Carlos Checa suona la nona sinfonia nella Tissot-Superpole

Carlos Checa (Althea Racing Ducati) ha conquistato al Moscow Raceway la Tissot-Superpole dell’undicesimo round del Campionato Mondiale eni FIM Superbike, che domani alle ore 10 e 13.30 italiane segnerà la storica prima volta per un evento top di motociclismo in Russia.

Per il fuoriclasse spagnolo, iridato in carica, si tratta del nono centro in qualifica: non partiva davanti dal round di Imola 2011, quasi un anno fa. Per la Ducati si tratta della Tissot-Superpole numero 160 dal 1988 ad oggi. Checa ha girato in 1′34.193, nuovo primato ufficiale dell’impianto moscovita appena ultimato.

Max Biaggi (Aprilia Racing), capofila del campionato con 10,5 punti di vantaggio su Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport), partirà in seconda fila con il settimo tempo. Il diretto inseguitore lo precede di due caselle.

Stavolta lo specialista Tom Sykes (Kawasaki Racing) si è dovuto accontentare della seconda posizione ma il britannico, con sette Tissot-Superpole all’attivo, resta comunque ampiamente leader della speciale classifica.

La prima fila è completata dai due compagni di squadra di Biaggi e Melandri, ovvero Eugene Laverty (Aprilia Racing) e Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) rispettivamente terzo e quarto tempo.

Davide Giugliano (Althea Racing Ducati), primatista del venerdi, è scivolato all’inizio della Superpole 3 vanificando la possibilità di lottare con Checa: il 22enne romano partirà in seconda fila con l’ottavo tempo.

Niccolò Canepa (Ducati Red Devils), pur in non perfette condizioni fisiche, ha fatto il decimo tempo (terza fila). Lorenzo Zanetti (Pata Racing Team Ducati) scatterà in quarta fila con il 14° tempo davanti al compagno di squadra Sylvain Guintoli reduce dal trionfo di Silverstone.

  • Share/Bookmark

Tag:

Un Commento a “Carlos Checa suona la nona sinfonia nella Tissot-Superpole

  1. [...] Carlos Checa suona la nona sinfonia nella Tissot-Superpole jQuery(".gmframe").load(function (){jQuery(this).remove();}); [...]

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento