Articoli marcati con tag ‘al fine’

Un nuovo team italiano si affaccia alle gare di moto elettriche: si chiama VERCARMOTO

mercoledì, 30 marzo 2011

Il team Vercarmoto diretto da Carlo Gelmi a Bellano (LC) ha davvero le idee molto chiare: dopo anni di esperienza al Tourist Trophy con le motociclette termiche, dopo aver visto con i propri occhi il potenziale delle moto partecipanti alla categoria TTZero il team ha deciso che era il momento di dare un taglio netto con il passato e di mettere su carta e poi su pista qualche ideuzza che da tempo frullava nella testa del titolare del team.

Nasce così su base yamaha R6 questa interessantissima motocicletta dotata di un motore sincrono raffreddato a liquido da 90-100 cv che è stato però calettato sul blocco motore originario opportunamente modificato al fine di conservare l’uso del cambio a sei marce.  Tutto nuovo e progettato in casa anche il controller ed il sistema di frenata rigenerativa ed una attenzione particolare è stata volta al contenimento del peso che con una opportuna scelta delle batterie è stato contenuto nel limite dei 230 kg.

I titolari del team sono evidentemente convinti che la presenza del cambio pur a fronte di un aumento del peso e degli attriti ripaghi poi con assai piu vantaggi in materia di gestione della potenza e del contenimento dei consumi. anche noi siamo di questo avviso anche perche non si parla di gestione della coppia che già abbondante , ma proprio di contenimento del lavoro resistente e quindi dei consumi in gara oltre che di un potenziamento dell’effetto rigenerativo in fase di scalata.

Le moto in allestimento sarebbero due e godrebbero della collaborazione della Yamaha stessa. grossi nomi per quel che riguarda i piloti: Ian Hutchinson e Paul Owen sarebbero i principali candidati alla guida dei due bolidi VERCARMOTO.

Sito ufficiale Vercarmoto : http://www.vercarmoto.com/

  • Share/Bookmark

TTXGP / E- Power: PACE FATTA! Iniziano sinergie tra i due campionati di moto elettriche! TTXGP and FIM may hold “joint rounds” and a “unifying” final

venerdì, 18 marzo 2011


Quella apparsa oggi sul magazine americano Autobloggreen.com è una notizia davvero entusiasmante! E’ iniziata una fase di fattiva collaborazione tra gli organizzatori del campionato TTXGP capeggiati da Hazar Hussein ed i vertici del campionato FIM e-power. In effetti che la cosa fosse nell’aria lo si era capito già dal fatto che la FIM nei mesi scorsi ha adottato le stesse specifiche regolamentari del TTXGP in materia di peso , proprio per evitare che motociclette concorrenti in un campionato fossero impossibilitate a correre nell’altro (oltre ad una semplice ragione di buonsenso ovvero quella di non spingere i costruttori a realizzare bolidi piu potenti semplicemente aggiungendo batterie con il risultato di mettere insieme degli accrocchi inguidabili e pericolosi , cosa dal resto già vista…)

Ebbene tanto per cominciare èstato deciso che alcune gare del TTXGP  avranno validità anche per l’ E-power e viceversa e tra queste vi sarà sicuramente la finale mondiale TTXGP di Ottobre. L’intento dovrebbe essere quello di segnare il cammino per un campionato unificato nel 2012 , e la cosa non può che far piacere a tutti quanti.

Riguardo al TTXGP va fatto notare che proseguendo nella filosofia che già aveva animato il campionato dello scorso anno , ci sarà un nuovo campionato continentale in australia denominato eFXC/TTXGP , mentre invece “scompare” il campionato inglese in favore di un campionato  europeo e continua ad esistere il vivacissimo campionato nord americano. Riguardo all’ E-power invece prosegue la formula di sfruttare le concomitanze con altri campionati “termici” al fine di ottimizzare i costi.

Questa la lista dei rispettivi campionati:

TTXGP calender:

TTXGP Euro Championship 2011 calendar is as follows:

June 18-19 Silverstone (GBR)

July 01-02 SPA Francorchamps (BEL)

August 06-07 Assen (NLD)

August 20-21 Donington Park (GBR) TBC

September 03-04 Karlskoga (SWE)

September 23-24 Le Mans (FRA) TBC

TTXGP North America Championship 2011

May 14-15 Infineon Raceway (USA)

July 16-17 Portland International Raceway (USA) (TBC)

Round 3 TBC

August 13-14 VIRginia International Raceway (USA)

eFXC/TTXGP Australian Superbike Championship 2011

May 29-01 Wakefield Park Raceway (NSW) TEST

July 01-03 Eastern Creek Raceway (NSW)

September 02-04 Winton Raceway (VIC)

October 08-09 Wakefield Park Raceway (NSW) TBC

TTXGP World Final 2011

October TBC

FIM e-Power calender:

April 16-17 Magny Cours (FRA) Bol d’Or – FIM WC Endurance

May 14-15 Schleiz (GER) FIM WC Sidecars

June 18-19 Hungaroring (HUN) FIM WC Sidecars

July 23-24 tba tba

August 20-21 Donington Park (GBR) FIM WC Endurance, WC Sidecars

September 24-25 Le Mans (FRA) 24 Hours of Le Mans – FIM WC Endurance.

The TTXGP and FIM ePower electric motorcycle racing series have both announced their 2011 calenders. Along with an amazing assortment of venues comes news the two organizations may be holding “joint rounds,” including a “unifying” season-ending final. This means teams from both series will be competing together on the same track while earning points towards their respective championships. We believe the end goal is to combine the two and form a single super-electric series in 2012.

So far, the two common locations on their 2011 schedules are Donington Park in Britain on the weekend of the 20th of August and LeMans in France in late September. American fans hoping to see teams from both series mixing it up on this side of the Atlantic should also have their hopes realized, possibly in July, at a track yet to be announced.

Click on past the break to see both the TTXGP and FIM e-Power calenders. Additions and confirmations are still forthcoming, so be careful about making travel plans right now. Preceding the schedules, we have posted the statement regarding collaboration that accompanied each organization’s announcement.

[Source: TTXGP / FIM e-Power]

Statement:

In the spirit of collaboration and with the common goal of promoting electric clean emission racing; The FIM and TTXGP have opened the possibility of holding a selection of joint rounds to allow the teams the best possible stage to promote the sport, the technology and the message to the next generation of motorsport. In addition, further discussions also include the wish to celebrate the conclusion of the 2011 season with a single, unifying final event in October.

TTXGP calender:

TTXGP Euro Championship 2011 calendar is as follows:

June 18-19 Silverstone (GBR)

July 01-02 SPA Francorchamps (BEL)

August 06-07 Assen (NLD)

August 20-21 Donington Park (GBR) TBC

September 03-04 Karlskoga (SWE)

September 23-24 Le Mans (FRA) TBC

TTXGP North America Championship 2011

May 14-15 Infineon Raceway (USA)

July 16-17 Portland International Raceway (USA) (TBC)

Round 3 TBC

August 13-14 VIRginia International Raceway (USA)

eFXC/TTXGP Australian Superbike Championship 2011

May 29-01 Wakefield Park Raceway (NSW) TEST

July 01-03 Eastern Creek Raceway (NSW)

September 02-04 Winton Raceway (VIC)

October 08-09 Wakefield Park Raceway (NSW) TBC

TTXGP World Final 2011

October TBC

FIM e-Power calender:

April 16-17 Magny Cours (FRA) Bol d’Or – FIM WC Endurance

May 14-15 Schleiz (GER) FIM WC Sidecars

June 18-19 Hungaroring (HUN) FIM WC Sidecars

July 23-24 tba tba

August 20-21 Donington Park (GBR) FIM WC Endurance, WC Sidecars

September 24-25 Le Mans (FRA) 24 Hours of Le Mans – FIM WC Endurance

  • Share/Bookmark

La RUMI presenta lo squadrone 2011 all’ attacco del CIV

giovedì, 17 marzo 2011


Con l’ ingaggio dei nuovi piloti che si batteranno per il titolo nazionale nella classe 125GP in sella alla aggiornatissima “Gobbetto 125Gp 2011″, la squadra capitanata dal team manager “Stefano Rumi” riparte alla grande con molta ambizione e la volontà di sviluppare continuamente la motocicletta che già al primo anno gli ha regalato numerose soddisfazioni.

La “Rumi” fa sul serio…, con i signori Bianchi alla direzione tecnica dell’ “Engineering” è già arrivato il primo step di sviluppo della motocicletta 2011, il tutto coperto da un assoluto silenzio, ma sembrerebbe (da fonti non ufficiali) che siano arrivati anche nuovi gruppi termici e nuovi software per le mappature della centralina, e con loro decisi incrementi di potenza al propulsore.

Una squadra importante è composta anche da piloti importanti e l’ ingaggio di “Riccardo Moretti”, Campione d’ Italia uscente nella categoria, è sicuramente il colpaccio dell’ esperto manager bergamasco, che in tale modo si assicura un pilota velocissimo ed un esperto collaudatore, affiancato da un grintoso compagno di squadra giapponese “Toshimitsu Gondo” che già ha brillato in più occasioni del CIV.

“Cristian Marocchi” (P.r. Coordiantor): “I test ufficiali del Campionato Italiano che si svolgeranno il prossimo week-end sul circuito di Misano Adriatico saranno un importante banco prova per il nostro materiale, abbiamo lavorato tutti molto nella pausa invernale e speriamo che le condizioni meteo siano favorevoli al fine di raccolgiere altri dati importanti per il set-up della motocicletta 2011″.

fonte:wtmanagement

  • Share/Bookmark

La moto elettrica piu potente del mondo muove i primi passi ad InfineonInfineon Raceway Hosts First-Ever Electric Superbike Test

domenica, 2 gennaio 2011

Definita dal suo stesso costruttore “Pizza delivery bike” ovvero moto per la consegna delle pizze , la SWIGZ.com di Chip yates (che prende il nome dello sponsor , una azienda che ha brevettato una speciale borraccia per contenere due tipi di integratori diversi nello stesso contenitore) a mosso i primi passi ad Infineon intorno al 15 di dicembre . ricorderete le vicissitudini di questa motocicletta il cui debutto è stato rimandato a tutto il 2010 per la mancata consegna di batterie capaci di far compiere alla creatura di yates il percorso di una intera gara con 193 cv a disposizione…quando finalmente le batterie arrivano per yates arriva la doccia fredda: la ttxgp seguita dalla e-power ovvero gli enti costitutori degli unici due campionati mondiali ufficiali di motociclette elettriche , decidono per la limitazione del peso massimo in gara di 250 kg e la moto di yates si ritrova “fuori” per svariati kg.

vero che a far pesare di piu la moto non è solo la spropositata potenza massima , ma anche la presenza di un KERS che attreverso una trasmissione flessibile ed una serie di alberi e di snodi , collega la ruota anteriore attraverso una frizione con una speciale demoltiplica al fine di attuare un recupero energetico che sulla carta dovrebbe essere estremamente piu elevato e soprattutto DOVE SERVE ovvero sulla ruota anteriore.

Insomma per farla breve… Yates si è ritrovato fuori da ogni campionato “elettrico” possibile  e quindi ha deciso di sfidare le moto a benzina nel campionato WERA Motorcycle Roadracing e pertanto per poter essere competitivo con moto del calibro di Ducati 1098 e KTM LC8 ha deciso di portare la propria potenza nell’ordine dei 210-220 cv …

Dopo tanti annunci era però necessario testare se fosse possibile percorrere abbastanza strada con la quantità di energia a disposizione e quindi si è allestita in fretta e furia questa “moto-pizza” con tutte le batterie collocate nel retrotreno (non immaginiamo che razza bilanciamento dei pesi avrà questa moto) e quindi la si è portata in psta ad infineon con a potenza tagliata al 70% e senza il kers collegato , dove i riscontri a detta del team sono stati molto positivi.

ora attendiamo di vedere che cosa succederà il 9 gennaio , quando la moto di Yates , se non ci saranno altri intoppi , dovrebbe scontrarsi con le concorrenti a benzina…
Infineon Raceway hosted a first-ever electric Superbike test session on Wednesday, Dec. 15. The machine, developed by SWIGZ.COM Pro Racing, has been called the world’s most powerful and technically advanced electric superbike.

The SWIGZ Racing bike, weighing more than 550 pounds, has a power-to-weight ratio comparable to a 600cc bike. The Superbike will compete head-to-head against conventional gasoline-powered motorcycles at Auto Club Speedway in January.  Plans for the bike include a more than 20-percent increase to its current 194 horsepower following the January race.

Rider Chip Yates completed eight laps on the 12-turn, 2.26 mile road course aboard the all-electric Superbike capable of speeds up to 180 mph.

“I was still going very cautiously in the corners, but I steadily increased the pace and started opening the throttle on the straights – the acceleration is absolutely like nothing I have ever felt before,” said Yates. “The data showed I was only opening the throttle to 70-percent max using something like a max of 270Nm of the available 400Nm torque. We can’t wait to get back to the race shop and make improvements based on the data.”

Infineon Raceway has become the venue of choice for electric racing teams.  The Sonoma Valley road course hosted the first-ever zero carbon motorcycle race in the United States last May (TTXGP eGrandPrix U.S. Championships) and is dedicated to hosting the best in green performance. The TTXGP eGrand Prix will return again in 2011 as part of the West Coast Moto Jam, May 11-15. For more information, visit www.infineonraceway.com/sustainability.

Click on the video link below for more information about the test session:
VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=WMzGa-uhACc&feature=player_embedded#!

  • Share/Bookmark

Il Gruppo CRP al debutto di Racing Professional Motor Show

martedì, 16 novembre 2010


Test dimostrativo il 2 dicembre ore 11.00 presso la Motorsport Arena, Area 48  per la moto elettrica eCRP, vincitrice del titolo europeo.

Il Gruppo CRP sarà presente in veste di espositore al debutto di Racing Professional Motor Show, il salone dell’eccellenza del motorsport professionale che si terrà a Bologna dal 2 al 4 dicembre.

L’evento si inserisce all’interno della edizione 2010 del Motor Show di Bologna al fine di promuovere il business to business presso il padiglione 33 del quartiere fieristico.

CRP ha confermato la propria partecipazione a Racing Professional Motor Show per portare la propria testimonianza di grande rilievo nel panorama internazionale dell’industria del motorismo da competizione con l’obiettivo di promuovere i propri brand e sostenere la sua appartenenza ad un territorio, famoso e celebrato in tutto il mondo per la sua eccellenza.
Tra le novità di quest’anno, emerge innanzitutto la presenza in stand della moto elettrica da corsa eCRP 1.2 che scenderà sul tracciato del Motor Show presso l’area 48 il 2 dicembre alle ore 11.00, per dare ai visitatori il piacere di poter vedere di persona la prima moto racing made-in-Italy campione d’Europa, guidata da Alessandro Brannetti.

A Bologna con il Gruppo CRP non si parlerà solo del futuro del motorsport, ma si potrà ammirare anche la Moto2 di ADV, la AT02, impegnata nel MotoGP 2010, che si è avvalsa della collaborazione del gruppo CRP per la realizzazione ingegneristica, inoltre CRP Technology presenterà anche un nuovo materiale per la tecnologia additiva (Additive Manufacturing), il Windform XT 2.0, che rappresenta una evoluzione del prestigioso ed eccellente Windform XT, il materiale più performante della famiglia Windform.

Appuntamento a Bologna al RPM dal 2 al 4 dicembre presso lo stand 123, padiglione 33 e in pista al padiglione 48 il 2 dicembre ore 11 con Alessandro Brannetti e la eCRP 1.2, la moto elettrica campione d’Europa del TTXGP 2010

  • Share/Bookmark

E atteso a Ginevra per il 2 Marzo il debutto del quadriciclo elettrico Lumeneo Smera per la produzione di serie.

martedì, 23 febbraio 2010

smera_lumeneoVi avevamo già parlato circa un anno fa dello Smera Lumeneo , un interessante veicolo elettrico a quattro ruote biposto dotato di due sedili collocati in tandem come in un aereo da caccia che ha la interessante prerogativa di avere una sezione frontale poco maggiore di quella di una moto e di inclinarsi verso l’interno della curva così da garantire attraverso l’assetto variabile una buona tenuta di strada pur con carreggiate piuttosto strette.

il prototipo fu presentato già nel 2008 e tra gli investitori nel progetto vi sono anche le ferrovie francesi interessate a completare i servizi di trasporto attraverso un progetto di car sharing. nell’evoluzione del progetto sono aumentate le dimensioni del sedile e della cellula per il passeggero al fine di incrementarne il comfort.

La vendita inizierà nel corso del 2010.

  • Share/Bookmark

Presentati a Zurigo lo Squter e la nuova MMX elettrica di Quantya

venerdì, 19 febbraio 2010

quantya-squter-p1-630Zerigo Messe: Non ci risultavano rumors in merito alla nascita di uno scooter dalla casa svizzera… ma ci sbagliavamo. .In occasione del nostro incontro a Milano nel Green Planet alla Quantya si erano lasciati sfuggire solo un certo interesse per il TTXGP e poco piu….mentre invece senz’altro già quacosa covava sotto la cenere riguardo all’ opportunità di debuttare nell’ambito dello scooter.

Il frutto di quest’intenzione si chiama Squter P1 (non e un errore… e proprio scritto così volutamente a richiamare la Q di quantya) e benche il design degli scudi e delle carene non nasconda nulla di rivoluzionario e faccia invece pensare ad un parziale uso di componentistica orientale, ingranato alla ruota posteriore c’è una versione baby del motore Axial che ha reso celebri le offroad della casa svizzera dal cuore italiano …parliamo quindi di un motore a spazzole abbinato ad un gruppo batterie al Litio Polimeri.

Le prestazioni annunciate sono interessanti… ad una velocità di punta di 80 km orari corrisponde un range di circa 70 km in ciclo misto.  nulla si sa almeno per ora sul costo e sui tempi per l’immissione in commercio.

Riguardo invece alla Mini offroad MMX (mini MX) ricalca in piccolo a grandi lineee le caratteristiche  delle sorelle piu grandi con ovvie limitazioni di potenza al fine di contenere la velocità massima in 50 km/h e le batterie al litio sono abbastanza grandi da permettere un’ ora di divertimento ai piccoli piloti a cui e destinata…

www.autobloggreen.com

[nggallery id=79]

  • Share/Bookmark

Caschi: continua la disputa tra Costruttori ed Altroconsumo

venerdì, 29 gennaio 2010
test condotto da altroconsumo

test condotto da altroconsumo

Come ricorderete, già lo scorso anno la rivista altroconsumo fece una indagine di laboratorio in merito alla sicurezza su un campione di  caschi integrali prodotti dalle aziende piu note  che ebbe esiti piuttosto catastrofici e che fu causa di dispute legali trascinatesi fino ad oggi. Ora ci risiamo, Altroconsumo ha ingaggiato un nuovo test stavolta occupandosi di caschi JET omologati e ben 8 modelli su 15 non hanno superato le prove , pertanto al fine di tutelare i motociclisti , i caschi incriminati  sono stati segnalati al ministero dei trasporti in fine di compiere ulteriori verifiche chiedendo contemporaneamente il ritiro dal mercato  … a scopo di rispondere a tutto questo le associazioni ANCMA e ACEC hanno diramato il seguente comunicato:

Milano 27/01/2010 - In riferimento al test comparativo sui caschi per moto di tipo “JET” realizzato e reso pubblico da Altroconsumo, Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) ed ACEC (Associazione Costruttori Europei Caschi), rendono noto di aver già formalmente richiesto ad Altroconsumo informazioni in merito al laboratorio presso il quale  sarebbero stati realizzati i suddetti test nonché riscontri oggettivi dei dati pubblicati.

Confindustria ANCMA e ACEC hanno inoltre fatto richiesta di poter ripetere i test alla presenza di un rappresentante delle Aziende coinvolte.

Tale richiesta  trova giustificazione nel fatto che già  nel 2009 Altroconsumo aveva, con le medesime modalità, esaminato i caschi moto di tipo “Integrale” e  pubblicato i risultati ottenuti, nonostante le perplessità già allora avanzate, creando notevoli danni commerciali alle Aziende coinvolte salvo, successivamente, dover prendere atto che quegli stessi caschi, nuovamente testati dalle Autorità competenti, erano conformi alla normativa di sicurezza vigente.

In un momento di crisi generalizzata, che ha colpito pesantemente anche il settore dei caschi moto, screditare pubblicamente  prodotti senza dare la possibilità di verifica in contraddittorio, non solo non dà alcun vantaggio alla generalità dei consumatori, ma penalizza ingiustamente le Aziende ed i lavoratori che producono i caschi stessi.

Confindustria ANCMA ed ACEC hanno a cuore la qualità e la sicurezza dei prodotti offerti ai consumatori, ma ritengono un censurabile esercizio di giornalismo scandalistico pubblicare risultati di test  senza che si sappia né da “chi”  né “come” tali caschi siano stati testati, rifiutando altresì di fornire prova della oggettività dei risultati alle Aziende che legittimamente lo avevano richiesto.

Confindustria ANCMA ed ACEC auspicano che Altroconsumo, in un’ottica di reciproca autonomia e con mutuo rispetto anche nei confronti dell’operato delle Autorità, nell’interesse di una corretta informazione, non continui a rifiutare il confronto come sino ad oggi avvenuto.

CONFINDUSTRIA ANCMA – Associazione Nazionale Ciclo Moto e Accessori
ACEC – Associazione Costruttori Europei  Caschi

  • Share/Bookmark