCLES che metterà la propria moto a disposizione di Annie Seel allo scopo di arrivare alla disfida di Albacete.
questo il punteggio del campionato TTXGPUK:

1. Agni #77 66
2. Agni #69 56
3 Electric Hussars 49
4 Tork 48
5 Kingston University 32
6 Morris Motorcycles 28
7 ManTTX Racing 24
8 LiFeBatt / LiFeTech 16
9 MRB Racing 9
Brands Hatch parallelamente ospiterà anche i due round finali del campionato TTXGP Euro Championship che ha preso il via sullo storico percorso di assen il 23/24 settembre.
Tra i favoriti per la vittoria sicuramente Brannetti e la CRP Racing che sin dalla gara scorsa hanno mostrato un ottimo potenziale , tuttavia anche la Campus Francorchamp su base Yamaha R6 ma decisamente curata come realizzazione , sembra essere in condizioni di fare molto bene una volta risolti i piccoli difetti di gioventù evidenziati ad Assen …

SMP RACING dalla russia continuerà la propria stagione, e sono attesi nuovi team dalla Cina e dalla Germania. ecco la lista degli iscritti:

40 CRP Racing
49 Munch Racing
36 Munch Racing
45 SMP Racing
47 Campus Francorchamps
59 Team Z
72 Team Hikari

Dovrebbe quindi questa volta essere presente il team Munch , mentre siamo veramente curiosi di vedere chi siano tra il Team Z ed il team Hikari i team che dovrebbero appunto rappresentare la Cina… Hikari è una parola giapponese.

- TTXGP UK and TTXGP EURO Championship Finals in Brands Hatch

- Qualifying on Saturday, Racing on Sunday. The most races ever held for any electric motorsport series

- LARGEST ever grid of electric bikes

-9 Nationalities – 15 bikes

- Qualifiers move forward to TTXGP World Series Final/UEM

- World Final in Albacete on October 24th 2010

- TTXGP is world’s first and leading electric motorsport series

TTXGP comes to Brands Hatch to conclude a thrilling year of UK races before proceeding to the TTXGP World

Championship Final in Albacete, Spain.

The 2010 TTXGP UK Championship has been dominated by the 2009 Isle of Man TTXGP Champions, Team Agni,

with both bikes holding the first and second positions in the standings. The British Army team, the Electric Hussars,

ridden by Pete Ward is a very close at third in what has been an incredible debut year for the team.

The underdog heroes of 2009, Team Tork from India are contesting for a top three finish, only behind in fourth

place by three points. Kingston University have a lot to prove and return determined to claim their first podium.

Brands will also see the return of the intrepid heroes from Sweden, Morris Motorcycles with Annie Seel piloting the

bike to Albacete.

ManTTX will be out to prove that they have what it takes for a race win following their last lap failure at Pembrey

when James McBride ran out of power having dominated the entire race until then.

The points table leading into the round is:

1. Agni #77 66

2. Agni #69 56

3 Electric Hussars 49

4 Tork 48

5 Kingston University 32

6 Morris Motorcycles 28

7 ManTTX Racing 24

8 LiFeBatt / LiFeTech 16

9 MRB Racing 9

Brands Hatch will also host the final two rounds of the TTXGP Euro Championship that started at the glorious TT

Assen Circuit on Sept 23/24.

Building on their blistering start, CRP are sure to be one of the favourites as they take their purpose‐built bike

forward and continue the journey to the next generation of motorsport with TTXGP.

Campus Automobile from Spa Francorchamps who won the first race in a wheel‐to‐wheel race with CRP will be out

to prove their credentials as a technical tour de force with their R6‐based platform.

SMP Racing from Russia continue their season and are joined by new teams from Germany and China

40 CRP Racing
49 Munch Racing
36 Munch Racing
45 SMP Racing
47 Campus Francorchamps
59 Team Z
72 Team Hikari

  • Share/Bookmark

Ben Spies felice della seconda piazza

lunedì, 30 agosto 2010

Nella prova di casa, l’americano Ben Spies conclude il fine settimana in seconda posizione. Il fenomeno texano, dopo essere partito dal palo, ha condotto per le prime tornate la gara, ma ha dovuto cede lo scettro del comando ad un Pedrosa stratosferico. Il passo dello spagnolo era impossibile per Spies, ma Ben ha consolidato la piazza d’onore con una guida tanto bella da vedere, quanto efficace con il cronometro. Con questo risultato, l’americano non solo coglie il migliore risultato in carriera nella massima serie, ma consolida anche il comando nella speciale classifica riservata agli esordienti. Il messaggio di forza lanciato al suo futuro compagno di team, Lorenzo, è chiaro: per la vittoria l’anno prossimo dovrai fare i conti anche con me. Ecco le parole di Spies dopo la premiazione del podio:
Ben Spies 2nd – 110 points
Sono davvero felice di aver ottenuto il mio miglior risultato in MotoGP davanti al pubblico americano e su una pista famoso come quella di Indianapolis. Ho sempre detto che volevo il mio miglior risultato nella mia gara di casa, quindi la missione è compiuta. Ho fatto una grande partenza, ma non avevo il passo di Dani, che ha disputato una grande gara. Sono contento perché non ho commesso troppi errori quando ero in testa e sono stato consistente per tutta la gara. Quando Dani mi ha passato sapevo di non poterlo seguire, e così mi sono concentrato su come mantenere inalterato il vantaggio su Jorge. Non mi posso lamentare perché è stato un grande fine settimana. Mi piacerebbe ripetermi anche al prossimo appuntamento di Misano.
ALFREDO DI COSTANZO

  • Share/Bookmark

la MotoCZYSZ guidata da Mark Miller vince la seconda edizione del TT dedicato alle moto elettriche.[VIDEO]

sabato, 12 giugno 2010

motocsysz-ttzero-1

isola di Man- 11Giugno2010- La seconda edizione al mondo del Tourist Trophy dedicata alle moto elettriche che e poi la prima sotto l’etichetta del TTzero è stata vinta dall’americano Mark Miller in sella alla MotoCZYSZ E1pc …. la moto che già era stata tra i protagonisti dello scorso anno prima di incorrere in un inconveniente tecnico . e stata profondamente rivista e dotata di un piu efficiente motore rafffreddato a liquido ed ha centrato in pieno l’obbiettivo di ripetere la performance già vista in prova centrando la vittoria di classe con un margine strabiliante… tuttavia a lasciare l’amaro in bocca e stata la media raggiunta di “sole” 97 miglia orarie perche con sole tre miglia in piu sarebbe stata vinto il ghiotto premio messo in palio per la prima moto elettrica a superarre la media di 100 miglia orarie… va pur detto che la velocità massima e stata di ben 140 miglia orarie ovverno nientepopodimeno che 240 KM/h e che comunque la media vicina ai 160 orari e davvero di tutto rispetto e frantuma quella stabilita lo scorso anno da Rob Barber su Agni di “sole” 88 miglia… in pratica se avesse corso ieri Barber si sarebbe preso una “paga” di ben 2 minuti e 51.

lo dicevamo noi che il potenziale “vero” delle TTXGP dello scorso anno non era quello messo in campo…

la concorrenza non e stata comunque totalmente a guardare… era presente la Agni Z1 guidata dal vincitore dello scorso anno  Barber , dotata di una anacronistica carenatura integrale a campana che copriva la ruota anteriore… va tuttavia detto che se tale soluzione tecnica e sparita dalla scena non e certo per problemi di efficienza ma bensi di sicurezza nella guida con vento laterale che convinse la federazione a vietarla già dalla fine degli anni 50. ma siccome il regolamento della TTZERO non ne vieta l’utilizzo ecco che puntualmente qualcuno l’ha riproposta per cercare di guadagnare velocità in rettilineo… Rob alla fine e arrivato secondo mentre la battaglia per il terzo posto tra la seconda Agni di Jenny Tinmouth e la Ducati-Ramsey elettrificata di James McBride ha visto ques’ultima avere la meglio…

Classifica finale:

1 3 Mark Miller MotoCzysz E1PC / MotoCzysz 23 22.89 96.820 Silver
2 1 Robert Barber Agni / AGNI Racing 25 21.19 89.290 Bronze
3 4 James McBride Man TTX / Man TTX Racing 25 32.13 88.653 Bronze
4 2 Jennifer Tinmouth Agni / AGNI Racing 25 39.50 88.228 Bronze
5 9 George Spence Peter Williams / Kingston University 34 59.19 64.705

  • Share/Bookmark

CZYSZ ci riprova all’isola di Mans ma corre nella TTZERO [VIDEO]

giovedì, 10 giugno 2010

tt-zero-moto-czysz-630

Il mondo del motociclismo elettrico è appena nato ed e già così diviso quindi non e facile cogliere tutti gli aspetti accidentali dalle divisioni regolamentari attuate…

Per farla breve lo scorso anno tutto cominciò al TT dove sull’isola di Mans in accordo con gli organizzatori locali si diede vita al TTXGP ovvero alla prima gara mondiale frutto di un unico sistema regolamentare che doveva essere il laboratorio viaggiante per una formula destinata ad un vero campionato mondiale.

il giorno dopo di quella gara i vertifci organizzatori del TTXGP si sedettero al tavolo con la FIA per porre le basi di quello che doveva essere il futuro campionato mondiale del settore subito chiamato EGRANDPRIX ed invece per ragioni che ancora oggi non e dato sapere , la Fia nel giro di qualche mese ha annunciato l’avvio di un campionato indipendente chiamato E-Power la cui prima prova si e disputata a Le Mans un pò di tempo fa e che ha visto ai blocchi di partenza solo 5 moto tra cui la Betti Moto (che perenderà parte anche al TTXGP) , mentre a distanza di qualche altro mese anche gli organizzatori del TT hanno optato per l’inaugurazione di una formula indipendente dal TTXGP cquale appunto e il  TTZero che a differenza di quanto avvenuto lo scorso anno con il TTXGP , si correrà CONTESTUALMENTE al Tourist Trophy per veicoli alimentati a benzina… il TTXGP invece e diventato un campionato mondiale a gironi dove i contendenti si sfidano in 3 campionati, quello nord americano , quello inglese e quello italiano e poi i migliori 8 di ciascun campionato (che in qualche caso potrebbero essere tutti i contendenti) si sfideranno nella gara finale di Albacete.

Ebbene la CZYSZ che si schierò lo scorso anno nel TTXGP con una motocicletta derivata dalla propria superbike termica , dotata di 3 motori a spazzole controrotanti , ha deciso di far tesoro della propria esperienza per tornare all’assalto del TT con una moto riveduta e corretta.

La moto dispone ora di Un solo motore a magneti permanenti raffreddato a liquido da 100 cv con 250 pound/feet di coppia ed ha subito anche vari affinamenti ciclistici. il debutto alla prima sessione di prove e stato sorprendente in quanto le prestazioni ottenute sono davvero notevoli…. con una media di ben 131 miglia orarie la CZYSZ guidata sempre da Mark Miller,  ha compiuto il giro dell’isola in quasi due minuti in meno del vincitore dello scorso anno e mettendo quindi una seria ipoteca sulla probabile vittoria.

l’incredibile e che lo scorso anno si vinse a 88 miglia di media ed era stato messo in palio un premio di 42.000 dollari alla prima moto in grado di superare le 100 miglia orari , e la czysz ha letteralmente frantumato quel record… tuttavia va anche fatto notare attraverso una visione del filmato che il livello tecnico dei contendenti di ques’anno non sembra lo stesso dell’anno scorso ma questo non sminuisce affatto la straordinaria performace della CZYSZ che però piu che puntare al confronto diretto in pista, ambisce a realizzare la prima vera superbike eletrtrica acquistabile dal pubblico.

  • Share/Bookmark

Mission Motors nel mirino del costruttore cinese Zhongshen

giovedì, 4 febbraio 2010

mission-voltageIl costruttore americano Mission Motors che realizza una superbike elettrica realizzata su base telaistica KTM con cui ha partecipato al TTXGP 2009 , e ora nel mirino del costruttore cinese di motocicli Zhonghen . Le conseguenze del l’operazione saranno da una parte l’accesso al mercato asiatico della Mission Motors stessa e dall’altra il gruppo Zhongshen avrà accesso alla tecnologia di Mission che verrà quindi estesa a scooter e motocicli già prodotti.

Nella fase preliminare prima dell’acquisto il gruppo Zhongshen ha chiesto di poter visionare i piani per i prossimi tre anni della Mission entro la fine di questo mese e se tutto andrà bene la compravendita avrà luogo entro la fine di Luglio.

fonte www.autobloggreen.com

[nggallery id=78]

  • Share/Bookmark

TREXA PLATFORM: l’auto elettrica te la fai da te!

venerdì, 22 gennaio 2010
il pianale elettrificato TREXA

il pianale elettrificato TREXA

Devo dire che ossero sempre stupito in che modo le cose si muovono attorno al mondo dell’elettrico… è incredibile come questa rivoluzione assomigli a quanto avvenne piu di cento anni fa quando le prime auto a benzina e a vapore facevano timidamente capolino sulle strade , mentre sulle prime tra i costruttori ufficiali di carrozze a cavalli NESSUNO osò cimentarsi nella motorizzazione di un veicolo esistente. dal resto le perplessità erano molte… i primi motori a benzina erano estremamente inaffidabili , la benzina veniva vaporizzata nei cilindri ed ancora non esisteva un vero carburatore… la pompa dell’olio era a mano e bisognava ricordarsi di azionarla ogni tanto, l’avviamento era a manovella ed accenderli era una vera impresa… le auto a vapore per contro richiedevano una lunga preparazione preventiva per mandare in temperatura la caldaia e cominciare a produrre vapore e di tanto in tanto c’era il richio di esplosione… dal momento che c’erano molti problemi da risolvere la varietà tecnica di questi veicoli era ampissima e la risoluzione dei problemi dal momento che si vagava in un campo inesplorato era affidata all ingegno ed alla fantasia di pochi spavaldi pionieri . Ora che l’era dei veicoli a combustione interna ha piu di cento anni di storia chi l’avrebbe detto che con l’arrivo dell’elettrico saremmo ritornati all’epoca in cui si compra il pianale e lo si porta dal “carrozziere” per farlo allestire. Non stiamo scherzando! è tutto vero! il costruttore americano TREXA ha presentato un vero e proprio pianale bell’ e pronto per poterci appiccicare sopra una carrozzeria e partire! la struttura è in tubi di acciaio al carbonio , aluminio , materie termoplastiche e fibra di carbonio ed al suo internopuo alloggiare batterie al litio ferro fosfato abbastanza grandi da poter fare 170 km con una carica il tutto spingendo una coppia di motori capaci di spingere il veicolo a 160 orari e di accelerare da zero a 100 in 8 secondi netti. all’interno del veicolo c’è un caricatore da 6 kw capace di compiere una piena carica in 4 ore (a patto di avere una presa che regge i 6 kw contro i 3 di un impianto casalingo normale). se siete curiosi andatevi a vedere il sito del costruttore http://www.trexa.com/ fonte www.trexa.com

  • Share/Bookmark